Rodrigo di Castiglia

quet'ultimo é anche un personaggio del CANTAR DE MIO CID ( canzone di gesta cavalleresche )

Rodrigo Ramirez Rodrigo anche in spagnolo, in portoghese e in galiziano, Roderic, in catalano (prima metà del IX secolo4 ottobre 873), fu il primo conte di Castiglia dall'852 all'873.

Rodrigo
Conte di Castiglia
Stemma
Stemma
In carica852 –
873
Predecessorecarica creata
SuccessoreDiego Rodriguez Porcelos
Nome completoRodrigo Ramirez
Altri titoliconte d'Álava
Nascitaprima metà del IX secolo
Morte4 ottobre 873
PadreRamiro I
MadrePaterna
ConsorteSancha Diez d'Asturia[1]
FigliDiego Rodriguez Porcelos e
una figlia

Origine modifica

Secondo la maggioranza degli storici e, come riporta la Historia genealógica y heráldica de la monarquía española, Volume 1 fu il figlio del re delle Asturie, Ramiro I e della sua seconda moglie, Paterna[2], che secondo la Historia Silense[3] era di origine castigliana[4], quindi fu il fratellastro del re delle Asturie, Ordoño I[5].
Sia secondo il Sebastiani Chronicon[6] che la CRONICA ROTENSIS[7] Ramiro era figlio del re delle Asturie, Bermudo I e della moglie, Ozenda (o Numila o Imila), che secondo la Memorias de las reynas catholicas potrebbe essere il diminutivo di Adosinda[8].

Biografía modifica

 
Miniatura della Reconquista.
 
Disegno archeologico d'Amaya, dove Rodrigo soggiornò frequentemente.
Contea di Castiglia
Castiglia
 

Rodrigo
Figli
Diego
Figli
  • Rodrigo
  • Gonzalo
  • Marello
  • Diego
  • Fernando
  • Gutina
  • Asura
  • Gomez
Nuño Muñoz
Figli
Gonzalo Téllez
Figli
  • Munio Gonzales
Nuño Nuñez
Gonzalo Fernández
Figli
Fernando Ansúrez
Figli
Nuño Fernández
Figli
  • Diego Nuñez
Gutier Núñez
Ferdinando Gonzales
Figli
Ansur Fernández
Figli
  • Fernando
  • Teresa
  • Oveco
  • Munio
  • Gutierre
  • Gonzalo
García Fernández
Figli
Sancho
Figli
García
Munia con Sancho III Garcés di Navarra
Ferdinando
Modifica
 
La penisola iberica nel 910. La Castiglia comincia ad apparire sulle carte geografiche

Ancora secondo la Historia genealógica y heráldica de la monarquía española, Volume 1, nell'852, gli fu concesso il governo della provincia orientale del regno delle Asturie, cioè fu creata per lui, da re, Ordoño I la contea di Castiglia[2].

Rodrigo lottò a fianco del fratellastro, Ordoño I, in molte battaglie della Reconquista contro i musulmani, incluso l'assedio ed il saccheggio (859) di Albaida (l'attuale Albelda de Iregua), come riporta la Cronica de Alfonso III[9].

Rodrigo, come ordinato dal re, Ordoño I, ripopolò la città di Amaya, nell'860, come riporta il Chronicon burgense[10].

Nell'863, Ordoño I fu duramente sconfitto da ʿAbd al-Raḥmān, figlio dell'emiro, Muḥammad I, in una battaglia dove persero la vita 19 conti asturiani, come riporta anche, lo storico Rafael Altamira[11], mentre a Bureba, i Mori sconfiggevano Rodrigo, primo conte di Castiglia, fermando così la Reconquista per molti anni.

Dopo la morte di Ordoño I, Rodrigo fu al fianco del successore, Alfonso III, contro il fratello di Alfonso III, Fruela delle Asturie, come viene attestato da un documento datato 20 gennaio 867, con il quale re Alfonso III attribuisce alla cattedrale di Santiago di Compostela il villaggio di Carcacía (attualmente parte del comune galiziano di Padrón), che era stato occupato da Fruela Bermúdez. Nel documento Rodrigo compare come cofirmatario, assieme al conte Pedro Theón, come riporta El condado de Castilla, 711-1038: la historia frente a la leyenda, Volume 2[12].

Tra l'867 e l'868, soffocò la ribellione della città di Álava, guidata da un nobile locale, Eglyón ed ottenne il governo di quella contea sino all'870, data in cui compare un nuovo conte di Álava, Vela Jiménez.

Alla sua morte, nell'873, il titolo di conte di Castiglia passò a suo figlio, Diego Rodriguez Porcelos[2].

Discendenza modifica

Dalla moglie, che per alcuni storici era Sancha Diez d'Asturia, ebbe due figli[13]:

Ascendenza modifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Fruela di Cantabria Pietro di Cantabria  
 
 
Bermudo I delle Asturie  
Menina Gundersindez  
 
 
Ramiro I delle Asturie  
 
 
 
Ozenda/Numila/Imila  
 
 
 
Rodrigo di Castiglia  
 
 
 
 
 
 
 
Paterna  
 
 
 
 
 
 
 
 

Note modifica

  1. ^ Sancha Diez d'Asturia è stata identificata come moglie solo da alcuni storici.
  2. ^ a b c d (ES) #ES Historia genealógica y heráldica de la monarquía española, Volume 1, pag. 189
  3. ^ La Historia Silense è una cronaca medioevale della penisola iberica, scritta in latino, che riguarda il periodo dei Visigoti e arriva sino al primo anno di regno di Alfonso VI, re di León dal 1065 al 1072 e re di León (incluso il regno di Galizia) e Castiglia dal 1072.
  4. ^ (LA) #ES Historia Silense, pag. 28
  5. ^ Altri storici sostengono che dato che, nell'852, Rodrigo avrebbe potuto avere non più di circa nove anni, era un membro della famiglia di Paterna.
  6. ^ (LA) #ES España sagrada. Volumen 13, Sebastiani Chronicon, item 23, pag. 487
  7. ^ (LA) #ES CRONICA ROTENSIS, pag. 15, nº 23
  8. ^ (ES) #ES Memorias de las reynas catholicas, Reyna Dona Ozenda, pagg. 56 - 61
  9. ^ (LA) #ES Cronica de Alfonso III, pag. 82
  10. ^ (LA) #ES España sagrada. Volumen 23, Chronicon burgense, pag. 307, anno 860
  11. ^ Rafael Altamira, "Il califfato occidentale", in "Storia del mondo medievale", vol. II, 1999, pag. 486
  12. ^ (ES) #ES El condado de Castilla, 711-1038: la historia frente a la leyenda, Volume 2, pag. 159
  13. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: CONDES en CASTILLA, descendants of Conde RODRIGO - RODRIGO

Bibliografia modifica

Fonti primarie modifica

Letteratura storiografica modifica

Voci correlate modifica

Collegamenti esterni modifica