Rosanna Carteri

soprano italiano

Rosanna Carteri (Verona, 14 dicembre 1930Monte Carlo, 25 ottobre 2020[1]) è stata un soprano italiano.

Rosanna Carteri nel 1964

BiografiaModifica

Veronese di nascita, ma padovana d'adozione, dopo aver vinto un concorso lirico indetto dalla RAI, esordì nel 1949, a soli 19 anni, nel ruolo di Elsa in Lohengrin alle Terme di Caracalla, divenendo ben presto uno dei giovani soprani più apprezzati in personaggi come Alice, Micaela, Liù, Marguerite.

Dall'inizio degli anni cinquanta la carriera fu un susseguirsi di successi in tutto il mondo, con l'aggiunta in repertorio di ruoli sempre più importanti, come Desdemona e Violetta. Nel 1951, in La Cecchina ossia La buona figliuola di Niccolò Piccinni, debuttò alla Scala, dove fu presente regolarmente fino ai primi anni sessanta in titoli come La bohème, L'elisir d'amore, Turandot (Liù). Nel 1952 debuttò al Festival di Salisburgo come Desdemona, con la direzione di Wilhelm Furtwängler, e nel 1954 negli Stati Uniti, all'Opera di San Francisco, come Mimì. Nel 1960 esordì alla Royal Opera House di Londra in Tosca e nel 1961 all'Opera di Parigi ne La traviata. Interpretò anche opere contemporanee: Ifigenia e Il calzare d'argento di Ildebrando Pizzetti, Proserpina e lo straniero di Juan José Castro, Il mercante di Venezia di Mario Castelnuovo-Tedesco.

Fu protagonista di diverse edizioni televisive: Otello, La traviata, Manon, Falstaff, Le nozze di Figaro. Nel 1953 fece parte del cast del film Puccini ed ebbe anche una parentesi nella musica leggera, incidendo nel 1960 per la Columbia un 45 giri con due canzoni in gara quell'anno al Festival di Sanremo: È vero e Quando vien la sera. In quello stesso anno fu protagonista di una serie di Carosello per la Plasmon, dedicata alle più famose ninne nanne.

Nel 1966, a soli 36 anni, annunciò il ritiro dalle scene; ritiro durato fino al 1971, quando riapparve per breve tempo per poche esibizioni, abbandonando poi definitivamente l'attività artistica.

Si sposò con l'imprenditore padovano Franco Grosoli ed ebbe una figlia e un figlio. Nel 1975 si trasferì nel Principato di Monaco, seguendo il marito costretto a lasciare l'Italia perché a rischio di rapimento a scopo d'estorsione. Da allora si stabilì a Monte Carlo, dove si spense alle soglie dei novant'anni.

DiscografiaModifica

 
Rosanna Carteri durante un balletto televisivo nel 1956

Incisioni in studioModifica

Registrazioni dal vivoModifica

VideoModifica

 
Rosanna Carteri ne Le nozze di Figaro RAI 1956

45 giriModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN2612663 · ISNI (EN0000 0000 8093 0136 · SBN IT\ICCU\BVEV\096585 · Europeana agent/base/18119 · LCCN (ENn82101520 · GND (DE134567080 · BNF (FRcb13184996q (data) · BNE (ESXX880157 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n82101520