Apri il menu principale

BiografiaModifica

Studente di Giurisprudenza a Messina, prese parte al corso allievi ufficiali presso il 94º Reggimento fanteria "Messina".

Nel 1939 divenne sottotenente e il 1º settembre dello stesso anno fu chiamato alle armi e partì per la Libia. Prese parte all'offensiva di invasione italiana dell'Egitto. Nel 1940 divenne aiutante maggiore della colonna "Santamaria", e l'anno seguente fu nominato tenente.

Perì a El Mechili in Cirenaica in modo eroico, e per tale ragione fu insignito di medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

OnorificenzeModifica

  Medaglia d'oro al valor militare alla memoria
«Aiutante maggiore di colonna celere, durante una dura marcia in zona desertica, si prodigava con slancio ed energia nell'assolvimento dei suoi compiti. Impegnato il reparto in impari lotta, assumeva di iniziativa, il comando di pochi uomini e li conduceva con temerario ardire all'attacco. Ferito una prima volta ad un braccio, continuava a combattere. Ancora ferito riprendeva, appena medicato, il suo posto, incitando i superstiti ad eroica resistenza. Colpito una terza volta, mortalmente, testimoniava con l'offerta suprema il suo ardente amore alla Patria.»
— El Mechili (Africa Settentrionale), 6 aprile 1941[1]

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica