Apri il menu principale

Roger Haight

gesuita e teologo statunitense

Roger Haight, S.I. (1936) è un gesuita e teologo statunitense, scrittore religioso e accademico, noto per le sue opere di cristologia.

Cenni biograficiModifica

Haight si è laureato nel 1960 e specializzato con laurea magistrale in Filosofia nel 1961 presso il Berchmans College, Cebu City, Filippine; ha inoltre conseguito il suo baccalaureato in Teologia al Seminario gesuita del Woodstock College, Maryland nel 1967. Ha ottenuto il Master universitario in Teologia nel 1969 e il Dottorato di ricerca in Teologia nel 1973 dalla University of Chicago; ha poi conseguito lo S.T.L. presso la Scuola Gesuita di Teologia di Chicago.

Haight è stato Presidente della Catholic Theological Society of America e ha ricevuto il premio di “Alumnus of the Year, 2005” dalla Divinity School della University of Chicago nell'aprile 2006. Ha insegnato alle scuole universitarie gesuite di teologia a Manila, Chicago, Toronto e Cambridge (Massachusetts). È stato inoltre Professore invitato a Lima, Nairobi, Parigi e nella città di Pune in India. Haight è attualmente "accademico residente" presso lo Union Theological Seminary a New York.

ControversieModifica

Nel 2004, il Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede del Vaticano (ufficio all'epoca detenuto dal Cardinale Joseph Ratzinger, futuro papa) vietava a Roger Haight "l'insegnamento della teologia cattolica finché le sue posizioni non [venissero] rettificate così da essere in piena conformità con la dottrina della Chiesa".[1] Tale divieto gli impediva di insegnare presso il collegio gesuita di Weston School of Theology, a causa di questioni dottrinali contenute nel suo libro Jesus Symbol of God (Gesù Simbolo di Dio) (Orbis, 1999). Questo libro aveva ottenuto nel 1999 il 1º Premio di teologia, assegnato dalla Associazione Stampa Cattolica USA. Successivamente, sempre nel 2004, passava ad insegnare presso lo Union Theological Seminary di New York, importante seminario multi-confessionale, in qualità di professore aggiunto di teologia. Nel 2005, Haight ha scritto The Future of Christology (Il Futuro della Cristologia) in risposta alle questioni succitate e ai problemi esposti dal suo precedente Jesus Symbol of God. Nel gennaio 2009 la Congregazione per la Dottrina della Fede ha pubblicamente vietato a Haight di scrivere di teologia e di insegnare ovunque, anche presso istituti non cattolici.[2]

Il Vaticano si oppone ai tentativi di Haight di separare la Cristologia dai concetti filosofici greci, in particolare in relazione alla formulazione del mistero della Trinità, l'interpretazione della divinità di Cristo e il ruolo soteriologico di Gesù. I chiarimenti forniti da Haight nel 2000 furono giudicati insoddisfacenti dalla Congregazione per la Dottrina della Fede, e nel gennaio 2001 la Congregazione svolse un'inchiesta formale. Da allora Haight ha mantenuto le posizioni del suo primo e contestato libro, dichiarando che la teologia moderna deve essere proposta in dialogo col mondo post-moderno: "in una cultura postmoderna con la sua coscienza pluralistica, uno non può più pretendere la superiorità del Cristianesimo sulle altre religioni, o di Cristo quale centro assoluto rispetto cui tutte le altre mediazioni di salvezza sono relative. Ciò significa che le affermazioni di fede, particolarmente nell'area della Cristologia, devono essere ripensate e interpretate nuovamente, in un contesto culturale e linguistico differente da quello formulato inizialmente."[3]

NoteModifica

  1. ^ Cfr. testo della notifica su sito web vaticano, pagine della Congregazione per la Dottrina della Fede in data 13 dicembre 2004.
  2. ^ Oltre alla notificazionbe vaticana, si veda articolo su Commonweal; articolo su La Repubblica e riportato su Chiesa Espresso; cf. anche "Doctrinal jousting".
  3. ^ Cit. su "The Vatican's Quarrel with Roger Haight" Archiviato l'8 gennaio 2013 in Internet Archive., articolo di Thomas P. Rausch.

BibliografiaModifica

  • Jesuit Postmodern: Scholarship, Vocation, and Identity in the 21st Century, Francis X. Clooney (ed.), con saggi di Roger Haight, Ronald Anderson, James Bernauer, Thomas J. Brennan, et al., Lexington Books (2006). ISBN 978-0739114018
  • The Experience and Language of Grace, Paulist Press International (2005). ISBN 978-0809122004
  • Christian Community in History Volume 1: Historical Ecclesiology, Continuum International Publishing Group (2004). ISBN 978-0809122004
  • Christian Community in History Volume 2: Comparative Ecclesiology, Continuum International Publishing Group (2005). ISBN 978-0826416315
  • Christian Community in History, Volume 3: Ecclesial Existence, Continuum International Publishing Group (2008). ISBN 978-0826429476
  • The Future of Christology, Continuum International Publishing Group (2005). ISBN 978-0826417640
  • Jesus Symbol of God, Orbis Books (1999). ISBN 978-1570752476
  • Dynamics of Theology, Paulist Press International (1990). ISBN 978-0809131778
  • Alternative Vision: Interpretation of Liberation Theology, Paulist Press International (1985). ISBN 978-0809126798

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN45580114 · ISNI (EN0000 0001 2024 9784 · LCCN (ENn79083439 · GND (DE123485738 · BNF (FRcb127158666 (data) · WorldCat Identities (ENn79-083439