Apri il menu principale
Roller Bassano
Hockey su pista Roller hockey pictogram.svg
HRoller Logo.png
HRB, Roller, la Roller
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Rosso e bianco
Dati societari
Città Bassano del Grappa
Paese Italia Italia
Confederazione WSE
Federazione FISR
Campionato Serie A2
Fondazione 1995
Presidente Italia Ottorino Bombieri
Allenatore Italia Ivano Zanfi
Impianto Area Caneva
(300 posti)
Sito web www.hrb-bassano.it
Palmarès

L'Hockey Roller Bassano, meglio noto come Roller Bassano, è una società italiana di hockey su pista con sede a Bassano del Grappa. Costituito nel 1995 è la seconda squadra per importanza di hockey su pista della città di Bassano del Grappa.

StoriaModifica

Le originiModifica

Attualmente militante in serie A2, la squadra è stata fondata nel 1995 da un gruppo di amici appassionati di hockey pista. L'Associazione Sportiva Hockey Roller Bassano ha come soci fondatori: Mario Sabino, Roberto Zonta, Giovanni Galliotto, Francesco Gusella, Roberto Pozzobon e Gastone Bordin. Vivaio hockeystico di grande rilievo, la società ha conseguito numerosi ottimi risultati grazie alle sue squadre giovanili. Alla guida della società si sono succeduti i seguenti presidenti: Mario Sabino per i primi 13 anni, "Checco" Fontana per circa 1 anno e di nuovo Mario Sabino in carica da febbraio a giugno 2010. Da luglio 2010 Ivan Negrello a cui si è avvicendato da ottobre 2012 Francesco Marchesini. Da Luglio 2015 presidente è Ottorino Bombieri, già presidente di Hockey Bassano.

Gli anni duemilaModifica

Nella stagione 2005-2006 il Roller, primo nella classifica di serie A2, è stata promossa in serie A1, rischiando però di ritornare nella seconda serie, salvandosi ai playout nella stagione 2006-2007. Numerosi giocatori del Roller, cresciuti nel settore giovanile, sono stati chiamati a giocare nelle nazionali di categoria, centrando così uno dei più importanti obiettivi della società, basato sulla crescita dei ragazzi del vivaio. Il raggiungimento salvezza viene centrato anche nel 2007-2008, annata guidata per la prima metà stagione da Franco Vanzo, poi avvicendato da Giovanni Galliotto che riesce ad agguantare la permanenza nella massima serie. L'anno successivo la società investe di più sulla squadra, dunque, cercando di dare una "accelerata" alla maturazione agonistica ai ragazzi del vivaio, con l'inserimento dei bassanesi Michele Panizza, Andrea Marangoni, oltre a Mauriçio Videla. Raggiunge così, sotto la guida di Roberto Zonta, un ottimo sesto posto in A1 nel successivo campionato 2008-2009. Quest'ultimo, a causa di incomprensioni con la società, lascia. Campionato 2009-2010: la scelta cade su Mirco De Gerone come guida della prima squadra. L'organico, dopo il mancato accordo tra i due pupilli Sgarbossa e Negrello (che vanno al Trissino), si rinforza con l'arrivo di Sergio Festa che marcherà ben 43 reti al suo attivo a fine stagione. Il risultato di fine campionato rispecchia gli obbiettivi iniziali di "salvezza". Presente in Coppa Europea (Coppa CERS 2009-2010) supera il primo turno per poi scontrarsi con il Benfica; non si qualifica ma fa un'ottima figura.

Gli anni duemiladieciModifica

Lasciati liberi Videla, Festa e Panizza a cui non vengono rinnovati i contratti per questioni di budget, la squadra che affronterà la stagione successiva (2010/2011) si baserà esclusivamente su ragazzi delle giovanili interne, sull'onda della crisi economica, con campagna acquisti azzerata. È confermato alla guida Mirco De Gerone per la prima squadra e Giovanni Galliotto come guida responsabile del settore giovanile e serie B, per il terzo anno consecutivo. Nella stagione 2011/2012, a causa di problemi personali, Galliotto cede la guida della prima squadra al portoghese Nunes, ex fortissimo giocatore. Per rinforzare la rosa, al termine del mercato invernale viene ingaggiato l'esperto oriundo Carlos Carpinelli[1] che ben si amalgama con i giovani interni e contribuisce alla chiusura del campionato ai vertici della seconda categoria..

Nelle stagioni 2010-2011 e 2011-2012, è stata una delle poche società italiane ad ospitare anche una squadra completamente femminile, assieme ad Amatori Lodi, SPV Viareggio, CRESH Eboli e Pattinomania Matera[2]. Già precedentemente, il Roller aveva già ospitato una compagine femminile, vincendo peraltro uno scudetto di categoria nella stagione 2002-2003.

Nel 2015 la società Roller Bassano viene rilevata dall'imprenditore Enrico Fincati titolare della Sind (azienda bassanese) e di fatto proprietario anche dell'altra società bassanese l'Hockey Bassano, il sodalizio viene ufficializzato dal 1º luglio 2015, sotto la direzione del nuovo presidente Ottorino Bombieri e del Direttore Sportivo Alberto Vidale. L'11 settembre 2015, nella sede del Consiglio Comunale di Bassano del Grappa, durante una cerimonia a cui hanno presenziato il Sindaco Riccardo Poletto, l'Assessore allo Sport Oscar Mazzocchin, Ottorino Bombieri presidente di Hockey Roller Bassano, Francesco Marchesini, ex presidente, Massimo Crosara presidente di Hockey Bassano, è stata presentata la nuova realtà nata dalla fusione delle due Società hockeistiche bassanesi che, nel breve periodo, daranno vita ad un'unica realtà, l'Hockey Città di Bassano[3]. Le due Società però si separano nel 2016[4]. Nelle finali nazionali giovanili di Correggio di Giugno 2017 le categorie under 17 e under 20 si qualificano seconde. La stessa under 20 arriva prima in campionato regionale nello stesso anno vincendo il trofeo Boato.

CronistoriaModifica

Cronistoria del Roller Bassano

Quarti di finale play-off.
Semifinale in Coppa Italia.
Semifinale in Coppa Italia.
Ottavi di finale in Coppa CERS.

  • 2010-11 · 14º in Serie A1.   Retrocesso in Serie A2.
Quarti di finale in Coppa Italia.
Semifinali play-off promozione.
Semifinali play-off promozione.
Semifinali play-off promozione.
Semifinali play-off promozione.

Colori e simboliModifica

StruttureModifica

La società Hockey Roller Bassano è diventata dal 2019 gestore dell'Area Caneva, palazzetto costruito esclusivamente per l'hockey su pista e che vede al suo interno una pista 20x40, capienza di 300 persone, 2 spogliatoi (+2 in uso all'associazione calcistica), una palestra e una sala stampa.

SocietàModifica

PalmarèsModifica

StatisticheModifica

Partecipazioni ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie A1 5 2006-2007 2010-2011 5
Serie A2 10 2004-2005 2019-2020 10
Serie B 2 2002-2003 2003-2004 2

Partecipazioni alle coppe europeeModifica

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Miglior risultato
Coppa CERS 1 2009-2010 Ottavi di finale
nel 2009-2010

OrganicoModifica

GiocatoriModifica

Staff tecnicoModifica

  • 1º Allenatore:
  • 2º Allenatore:
  • Meccanico:

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Guida ai campionati italiani di hockey su pista 2015-2016, Milano, Lega Nazionale Hockey, 2015, ISBN non esistente.
  • Paolo Virdi, 50 minuti di gloria. Gli anni moderni dell'hockey pista. Volume 1, Lodi, Lodinotizie, 2012, ISBN 978-88-908803-0-8.
  • Paolo Virdi, 50 minuti di gloria. Gli anni moderni dell'hockey pista. Volume 2, Lodi, Lodinotizie, 2013, ISBN 978-88-908803-1-5.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  • [1] Sito Ufficiale
  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport