Apri il menu principale

Ronnie Quintarelli

pilota automobilistico italiano
Ronnie Quintarelli
Ronnie Quintarelli.jpeg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 172 cm
Peso 62 kg
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula Renault italiana, Formula Renault Eurocup, Formula Volkswagen tedesca, Formula 3 tedesca, Formula 3 giapponese, Formula Nippon, Super GT
Palmarès
Campione All-Japan Formula 3 2004
Campione Super GT 2011, 2012 2014, 2015
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 31 dicembre 2016

Ronnie Quintarelli (Negrar, 9 agosto 1979) è un pilota automobilistico italiano attualmente impegnato nel campionato giapponese Super GT. Portacolori del team NISMO, squadra ufficiale del marchio Nissan, è il pilota più titolato nella storia della categoria con quattro campionati conquistati tra 2011 e 2015. Da tempo impegnato nella beneficenza a favore delle vittime dei terremoti, è stato nominato nel 2016 Ufficiale dell'Ordine della Stella d’Italia.

CarrieraModifica

Gli iniziModifica

Quintarelli inizia la sua carriera di pilota nel karting nel 1990, conquistando due volte il secondo posto nel Campionato Mondiale della Formula Super A ed il titolo europeo della Formula C.[1] Pur essendo passato al professionismo, ha continuato a partecipare sporadicamente a competizioni in kart, in particolare nel Campionato Asia Pacifico. Compiendo il salto verso l’automobilismo, Quintarelli debutta nelle gare Formula nel 2000 prendendo parte alla Formula Renault italiana e ottenendo il terzo posto in campionato all’esordio con il Prema Powerteam. Dopo aver disputato la Eurocup Formula Renault 2.0 e la Formula 3 tedesca nel 2001, partecipa alla stagione 2002 della Formula Volkswagen tedesca chiudendo al secondo posto.

Il trasferimento in GiapponeModifica

A partire dal 2003, Quintarelli si trasferisce in Giappone per prendere parte all’All-Japan Formula Three Championship. Classificatosi quarto nella stagione d’esordio, conquista il titolo nell’edizione successiva, nel 2004.[2] Negli anni seguenti diventa anche pilota collaudatore della Midland F1 Racing (poi Spyker F1) e dal 2005 prende parte a Formula Nippon e Super GT cogliendo la prima vittoria nella massima formula nipponica sul cirucito di Okayama nel 2007. Sempre nel 2005 era arrivato il suo primo successo nelle competizioni Gran Turismo, alla 1000 km di Suzuka insieme ad André Couto e Hayanari Shimoda.

Super GTModifica

In seguito alla vittoria di Suzuka, arrivano anche le prime esperienze nel Super GT, campionato di riferimento nel motorsport del sol levante. La prima partecipazione è nel 2005 al volante di una Toyota Supra schierata dal Team Sard. Dopo due stagioni part-time sotto le insegne Lexus, Quintarelli cambia casacca e passa alla Nissan a partire dalla stagione 2008, nella quale conquista anche la sua prima affermazione nella serie a Motegi a bordo della nuova GT-R.

 
Quintarelli nel Super GT 2014 a Suzuka

Gli anni seguenti portano ulteriori successi e piazzamenti in gara, ma la svolta avviene nel 2011 quando, con la neo-formata scuderia S Road MOLA e insieme a Masataka Yanagida, Quintarelli mette a segno il suo primo titolo, ripetendosi poi nel 2012 grazie a due vittorie e tre piazzamenti a podio.[3][4] I risultati conseguiti convincono la Nissan ad affidare a Quintarelli la vettura di punta del marchio, la numero 23 del Team Ufficiale NISMO, che dal 2005 non era più riuscito nell’intento di conquistare il titolo. Dopo un primo anno di apprendistato nel 2013 insieme a Yanagida, Quintarelli viene affiancato da Tsugio Matsuda, in una stagione che vede la serie affrontare una rivoluzione regolamentare sia a livello telaistico che di motore, in una collaborazione con il campionato tedesco DTM. Dopo due piazzamenti a punti nelle prime gare, una vittoria e due secondi posti regalano al duo italo-giapponese la leadership del campionato e, nonostante un passo fasso in Thailandia a Buriram, una netta vittoria nella tappa finale a Motegi porta Quintarelli ed il compagno di scuderia al titolo.[5] Il 2015 vede Matsuda e Quintarelli inseguire per quasi tutta la stagione, in una dura battaglia con i compagni di marca Joao Paulo de Oliveira e Hironobu Yasuda. Tuttavia, il secondo posto centrato nell’ultimo round di Motegi consegna al team NISMO il secondo titolo consecutivo, il quarto per Quintarelli che diventa così il pilota più vincente nella storia della serie.[6][7] Reduce da due stagioni straordinarie, il team NISMO si presenta con una formazione invariata al via del 2016 ma l’annata ha un andamento del tutto opposto rispetto alla precedente: dopo una lunga cavalcata in testa alla graduatoria, una serie di difficoltà incontrate nella doppia tappa finale, sempre sulla pista di Motegi, porta Quintarelli alla terza piazza finale. Nel campionato 2017, la serie vede il predominio delle vetture Lexus, cosa che porta tutti gli avversari, in particolare le scuderie Nissan, ad affrontare un inizio anno particolarmente in salita. Ciononostante, Quintarelli e Matsuda combattono fino alla fine, tornando alla vittoria dopo oltre un anno nell'appuntamento finale di Motegi e concludendo a sole due lunghezze dai vincitori Nick Cassidy e Ryo Hirakawa. Nel 2018, nonostante un inizio estremamente positivo, e una vittoria al Fuji Speedway, Quintarelli e Matsuda concludono il campionato all'ottavo posto, risultando comunque i migliori della pattuglia Nissan. Quintarelli ha annunciato a inizio 2019 la sua rinnovata partecipazione al Super GT col team NISMO.

Vita personaleModifica

Da anni residente a Yokohama, Quintarelli parla correntemente la lingua giapponese e alterna le presenze in pista alle partecipazioni televisive come telecronista della Super Formula ed opinionista sul calcio italiano. Dopo il Terremoto e maremoto del Tōhoku del 2011 ha preso parte a diverse iniziative a supporto delle popolazioni colpite dal sisma insieme all’associazione senza scopo di lucro Italians For Tohoku. Quest’impegno, unito ai risultati sportivi, gli è valso l’onorificenza di Ufficiale dell'Ordine della Stella d'Italia conferitagli dal Presidente Della Repubblica Sergio Mattarella. Dopo il Terremoto del Centro Italia del 2016 ha lanciato, insieme al collega pilota Andrea Caldarelli, una raccolta di fondi internazionale a supporto delle popolazioni colpite, concretizzatasi ad inizio 2017 con una donazione e la consegna di un pick-up al comune di Amatrice.[8]

Risultati sportiviModifica

Anno Categoria Squadra Gare Pole Vittorie Punti Pos.
2000 Formula Renault 2000 Italia Prema Powerteam * 2 1 *
2001 Formula Renault Eurocup Cram Competition 5 1 1 66
Formula 3 Tedesca Opel Team KMS 10 0 0 5 25°
2002 Formula Volkswagen Team Penker Racing * 4 2 *
GC-21 Inging Motorsport 1 0 1 - -
2003 All-Japan F3 Inging Motorsport 20 0 0 200
Gran Premio di Macao Inging Motorsport 1 0 0 0
Korea Super Prix Inging Motorsport 1 0 0 0 16°
2004 All-Japan F3 Inging Motorsport 20 4 8 251
Gran Premio di Macao Inging Motorsport 1 0 0 0
Bahrain Super Prix Inging Motorsport 1 0 0 0 22°
2005 Formula Nippon Kondo Racing Team 6 0 0 12
Super GT (GT500) Team SARD 8 0 1 21 16°
1000 km Suzuka (Pokka 1000 km) Team SARD 1 0 0 -
2006 Formula Nippon Inging Motorsport 9 0 0 6 10°
Super GT (GT500) Team Cerumo 1 0 0 9 24°
Formula One Midland F1 Racing Collaudatore
2007 Formula Nippon Inging Motorsport 9 1 0 27
Super GT (GT500) Team Kraft 3 0 0 2 24°
2008 Formula Nippon Team Cerumo / Inging Motorsport 8 0 1 21.5
Super GT (GT500) Hasemi Motorsport 9 1 1 39 12°
2009 Super GT (GT500) Hasemi Motorsport 9 1 1 49
2010 Super GT (GT500) Team Impul 7 0 1 47
2011 Super GT (GT500) S Road MOLA 8 1 2 90
2012 Super GT (GT500) S Road MOLA 8 1 2 93
2013 Super GT (GT500) NISMO 8 1 0 50
2014 Super GT (GT500) NISMO 8 2 2 81
2015 Super GT (GT500) NISMO 8 2 2 79
2016 Super GT (GT500) NISMO 8 0 2 62
2017 Super GT (GT500) NISMO 8 1 1 82
2018 Super GT (GT500) NISMO 8 1 1 43

Super GTModifica

Anno Squadra Vettura Classe 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pos. Punti
2005 Team SARD Toyota Supra GT500 OKA
8
FUJ
Ret
SEP
9
SUG
2
MOT
14
FUJ
12
AUT
11
SUZ
11
16° 21
2006 Lexus Team Cerumo Lexus SC430 GT500 SUZ OKA FUJ SEP SUG SUZ
7
MOT AUT FUJ 24° 9
2007 Lexus Team Kraft Lexus SC430 GT500 SUZ OKA FUJ SEP
11
SUG
9
SUZ
Ret
MOT AUT FUJ 24° 2
2008 Hasemi Motorsport Nissan GT-R GT500 SUZ
15
OKA
10
FUJ
15
SEP
9
SUG
11
SUZ
5
MOT
1
AUT
6
FUJ
13
12° 39
2009 Hasemi Motorsport Nissan GT-R GT500 OKA
12
SUZ
13
FUJ
7
SEP
1
SUG
9
SUZ
2
FUJ
6
AUT
8
MOT
12
49
2010 Team Impul Nissan GT-R GT500 SUZ
Ret
OKA
4
FUJ
6
SEP
1
SUG
4
SUZ
12
FUJ
C
MOT
5
47
2011 S Road MOLA Nissan GT-R GT500 OKA
6
FUJ
10
SEP
2
SUG
1
SUZ
2
FUJ
7
AUT
2
MOT
2
90
2012 S Road MOLA Nissan GT-R GT500 OKA
7
FUJ
8
SEP
14
SUG
3
SUZ
1
FUJ
2
AUT
1
MOT
2
93
2013 NISMO Nissan GT-R GT500 OKA
3
FUJ
Ret
SEP
9
SUG
3
SUZ
2
FUJ
9
AUT
8
MOT
8
50
2014 NISMO Nissan GT-R GT500 OKA
7
FUJ
8
AUT
1
SUG
14
FUJ
2
SUZ
2
BUR
10
MOT
1
81
2015 NISMO Nissan GT-R GT500 OKA
13
FUJ
1
BUR
5
FUJ
4
SUZ
7
SUG
6
AUT
1
MOT
2
79
2016 NISMO Nissan GT-R GT500 OKA
1
FUJ
1
SUG
9
FUJ
4
SUZ
6
BUR
14
MOT
9
MOT
7
62
2017 NISMO Nissan GT-R GT500 OKA
7
FUJ
4
AUT
5
SUG
4
FUJ
2
SUZ
2
CHA
9
MOT
1
82
2018 NISMO Nissan GT-R GT500 OKA
5
FUJ
1
SUZ
6
CHA
12
FUJ
9
SUG
7
AUT
15
MOT
7
43

OnorificenzeModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica