Apri il menu principale

Rocca (fortificazione)

costruzione fortificata costruita in un luogo elevato e scosceso
Uno scorcio della rocca di San Marino

La rocca (o roccaforte) è una costruzione fortificata eretta a presidio di un territorio, preferibilmente in un luogo elevato e scosceso. Può essere isolata rappresentando sotto forma di torre una fortificazione di dimensioni ridotte rispetto ad un castello, oppure costruita all'interno di un castello dove in genere rappresenta una torre dello stesso. A volte il termine diventa sinonimo di castello stesso.

StoriaModifica

Nasce alla fine del Medioevo essenzialmente come evoluzione del castello medievale e precede la fortezza in quanto è una costruzione fortificata definita dagli studiosi "di transito" o "di transizione". Nasce dall'esigenza di rendere il castello sufficientemente massiccio da essere in grado di reggere all'artiglieria (da poco scoperta) fortificandolo maggiormente ove possibile con aggiunte o modificandolo in parte come per esempio l'inspessimento delle cortine murarie, la riduzione dell'altezza delle torri, etc, per aumentarne la solidità contro l'impeto delle nuove armi da fuoco; si cercò cioè di migliorare la situazione della difesa quando ancora non si era compresa appieno la nuova scienza bellica. Successivamente il termine venne sempre più spesso utilizzato per un sempre più ampio tipo di fortificazioni che siano esse precedenti o meno il periodo di transizione (XIV, XV e parte del XVI secolo). Per estensione si intende quindi anche una cittadella fortificata. Numerosi borghi italiani hanno il termine "rocca" davanti al loro nome in quanto costruiti storicamente attorno a una rocca.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica