Apri il menu principale

Rocca Borgesca

costruzione fortificata di Camerino
Rocca Borgesca
Rocca del Borgia.jpg
StatoStemma varano di camerino.jpg Ducato di Camerino
Stato Pontificio Stato Pontificio
Stato attualeItalia Italia
RegioneMarche
CittàCamerino
Coordinate43°07′49.43″N 13°03′49.08″E / 43.130396°N 13.063634°E43.130396; 13.063634Coordinate: 43°07′49.43″N 13°03′49.08″E / 43.130396°N 13.063634°E43.130396; 13.063634
Informazioni generali
StileMedievale
Inizio costruzione1503
CostruttoreLudovico Clodio
Primo proprietarioDuchi di Varano
Informazioni militari
Funzione strategicaRocca
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La Rocca Borgesca, o Rocca dei Borgia, è un imponente fortificazione di Camerino, nelle Marche.

Storia e architetturaModifica

La costruzione fatta erigere a da Cesare Borgia su disegno di Ludovico Clodio nel 1503 per controllare la città dal versante sud-ovest: i torrioni cilindrici e il possente mastio sono begli esempi di architettura militare del primo Rinascimento. La fortezza venne in seguito restaurata da Giovanni Maria Varano che, solo a un anno dall'aggressione del Valentino, era riuscito a riprendere la città di Camerino. Altri interventi furono effettuati da Guidobaldo della Rovere, quindi da Ottavio Farnese e più tardi dalla Stato Pontificio. Difatti Papa Clemente VII non trovò miglior custodia della Rocca dei Borgia per nascondere alle brame dei saraceni i preziosi tesori del santuario di Loreto. Inizialmente la Rocca era divisa dalla città per mezzo di uno strapiombo e poteva essere raggiunta soltanto attraverso un ponte levatoio. L'avvallamento fu definitivamente riempito nel Seicento.

Durante l'occupazione tedesca della seconda guerra mondiale, la fortezza venne adibita a sede del comando nazista. Sulla spianata interna, sorge ancora parte della struttura del convento francescano di San Pietro in Muralto del 1300. Recentemente i giardini della Rocca Borgesca, dopo un periodo di chiusura dovuto allo svolgimento di alcuni lavori di rifacimento, sono stati riaperti al pubblico.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica