Robiola
Robiola.JPG
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
Zona di produzioneLombardia
Piemonte
Italia settentrionale
Dettagli
Categoriaformaggio
SettoreDerivato del latte

La robiola è un formaggio italiano a pasta molle, solitamente a breve stagionatura, prodotto in diverse aree dell'Italia settentrionale fra cui Langhe,[1] Bresciano e Valsassina: può essere a base di latte vaccino, caprino, pecorino e misto.

EtimologiaModifica

Secondo alcune fonti, la robiola prende il nome da Robbio, comune italiano in provincia di Pavia, dove già nel XVI secolo veniva prodotto.[2][3] Un'altra etimologia vorrebbe che robiola derivi da rubrum per via della colorazione rossastra che assume spesso la crosta di questo formaggio.[4] Secondo un'altra versione, la robiola prenderebbe il nome da "robbia", una pianta da cui si ricava un pigmento rosso che ricorderebbe la colorazione della parte esterna del latticino.[4]

NoteModifica

  1. ^ I formaggi delle Langhe: Robiola, su Langhe.net. URL consultato il 28 aprile 2014.
  2. ^ Robiola in Vocabolario, su treccani.it. URL consultato il 28 aprile 2014.
  3. ^ Lomellina, patria di latte e formaggi, su laprovinciapavese.gelocal.it. URL consultato il 1º marzo 2018.
  4. ^ a b La grande cucina regionale - Piemonte, Il corriere della sera, 2005, p. 21.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica