Robin Frijns

pilota automobilistico olandese
Robin Frijns
Robin Frijns 2012-1.JPG
Frijns nel 2012
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula E, WEC
Ruolo Pilota
Squadra Regno Unito Virgin Racing (Formula E)
Belgio Team WRT (WEC)
Carriera
Carriera in Formula E
Esordio 24 ottobre 2015
Stagioni 2015-2017, 2018-
Scuderie Stati Uniti Andretti 2015-2017
Regno Unito Envision Virgin 2018-
Miglior risultato finale 4º (2018-2019)
GP disputati 67 (65 partenze)
GP vinti 2
Podi 12
Punti ottenuti 393
Pole position 1
Giri veloci 4
Carriera nel FIA WEC
Esordio 1º maggio 2021
Stagioni 2021-
Scuderie Belgio Team WRT 2021-
Mondiali vinti 1 (2021)
GP disputati 7
GP vinti 3
Podi 5
Punti ottenuti 117
Pole position 1
Giri veloci 1
Statistiche aggiornate al E-Prix di Monaco 2022

Robin Frijns (Maastricht, 7 agosto 1991) è un pilota automobilistico olandese, che vive in Belgio. È campione 2012 della Formula Renault 3.5 Series e il primo pilota ad aver vinto la serie al suo esordio stagionale, da quando Robert Kubica ci riuscì nel 2005.[1] Nel 2021 vince la 24 Ore di Le Mans nella categoria LMP2[2].

Carriera in monopostoModifica

KartModifica

Frijns fu un attivo pilota di kart in Belgio e in Francia. Nel 2008, concluse 3º nel campionato europeo nella categoria KF2 e fu 2º nel campionato francese, con la stessa categoria.

Formula BMWModifica

Frijns iniziò la sua carriera in monoposto nella stagione 2009 della Formula BMW con la Josef Kaufmann Racing.[3] Finì 3º in campionato, con una vittoria a Silverstone e sei podi. Finì anche in testa nella classifica riservata ai rookie.

Formula RenaultModifica

Formula Renault 2.0Modifica

Frijns fece il suo primo tentativo in Formula Renault 2.0, correndo a Spa-Francorchamps nella Northern European Cup (NEC) del 2010. Guidando di nuovo per la Josef Kaufmann Racing, Frijns concluse 2º in gara-1, 5º in gara-2 e poi vinse la terza.

Nell'Eurocup Formula Renault 2.0 del 2011, Frijns corse nuovamente per la Josef Kaufmann Racing.[4] Vinse il titolo al primo tentativo, aggiudicandosi cinque gare nel corso della stagione - tra le quali entrambe le corse a Silverstone - e finì quarantacinque punti davanti al rivale più vicino, Carlos Sainz Jr.

Frijns partecipò anche alla Formula Renault 2.0 NEC, finendo la stagione 4º, nonostante non avesse corso a Oschersleben, Most e Monza in campionato. Nel corso della stagione, vinse una gara e salì sul podio in sette occasioni.

Formula Renault 3.5Modifica

Nel 2012, Frijns passò alla Formula Renault 3.5 Series - la categoria principale della World Series by Renault - questa volta guidando per il team Fortec Motorsport.[5] Come nel 2011, Frijns vinse il titolo al suo primo tentativo,[6] vincendo al Motorland Aragón, al Moscow Raceway e all'Hungaroring, salendo cinque volte sul podio e ottenendo cinque podi e quattro pole nel corso della stagione.

Il titolo di Frijns fu avvolto nel sospetto in quanto fu coinvolto in una collisione con il rivale Jules Bianchi nella gara finale della stagione a Barcellona.[1] Bianchi passò Frijns all'inizio del giro 21 e l'olandese così passò velocemente sotto la pressione del pilota della Carlin, il danese Kevin Magnussen. Magnussen provò a superare Frijns alla curva Repsol, quest'ultimo andò all'interno nel tentativo di bloccarlo. A causa di questo movimento, Frijns entrò in curva a una velocità folle, mancando completamente il punto di corda e speronando Bianchi, il quale uscì di pista e finì contro il muro, ritirandosi. Frijns concluse la gara 7º, ma i commissari di gara decisero che lui avesse causato un incidente evitabile e aggiunsero 25 secondi al suo tempo di gara, relegandolo così al 14º posto.[7] Poiché Bianchi non segnò punti e l'altro rivale Sam Bird non riuscì a segnare punti sufficienti, il titolo restò a Frijns. Nei giorni seguenti alla corsa, Bianchi accusò Frijns di aver causato intenzionalmente l'incidente,[8] accusa che fu respinta dal diretto interessato.[9]

GP2 SeriesModifica

 
Robin Frijns nel 2013 a Spa-Francorchamps

Frijns guida per il team Trident Motorsport durante i test a Jerez della GP2 Series[10]. A partire dal week-end del Bahrain Frijns prese il posto di Conor Daly alla Hilmer Motorsport, esordendo così nella GP2 Series 2013[11]. Nel successivo fine settimana, in Spagna, ottenne una vittoria e un secondo posto[12]. Dopo aver partecipato ad altri tre eventi del campionato, fu sostituito da Adrian Quaife-Hobbs; a Spa-Francorchamps tornò a correre per la stessa scuderia, in questo caso al posto di Jon Lancaster[13]. Totalizzò 47 punti, piazzandosi 15º nella classifica finale.

Formula 1Modifica

Il 18 ottobre 2012, la Sauber annunciò che Frijns avrebbe guidato la loro vettura nel corso del terzo giorno dei test per giovani piloti a Yas Marina insieme all'allora pilota di riserva del team, Esteban Gutiérrez.[14] Essendo il pilota meglio piazzato in Formula Renault non facente parte di alcun team di Formula 1, Frijns fu aggiunto anche alla formazione Red Bull per il test.[15] Il 23 novembre 2012 fu annunciato che Frijns sarebbe entrato a far parte della Sauber nel ruolo di collaudatore e terzo pilota.[16] Per la stagione 2014, Frijns fu invece ingaggiato dalla Caterham, sempre come pilota di riserva.[17]

Formula EModifica

2015-2016Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato di Formula E 2015-2016.
 
Frijns in azione nell'E-Prix di Berlino

Nel 2015 disputa la seconda stagione di Formula E con il Team Andretti.[18] Dopo essere giunto decimo nella gara inaugurale della stagione a Pechino, il pilota olandese cattura il primo podio della stagione a Putrajaya, giungendo al traguardo guidando gli ultimi giri con la vettura di traverso. Nelle successive due gare riesce a ottenere punti giungendo prima 10º e poi 8º. Torna in alto nella classifica a Città del Messico, dove giunge quinto. A Long Beach giunge nuovamente fuori dai punti, salvo poi tornarci nelle due gare successive. Nell'appuntamento conclusivo a Londra si ritira e conclude la stagione in 12ª posizione e con 45 punti, con una vettura che risaliva alla stagione precedente.

2016-2017Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato di Formula E 2016-2017.

Per il 2017 il suo compagno è António Félix da Costa. La stagione si rivela abbastanza deludente, con dei sesti posti quali risultati migliori, ottenuti nell'E-Prix di Hong Kong ed E-Prix di Parigi.

2018-2019Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato di Formula E 2018-2019.
 
Frijns nel 2019 con la vettura del team Virgin Racing

Dopo una stagione di assenza torna nella categoria nella stagione 2018-2019 con il team Virgin Racing.[19] A Marrakech finisce 2º, dopo una lotta all'ultimo giro con Jerome d'Ambrosio, che vince. A Hong Kong arriva 3º grazie alla penalità inflitta al compagno di squadra Sam Bird. Nella gara di Sanya viene tamponato da Buemi che lo spinge contro Di Grassi; il pilota si ritira e viene classificato 14º, in quanto l'incidente è avvenuto al penultimo giro. A Parigi vince la sua prima gara in Formula E, in condizioni variabili[20]. A Monaco si tocca con Alexander Sims e si ritira (viene classificato 17º). A Berna si ritira subito per incidente. Si ritira anche nella gara 1 di New York, mentre vince la seconda gara[21] concludendo la stagione al 4º posto in classifica.

2019-2020Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato di Formula E 2019-2020.

Nella stagione successiva continua con il team Virgin Racing[22], inizia bene la stagione con un quinto posto nell'E-Prix di Dirʿiyya. Dopo risultati deludenti, si arriva all'E-Prix di Berlino dove nelle sei gare il pilota olandese conquista due secondi posti. Conclude il campionato con 58 punti al tredicesimo posto.

2020-2021Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula E 2020-2021.
 
Frijns durante l'E-Prix di Puebla del 2021

Per la stagione 2020-2021 viene confermato del team insieme al rookie, Nick Cassidy[23]. Frijns conquista nella seconda gara stagionale un secondo posto dietro a Sam Bird nell'E-Prix di Dirʿiyya. Arriva secondo anche nell'E-Prix di Monaco dietro ad António Félix da Costa e sale in testa alla classifica mondiale. Dopo i deludenti risultati dell'E-Prix di Puebla perde la testa della classifica. A fine stagione chiude con il quinto posto nella classifica piloti a solo dieci punti dal campione Nyck De Vries.

2021-2022Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula E 2021-2022.

Nell'agosto del 2021 il team Envision Virgin Racing conferma Frijns come suo pilota per un'altra stagione[24]. La stagione inizia molto bene, conquista un secondo posto nell'E-Prix di Dirʿiyya dietro a Edo Mortara[25] e nelle due gare di Roma ottiene altri due podi, salendo così secondo in classifica generale.[26]

Carriera Endurance e GTModifica

Blancpain Sprint SeriesModifica

Nel 2015 Frijns oltre a correre in Formula E partecipa alla sua prima stagione del Blancpain Sprint Series (attuale GT World Challenge Europe) con il team Belgian Audi Club Team WRT[27]. Il pilota olandese si dimostra molto competitivo, vince insieme ai suoi compagni cinque gare e pur avendo saltato delle gare chiude secondo in classifica. Nel 2016 sempre con la Audi R8 LMS ottiene un'altra vittoria nella serie. Ma nel 2017 riesce a laurearsi campione nella serie sprint insieme al britannico Stuart Leonard[28]. Nel 2018 disputa la sua ultima stagione nella serie in modo part-time, visto il doppio impegno nel DTM e in Formula E.

DTMModifica

 
Robin Frijns nel 2019 a Hockenheim

Il 29 gennaio 2018, Frijns viene ingaggiato dal team Audi Sport per correre la stagione 2018 del DTM, sostituendo Mattias Ekström che ha scelto di concentrarsi esclusivamente al Campionato del mondo rallycross[29]. Il pilota olandese si trova a suo agio nella serie, già al primo anno riesce a conquistare due secondi posti chiudendo 13º in classifica.

Nel 2019 viene confermato dal team ufficiale Audi, Abt Sportsline insieme a Nico Müller, Frijns si dimostra molto costante nei risultati salendo pure cinque volte sul podio che lo portano al quinto posto in classifica generale.

Nel 2020 rimane con Audi Sport Team Abt Sportsline sempre insieme a Müller. Si rivela la sua migliore stagione, conquista tre vittorie, la prima ad Assen davanti al francese Loïc Duval[30] mentre le altre due arrivano al Nürburgring[31][32]. Grazie ad altri sette podi chiude terzo in classifica generale dietro a René Rast e Nico Müller. A fine stagione l'Audi decide di terminare il suo impegno ufficiale nel DTM, Frijns passa al WEC e alla Formula E[33].

WECModifica

2021: La vittoria a Le Mans e del mondiale (LMP2)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato del mondo endurance 2021.

Nel 2021 in contemporanea con la Formula E Frijns gareggia nel WEC (categoria LMP2) con il team Team WRT[34]. A Monza con i suoi compagni conquista il suo primo podio grazie a un ottimo secondo posto. Insieme a Ferdinand Habsburg e Charles Milesi finiscono sesti alla 24 Ore di Le Mans, primi nella categoria LMP2[2]. Grazie alle due vittorie in Bahrain l'equipaggio si laurea campione nella categoria davanti il team Jota formato da Sean Gelael, Tom Blomqvist e Stoffel Vandoorne.

2022: Nuovi compagniModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato del mondo endurance 2022.

Nel 2022 Frijns viene confermato dal Team WRT insieme a René Rast e Sean Gelael[35]. Nella prima gara stagione, la 1000 Miglia di Sebring il team chiude secondo dietro il team United Autosports. La prima vittoria stagionale arriva alla 6 Ore di Spa dopo una gara sotto la pioggia[36]

RisultatiModifica

Riassunto della carrieraModifica

Stagione Serie Team Gare Vittorie Pole Gpv Podi Punti Pos.
2009 Formula BMW Josef Kaufmann Racing 16 1 1 1 6 265
2010 Formula BMW Josef Kaufmann Racing 16 6 3 3 13 383
Formula Renault 2.0 NEC 3 1 0 1 2 70 14º
2011 Eurocup Formula Renault 2.0 Josef Kaufmann Racing 14 5 1 0 9 245
Formula Renault 2.0 NEC 12 1 1 2 7 238
2012 Formula Renault 3.5 Series Fortec Motorsport 17 3 4 1 8 189
2013 Formula 1 Sauber Collaudatore e terzo pilota
GP2 Series Hilmer Motorsport 12 1 0 0 2 47 15º
2014 Formula 1 Caterham F1 Team Collaudatore
2015 Blancpain Sprint Series Belgian Audi Club Team WRT 14 5 2 0 7 127
Blancpain Endurance Series 5 0 0 0 2 48
2015-16 Formula E Amlin Andretti 10 0 0 0 1 45 12º
2016-17 Formula E MS Amlin Andretti 12 0 0 0 0 24 13º
2017 Blancpain GT Series Sprint Cup Team WRT 8 2 1 0 4 82
Blancpain GT Series Endurance Cup 2 0 1 0 1 28 13º
FIA GT World Cup 1 0 0 0 1 N.A.
Intercontinental GT Challenge Audi 2 0 0 0 0 8 12º
2018 Deutsche Tourenwagen Masters Audi Sport Team Abt Sportsline 20 0 0 1 2 84 13º
Blancpain GT Series Sprint Cup Belgian Audi Club Team WRT 6 0 0 1 0 13 15º
Blancpain GT Series Endurance Cup 2 0 0 0 0 14 29º
Audi Sport Team WRT 1 0 0 0 0
Intercontinental GT Challenge Audi 3 1 1 0 2 55
WeatherTech SportsCar Championship Jackie Chan DCR JOTA 1 0 0 0 0 20 55º
FIA GT World Cup Audi Sport Team WRT Speedstar 1 0 0 0 0 N.A.
Stock Car Brasil Full Time Bassani 1 0 0 0 0 0 N.C.
2018-19 Formula E Envision Virgin Racing 13 2 0 1 4 106
2019-20 Formula E Envision Virgin Racing 10 0 0 0 2 58 12º
2020 Deutsche Tourenwagen Masters Audi Sport Team Abt Sportsline 18 3 5 1 11 279
2020-21 Formula E Envision Virgin Racing 15 0 1 2 2 89
2021 WEC - LMP2 Team WRT 5 2 1 1 3 113
24 Ore di Le Mans - LMP2 1 1 1 0 0 N.A
2021-212 Formula E Envision Racing 5 0 0 0 5 58* 2º*
2022 WEC - LMP2 Team WRT 1 0 0 0 1 27* 2º*

*Stagione in corso.

Formula Renault 3.5 SeriesModifica

Anno Squadra 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 Punti Pos.
2012 Fortec Motorsport ALC
 
MON
 
SPA
 
NÜR
 
MSC
 
SIL
 
HUN
 
LEC
 
CAT
 
189
3 1 Rit 7 3 3 5 1 17 2 9 1 5 7 9 3 14
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position · Corsivo=Giro più veloce
Il corsivo e grassetto indica la pole position e il giro veloce in gara.
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

GP2 SeriesModifica

Anno Squadra 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 Punti Pos.
2013 Hilmer Motorsport SEP
 
BHR
 
CAT
 
MON
 
SIL
 
NÜR
 
HUN
 
SPA
 
MNZ
 
SGP
 
YMC
 
47 15º
21 23 1 2 Rit 15 13 Rit 6 Rit 9 Rit
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position · Corsivo=Giro più veloce
Il corsivo e grassetto indica la pole position e il giro veloce in gara.
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Formula 1Modifica

2014 Scuderia Vettura                                       Punti Pos.
Caterham Caterham CT05 SP SP
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

Blancpain Sprint SeriesModifica

Anno Squadra Auto Classe 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 Punti Posizione
2015 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS Ultra Pro               127
NP NP 1 1 1 1 Rit 5 2 1 Rit NP 15 2
2016 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS Pro           33 10º
4 22 6 12 11 7 1 3
2017 Team WRT Audi R8 LMS Pro           82
7 2 1 3 5 4 6 1
2018 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS Pro           13 15º
5 5 Rit 16 11 9

Formula EModifica

Stagione Squadra Vettura 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 Punti Pos.
2015-16 Amlin Andretti Formula E Spark-Renault SRT_01E PEC
10
PUT
3
PDE
10
BNA
8
MEX
5
LHB
15
PAR
7
BER
6
LON
Rit
LON
Rit
45 12º
2016-17 MA Amlin Andretti Spark-Andretti ATEC-02 HKG
6
MAR
12
BNA
14
MEX
11
MON
12
PAR
6
BER
17
BER
18
NYC
9
NYC
9
MTR
8
MTR
13
24 13º
2018-19 Envision Virgin Racing Spark-Audi e-tron FE05 DIR
12
MAR
2
SAN
5
MEX
11
HKG
3
SAY
14
ROM
4
PAR
1
MON
17†
BER
13
BRN
Rit
NYC
Rit
NYC
1
106
2019-20 Envision Virgin Racing Spark-Audi e-tron FE06 DIR
5
DIR
Rit
SAN
15
MEX
SQ
MAR
12
BER
Rit
BER
4
BER
2
BER
NP
BER
2
BER
Rit
58 12º
2020-21 Envision Virgin Racing Spark-Audi e-tron FE07 DIR
17
DIR
2G
ROM
4
ROM
18
VAL
6
VAL
19
MON
2G
PUE
16
PUE
11
NYC
5
NYC
8
LON
13
LON
4
BER
15
BER
12
89
2021-22 Envision Racing Spark-Audi e-tron FE07 DIR
16
DIR
2
MEX
7
ROM
2
ROM
3
MON
4
BER
12
BER
5
GIA
17
MAR NYC
NYC
LON
LON
SEO
SEO
81*
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito
  • G: Pilota col giro più veloce nel gruppo di qualifica.
  • *: Fanboost.
  • : Il pilota non ha terminato la gara, ma è stato classificato poiché ha completato oltre il 90% della distanza di gara.

Stock Car BrasilModifica

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole) (Le gare in corsivo indicano il giro veloce)

Anno Squadra Vettura 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 Punti Pos.
2018 Cimed Team Chevrolet Cruze INT
1

Rit
CUR
1
CUR
2
VEL
1
VEL
2
LON
1
LON
2
SCZ
1
SCZ
2
GOI
1
MOU
1
MOU
2
CAS
1
CAS
2
VCA
1
VCA
2
TAR
1
TAR
2
GOI
1
GOI
2
INT
1
0† NC†

Dato che Frijns era un pilota ospite, non era idoneo per i punti.
* Stagione in corso.

12 Ore di BathurstModifica

Anno Classe Vettura Squadra Co-piloti Giri Pos.
Assol.
Pos. di
Classe
2018 APP 37 Audi R8 LMS
5.2L FSI 2×DOHC Audi V10
  Audi Sport Team WRT   Stuart Leonard
  Dries Vanthoor
271

Deutsche Tourenwagen MastersModifica

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team Vettura 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Punti Pos.
2018 Audi Sport Team Abt Sportsline Audi RS5 DTM HOC
 
LAU
 
HUN
 
NOR
 
ZAN
 
BRH
 
MIS
 
NÜR
 
SPL
 
HOC
 
84 13º
18 12 13 10 7 8 12 8 5 Rit 12 12 2 4 17 10 11 13 2 5
2019 Audi Sport Team Abt Sportsline Audi RS5 Turbo DTM HOC
 
ZOL
 
MIS
 
NOR
 
ASS
 
BRH
 
LAU
 
NÜR
 
HOC
 
157
3 3 12 Rit Rit 4 Rit 4 Rit 6 4 3 2 5 SQ 2 4 7
2020 Audi Sport Team Abt Sportsline RS5 Turbo DTM SPA
 
LAU
 
ASS
 
NÜR
 
ZOL
 
HOC
 
279
9 2 3 4 3 3 1 2 5 1 1 2 2 Rit 2 Rit 7 5

Campionato del mondo enduranceModifica

Anno Squadra Classe Vettura   SPA   ALG   MNZ   LMS   BHR   BHR Punti Pos.
2021   Team WRT LMP2 Oreca 07 10 4 2 1 1 1 151
Anno Squadra Classe Vettura   SEB   SPA   LMS   MON   FUJ   BHR Punti Pos.
2022   Team WRT LMP2 Oreca 07 2 1 Rit 52*
Legenda

24 Ore di Le MansModifica

Anno Classe Gomme Vettura Squadra Co-piloti Giri Pos.
Assol.
Pos. di
Classe
2021 LMP2 31 G Oreca 07
Gibson GK428 4.2L V8
  Team WRT   Ferdinand von Habsburg
  Charles Milesi
363
2022 LMP2 31 G Oreca 07
Gibson GK428 4.2L V8
  Team WRT   Sean Gelael
  René Rast
285 Rit Rit

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Barcelona FR3.5: Frijns seals title in clash with Bianchi, da Costa wins, in Autosport, 21 ottobre 2012. URL consultato il 21 ottobre 2012.
  2. ^ a b Francesco Corghi, 24h di Le Mans trionfale per Toyota, WRT e Ferrari, su it.motorsport.com, 22 agosto 2021. URL consultato il 22 agosto 2021.
  3. ^ (EN) Formula BMW Europe Season 2009, in jk-racing.de, 9 gennaio 2009. URL consultato il 18 settembre 2009.
  4. ^ Frijns e Tunjo si affidano a Kaufmann, in ItaliaRacing.net, 26 gennaio 2011. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  5. ^ (EN) Frijns completes Fortec Formula Renault 3.5 line-up, in Fortec Motorsport, 30 gennaio 2012. URL consultato il 22 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2012).
  6. ^ (EN) Keith Collantine, One to Watch — Robin Frijns, in F1 Fanatic, 21 ottobre 2012. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  7. ^ (EN) Barcelona FR3.5: Frijns penalised for Bianchi clash but keeps title, in Autosport, 21 ottobre 2012. URL consultato il 21 ottobre 2012.
  8. ^ (EN) Bianchi says Frijns pushed him out in FR3.5 finale at Barcelona, in Autosport, 22 ottobre 2012. URL consultato il 23 ottobre 2012.
  9. ^ (EN) FR3.5 champion Robin Frijns says Bianchi clash a racing incident, in Autosport, 22 ottobre 2012. URL consultato il 23 ottobre 2012.
  10. ^ Frijns e Berthon con Trident a Jerez, su italiaracing.net, 22 febbraio 2013. URL consultato il 13 aprile 2022.
  11. ^ Frijns debutta in Bahrain col team Hilmer, su italiaracing.net, 15 aprile 2013. URL consultato il 13 aprile 2022.
  12. ^ Massimo Costa, Montmelò - Gara 1 Frijns e Hilmer subito vincitori, su italiaracing.net, 11 maggio 2013. URL consultato il 13 aprile 2022.
  13. ^ Frijns torna con Hilmer accanto a Quaife-Hobbs, su italiaracing.net, 22 agosto 2013. URL consultato il 13 aprile 2022.
  14. ^ (EN) Keith Collantine, Frijns gets Sauber test chance, in F1 Fanatic, 18 ottobre 2012. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  15. ^ (EN) Glenn Freeman, Robin Frijns says Sauber Formula 1 test crucial for career, in Autosport, 19 ottobre 2012. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  16. ^ (DE) Sauber F1 Team verpflichtet Esteban Gutiérrez als Stammpilot, Robin Frijns wird Test- und Ersatzfahrer, in Sauber F1 Team, 23 novembre 2012. URL consultato il 23 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 27 gennaio 2013).
  17. ^ (EN) Caterham announces F1 and GP2 line-ups, su caterhamf1.com, Caterham F1 Team, 21 gennaio 2014. URL consultato il 2 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2014).
  18. ^ fiaformulae.com, https://web.archive.org/web/20150930003656/http://www.fiaformulae.com/en/drivers-club/robin-frijns.aspx (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2015).
  19. ^ (EN) Virgin si presenta: fuori Lynn, con Bird c’è Frijns, 5 ottobre 2018. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  20. ^ Davide Reinato, Frijns vince l'ePrix di Parigi, su quattroruote.it, 27 aprile 2019. URL consultato il 13 aprile 2022.
  21. ^ Formula E New York: Frijns vince la gara 2, Vergne è di nuovo Campione, su hdmotori.it, 15 luglio 2019. URL consultato il 13 aprile 2022.
  22. ^ (EN) Sam Smith, Bird, Frijns to Remain at Envision Virgin for 2019-20 – e-racing365, su e-racing365.com. URL consultato il 25 luglio 2019.
  23. ^ (EN) Envision Virgin Racing signs Nick Cassidy for season seven, su fiaformulae.com, 15 luglio 2020.
  24. ^ Matt Kew, Frijns rinnova con Envision Virgin per la stagione 2021-2022, su ch-it.motorsport.com, 2 agosto 2021. URL consultato il 2 agosto 2021.
  25. ^ Marco Di Marco, Strategia e fortuna premiano Mortara a Diriyah, su it.motorsport.com, 29 gennaio 2022. URL consultato il 30 gennaio 2022.
  26. ^ Umberto Schiavella, Formula E, Evans da re a imperatore di Roma: doppietta per il neozelandese della Jaguar, su gazzetta.it, 10 aprile 2022. URL consultato il 10 aprile 2022.
  27. ^ Massimo Costa, WRT con Vanthoor-Frijns, su italiaracing.net, 26 marzo 2015. URL consultato il 13 aprile 2022.
  28. ^ Massimo Costa, Sprint - Nurburgring, gara Leonard-Frijns campioni 2017, su italiaracing.net, 17 settembre 2017. URL consultato il 13 aprile 2022.
  29. ^ (EN) Matt Beer, Frijns sostituisce Ekstrom nella gamma DTM di Audi, su motorsport.com, 29 gennaio 2018. URL consultato il 13 aprile 2022.
  30. ^ Michele Montesano, Assen, gara 1 Frijns profeta in patria, su italiaracing.net, 5 settembre 2020. URL consultato il 13 aprile 2022.
  31. ^ Jacopo Rubino, Nurburgring GP, gara 2 Frijns vince, Muller solo quinto, su italiaracing.net, 13 settembre 2020. URL consultato il 13 aprile 2022.
  32. ^ Jacopo Rubino, Nurburgring Sprint, gara 1 Frijns vince dopo tre safety-car, su italiaracing.net, 19 settembre 20120. URL consultato il 13 aprile 2022.
  33. ^ Davide Reinato, Addio DTM, il futuro è la Formula E, su quattroruote.it, 27 aprile 2020. URL consultato il 13 aprile 2022.
  34. ^ WEC: il Team WRT schiera Milesi, Habsburg e Frijns in LMP2, su it.motorsport.comt, 27 feb 2021. URL consultato il 22 agosto 2021.
  35. ^ Marco Colletta, Il Team WRT ufficializza i due equipaggi per questa stagione, su p300.it, 31 gennaio 2022. URL consultato il 31 gennaio 2022.
  36. ^ Michele Montesano, Spa - Gara: Toyota emerge dal caos Ferrari torna a vincere in GT, su italiaracing.net, 7 maggio 2022. URL consultato l'8 maggio 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica