Apri il menu principale
Rockpolitik
Rockpolitik.PNG
PaeseItalia
Anno2005
Generevarietà
Puntate4
Durata150 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreAdriano Celentano
IdeatoreAdriano Celentano
RegiaAdriano Celentano
Casa di produzioneRAI
Rete televisivaRai Uno

«Attenzione, questo programma va ascoltato ad alto volume»

(Frase che introduceva la sigla della trasmissione)

Rockpolitik è stata una trasmissione televisiva condotta da Adriano Celentano, andato in onda dal 20 ottobre al 10 novembre 2005, per 4 puntate su Rai 1.

Indice

AntefattiModifica

Ciò che caratterizzò tutta la produzione fu la totale carta bianca data a Celentano. Non solo Celentano non fu sottoposto ad alcun tipo di censura, ma neanche ad alcun tipo di controllo, quindi nessuno tranne lui e i suoi collaboratori (e il pubblico presente nelle varie puntate) sapevano cosa sarebbe andato in onda nelle serate. Il clima di attesa e di preoccupazione era tale che l'allora direttore di Rai 1 Fabrizio Del Noce si autosospese dall'incarico per tutta la durata della trasmissione.[senza fonte]

StrutturaModifica

Come rivelato dal quotidiano La Repubblica, Celentano è l'ideatore, autore, direttore artistico, regista, conduttore, interprete principale, nonché ideatore e curatore del montaggio della replica su Rai Extra[1]. Per la realizzazione della trasmissione, la Rai avrebbe pagato a Celentano un compenso di 1 milione e 400 mila euro complessivi, pari a 350.000 euro per ogni puntata dello show.[2]

CaratteristicheModifica

Lo spettacolo era incentrato sulla politica ed ha lanciato il tormentone rock/lento. Le 4 puntate hanno ottenuto la media del 48% di ascolto[3], grazie anche alla partecipazione di ospiti di notevole spessore.

Oltre a Celentano hanno partecipato alla trasmissione:

Enzo Biagi[4], Beppe Grillo[5] e Daniele Luttazzi[6], per divergenze con la Rai, declinarono l'invito a comparire in trasmissione.

OspitiModifica

AscoltiModifica

La trasmissione ha avuto una media di share nelle quattro puntate del 46% per oltre 11 milioni di spettatori. Il picco di ascolti si è avuto nella seconda puntata, con l'ospitata di Roberto Benigni: 15.625.000 spettatori e il 60,67% di share, alle ore 22.50. Lo share massimo è stato raggiunto durante l'esibizione di Celentano con Eros Ramazzotti di Il ragazzo della via Gluck, sempre nella seconda puntata, con il 69,67%. Tra le 23,15 e 23,40 della seconda puntata, lo share del programma è sempre stato superiore al 65%, ed anche gli spot pubblicitari hanno ottenuto una media del 40%.[1].

PuntateModifica

Messa in onda Telespettatori share
1 20 ottobre 2005 11.649.000 47,19%[7]
2 27 ottobre 2005 12.544.000 49,42%
3 3 novembre 2005 10.201.000 43,04%
4 10 novembre 2005 10.504.000 46,4%[8]
- Media 11.250.000 46,51%

NoteModifica

  1. ^ a b Celentano, numeri da record
  2. ^ Libero, 28 ottobre 2005
  3. ^ Corriere della Sera - «I gay sono rock. Il Papa è hard rock»
  4. ^ Corriere della Sera, 16 ottobre 2005
  5. ^ Il Giornale, 6 ottobre 2005
  6. ^ Adnkronos, 17 ottobre 2005
  7. ^ Ascolti tv: Rockpolitik rallenta
  8. ^ Leandro Palestrini, Celentano chiude con il 46%, ma l'ultima puntata non è da record, in La Repubblica, 11 novembre 2005. URL consultato il 10 gennaio 2015.

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale, su rockpolitik.it. URL consultato l'8 novembre 2007 (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2007).
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione