Apri il menu principale

Roger Walkowiak

ciclista su strada francese
Roger Walkowiak
Portrait de Roger Walkowiak (2008).jpg
Nazionalità Francia Francia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1960
Carriera
Squadre di club
1950 Riva-Sport
1951 Gitane
1952 Gitane
Peugeot
1953-1954 Peugeot
1955 Gitane
1956 Saint-Raphaël
1957-1959 Peugeot
1960 Peugeot
Saint-Raphaël
Nazionale
1951-1958 Francia Francia
Statistiche aggiornate al luglio 2011

Roger Walkowiak (Montluçon, 2 marzo 1927Vichy, 6 febbraio 2017[1]) è stato un ciclista su strada francese. Professionista dal 1950 al 1960, vinse il Tour de France 1956 e due tappe della Vuelta a España.

CarrieraModifica

Passato professionista nel 1950, ottenne il suo primo successo nel 1952, quando fece sua una tappa al Tour de l'Ouest, gara che peraltro concluse al secondo posto della classifica generale; in quella stessa stagione fu anche terzo nella Grand Prix de Vals-les-Bains[2]. Nel 1951 aveva partecipato al suo primo Tour de France (concluse al cinquantasettesimo posto), mentre nel 1953 ottenne dei piazzamenti nei primi dieci in un paio di tappe. Fra gli altri piazzamenti anche il secondo posto nella Parigi-Nizza e un ottavo nella Milano-Sanremo[2]. Nel 1954 fu terzo al Tour de l'Ouest, l'anno dopo concluse invece secondo il Critérium du Dauphiné Libéré dietro Louison Bobet; aprì quindi il 1956 aggiudicandosi una tappa alla Vuelta a España.

Nel luglio del 1956 partecipò per la terza volta al Tour de France, in rappresentanza del Nord Est-Centro, una delle squadre regionali francesi. Quella quarantatreesima Grande Boucle, orfana del vincitore delle tre precedenti edizioni, il francese Louison Bobet, ma anche degli italiani Fausto Coppi e Gino Bartali e degli svizzeri Hugo Koblet e Ferdi Kübler, prendeva il via con molte incertezze riguardo al possibile vincitore[3]. Il lotto dei papabili si decise nella settima tappa, quando una maxi-fuga di trentuno corridori giunse al traguardo di Angers con 18 minuti e 46 secondi di vantaggio sul resto del gruppo[3]: la vittoria di tappa andò al velocista italiano Alessandro Fantini, mentre fu proprio Walkowiak a vestire la maglia gialla[4].

Il francese perse il simbolo del primato già nella frazione successiva, a favore dell'olandese Gerrit Voorting; a seguire la maglia passò a Jan Adriaensens e, sulle Alpi, a Wout Wagtmans, prima di tornare, al termine dell'ultima tappa alpina, la Torino-Grenoble, proprio sulle spalle di Walkowiak. In quella frazione, vinta da un Charly Gaul ormai fuori dai giochi per il successo finale, il francese, che in graduatoria inseguiva a quattro minuti da Wagtmans, riuscì a guadagnarne ben otto sul belga, ritornando definitivamente in giallo con 3'56" sul connazionale Gilbert Bauvin[5]. La cronometro di Lione permise a Bauvin di recuperare solo parzialmente: fu Walkowiak a vincere quel Tour, a sorpresa ma meritatamente[3], dopo aver indossato per otto giorni il simbolo del primato. A causa del fatto che il Tour e la Vuelta in quel periodo erano corse dalle squadre nazionali, divennero gare di maggior prestigio; fu per questo motivo che vari grandi corridori non italiani, primo fra questi proprio Walkowiak, non corsero mai il Giro d'Italia.

Nel 1957 si aggiudicò un'altra tappa alla Vuelta a España, ritirandosi invece al Tour de France[2]. Iniziò qui anche il suo definitivo declino che lo portò al ritiro nel 1960 senza ottenere più risultati. Dopo la fine della sua carriera ciclistica gestì un distributore di benzina con la moglie fino alla pensione.

Il 29 dicembre 2016, con la morte di Ferdi Kübler, era diventato il più anziano corridore vivente ad aver vinto il Tour de France.

PalmarèsModifica

Grand Prix des industriels du cycle
6ª tappa Tour de l'Ouest
Grand Prix de la ville et des commerçants de Guéret
Circuit des Deux-Ponts - Culan
Classifica generale Tour de France
13ª tappa, 1ª semitappa Vuelta a España
8ª tappa Vuelta a España

Altri successiModifica

Criterium di Gozet
Criterium di Gozet
Criterium di Gozet
Circuito di Saint Vallier
Criterium di Gozet
Circuit du Bulevard - Critérium du Centre
Criterium di Bourbon-Lancy
Criterium di Commentry
Criterium di Sardent
Criterium di Montluçon
10ª tappa, 1ª semitappa Vuelta a España (cronosquadre)
Criterium di Bourganeuf
Criterium di Pontivy
Criterium di Le Creusot

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

1951: 57º
1953: 47º
1956: vincitore
1957: ritirato (18ª tappa)
1958: 75º
1956: ritirato (16ª tappa)
1957: 15º

Classiche monumentoModifica

NoteModifica

  1. ^ Addio a Walkowiak: vinse a sorpresa il Tour del '56 Gazzetta.it
  2. ^ a b c (FR) Palmarès de Roger Walkowiak, www.memoire-du-cyclisme.net. URL consultato il 29 febbraio 2012.
  3. ^ a b c (FR) 43ème Tour de France 1956, www.memoire-du-cyclisme.net. URL consultato il 29 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2012).
  4. ^ (FR) 43ème Tour de France 1956 - 7ème étape, www.memoire-du-cyclisme.net. URL consultato il 29 febbraio 2012.
  5. ^ (FR) 43ème Tour de France 1956 - 18ème étape, www.memoire-du-cyclisme.net. URL consultato il 29 febbraio 2012.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316736691 · ISNI (EN0000 0004 5093 6560 · BNF (FRcb13334799h (data) · WorldCat Identities (EN316736691