Apri il menu principale
Roy Andersson

Roy Andersson (Göteborg, 31 marzo 1943) è un regista svedese.

Indice

BiografiaModifica

Roy Andersson si cimenta inizialmente in cortometraggi amatoriali, per poi dirigere nel 1970 il suo primo lungometraggio En kärlekshistoria (Una storia d'amore svedese), che riceve numerosi premi cinematografici e partecipa al Festival di Berlino. Il suo secondo film è Giliap, uscito nel 1975 senza riscuotere il successo del precedente. In seguito, Andersson dedica gran parte della sua carriera alla regia di spot pubblicitari e di documentari, soprattutto con tematiche politiche e ambientali.

Dopo una lunga assenza dal mondo del cinema, nel 2000 Andersson gira Canzoni del secondo piano, film che riceve il premio della giuria al Festival di Cannes. Si tratta del primo capitolo di una trilogia che mescola la commedia con il fantastico e con toni grotteschi. Negli anni successivi seguono You, the Living (2007), vincitore del Nordic Council Film Prize e presentato al Festival di Cannes, e Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza (2014), con cui vince il Leone d'Oro alla Mostra del Cinema di Venezia[1][2].

FilmografiaModifica

CortometraggiModifica

  • Besöka sin son (1967)
  • Den vita sporten (1968)
  • Hämta en cykel (1968)
  • Lördagen den 5.10 (1969)
  • Någonting har hänt (1987)
  • Härlig är jorden (1991)

LungometraggiModifica

NoteModifica

  1. ^ Venezia, Leone d’oro a Roy Andersson. Coppa Volpi a Alba Rohrwacher, internazionale.it, 6 settembre 2014. URL consultato il 7 settembre 2014.
  2. ^ I vincitori del festival di Venezia, ilpost.it, 6 settembre 2014. URL consultato il 7 settembre 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85449282 · ISNI (EN0000 0000 7841 2313 · LCCN (ENn96106655 · GND (DE129585815 · BNF (FRcb140746014 (data) · WorldCat Identities (ENn96-106655