Apri il menu principale

Rosso Canosa riserva

vino DOC pugliese
Rosso Canosa
Dettagli
StatoItalia Italia
Resa (uva/ettaro)140 q
Resa massima dell'uva70,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
12,5%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
13,0%
Estratto secco
netto minimo
24,0‰
Riconoscimento
TipoDOC
Istituito con
decreto del
24/02/1979  
Gazzetta Ufficiale del20/07/1979,
n 198
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

Il Rosso Canosa riserva è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia di Barletta-Andria-Trani.

Indice

Caratteristiche organoletticheModifica

  • colore: rosso rubino, più o meno intenso, tendente ad assumere riflessi arancioni con l'invecchiamento.
  • odore: alcolico, gradevole, con profumo caratteristico.
  • sapore: asciutto, sapido di buon corpo, giustamente tannico con retrogusto amarognolo gradevole.

Cenni storiciModifica

Il Rosso Canosa Doc viene prodotto nel territorio amministrativo del comune di Canosa di Puglia. Tuttavia, tenuto conto delle situazioni tradizionali, è consentito che le operazioni di vinificazione siano effettuate nell'intero territorio dei comuni limitrofi di Barletta, Andria e Minervino Murge. È stata riconosciuta la provenienza di origine controllata nel 1979.

Dal 2001 il Consorzio per la tutela del vino doc Rosso Canosa svolge ufficialmente le funzioni di tutela, valorizzazione e cura generale della denominazione di origine del vino Rosso Canosa.

Abbinamenti consigliatiModifica

Il Rosso Canosa Doc si associa a preparazioni abbastanza strutturate, arrosti con sughi saporiti, selvaggina da pelo, piatti al ragù di carne e carni suine, carni rosse e formaggi pecorini stagionati. Va servito a una temperatura di 16-18 °C in calici per vini rossi di corpo entro tre-cinque anni dalla vendemmia.

ProduzioneModifica

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • nessun dato disponibile
  Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici