Apri il menu principale
Rubén Pérez
Real Valladolid - CD Leganés 2018-12-01 (15) (cropped).jpg
Pérez con la maglia del Leganés nel 2018
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 178 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Leganés
Carriera
Giovanili
2002-2004Écija
2004-2008Atlético Madrid
Squadre di club1
2008-2010Atlético Madrid B53 (1)
2010Atlético Madrid1 (0)
2010-2011Deportivo32 (0)
2011-2012Getafe9 (0)
2012-2013Betis25 (1)
2013-2014Elche31 (0)
2014-2015Torino6 (0)
2015-2016Granada45 (0)
2016-Leganés95 (0)
Nazionale
2010-2011Spagna Spagna U-215 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Danimarca 2011
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 settembre 2019

Rubén Salvador Pérez del Mármol, noto semplicemente come Rubén Pérez (Écija, 26 aprile 1989), è un calciatore spagnolo, centrocampista del Leganés.

CaratteristicheModifica

Centrocampista centrale destro di piede e dotato di notevole tecnica e visione di gioco, è sempre stato impiegato come mediano davanti alla difesa[1], potendo inoltre essere utilizzato come regista.

CarrieraModifica

ClubModifica

IniziModifica

Dopo aver mosso i primi passi presso il settore giovanile della squadra della sua città di nascita, l'Écija Balompié, nel 2004 entra a far parte della cantera dell'Atlético Madrid, con la quale disputa da titolare due anni di campionati giovanili. Il 15 maggio 2010 debutta ufficialmente in Primera División in occasione della sconfitta interna per 0-3 contro il Getafe, subentrando al 79' al suo compagno nelle giovanili Borja González.[2]

Prestiti al Deportivo e al GetafeModifica

Nella stagione successiva passa in prestito biennale al Deportivo La Coruña nell'ambito dell'operazione che porta Filipe Luís tra le file dei Colchoneros.[3]. Il 12 settembre successivo fa quindi il suo esordio con la nuova maglia, giocando 80 minuti nello 0-0 esterno con il Siviglia[4]. Promosso titolare dall'allenatore Miguel Ángel Lotina, termina la stagione con 32 presenze e due assist, venendo premiato come giovane rivelazione dell'anno della Liga Spagnola insieme al francese Antoine Griezmann della Real Sociedad e Iker Muniain dell'Athletic Bilbao.

Nella Stagione 2011-2012 il giocatore sembra essere confermato, ma l'ultimo giorno di calciomercato, il 31 agosto 2011 Deportivo La Coruña e Atlético Madrid si accordano per la cessione del giocatore, a titolo temporaneo per un anno, al Getafe[5]. Il giocatore, tuttavia, non trova lo spazio concessogli l'anno precedente, non è mai titolare e a fine anno colleziona in tutto 9 presenze senza reti.

Prestiti al Betis e all'ElcheModifica

Nella Stagione 2012-2013 torna in Andalusia, prelevato in prestito dal Betis. Dopo aver fatto il suo debutto con la maglia biancoverde il 19 agosto 2012 nel 3-5 finale contro l'Athletic Bilbao[6], viene impiegato con notevole regolarità per tutta la durata del campionato, diventando un punto di riferimento importante del centrocampo della squadra allenata da Pepe Mel. Il 5 maggio 2013 mette a segno il suo primo gol in carriera nella sconfitta esterna per 2-4 contro il Barcellona[7]. Disputa in tutto 25 partite, con una rete.

L'anno successivo l'Atlético Madrid lo cede, ancora in prestito, all'Elche del tecnico Fran Escribá, vincitore in precedenza della Segunda División 2012-2013 e neopromosso nella Liga. Per tutto l'anno è titolare inamovibile e contribuisce al conseguimento della salvezza della squadra, giunta con 40 punti al sedicesimo posto finale.

Il prestito al Torino e GranadaModifica

Il 3 luglio 2014 si trasferisce in prestito, con diritto di riscatto, al Torino[8]. Debutta con la maglia granata subentrando a Omar El Kaddouri nei preliminari d'Europa League contro il Brommapojkarna, partita vinta 3-0 dal Toro. Il 24 settembre fa il suo esordio anche in Serie A, nella vittoria esterna per 2-1 contro il Cagliari. Il 22 gennaio 2015, dopo essere rientrato all'Atlético Madrid per fine prestito dal Torino, viene ceduto nuovamente in prestito al Granada, che lo acquista a titolo definitivo l'8 agosto 2015.[9]

NazionaleModifica

Debutta nella Nazionale Under-21 il 2 settembre 2010 partendo dal primo minuto nel match contro i pari età dell'Olanda, valido per le qualificazioni all'Europeo 2011.[10] Nel 2011 trionfa con la sua Nazionale nell'Campionato Europeo di categoria in Danimarca.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 13 settembre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre Coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009-2010   Atlético Madrid PD 1 0 CR 0 0 - - - - - - 1 0
2010-2011   Deportivo PD 32 0 CR 5 0 - - - - - - 37 0
2011-2012   Getafe PD 9 0 CR 1 0 - - - - - - 10 0
2012-2013   Betis Siviglia PD 25 1 CR 5 0 - - - - - - 30 1
2013-2014   Elche PD 31 0 CR 1 0 - - - - - - 32 0
2014-gen. 2015   Torino A 6 0 CI 0 0 UEL 2[11] 0 - - - 8 0
gen.- giu. 2015   Granada PD 14 0 CR 0 0 - - - - - - 14 0
2015-2016 PD 31 0 CR 1 0 - - - - - - 32 0
Totale Granada 45 0 1 0 - - - - 46 0
2016-2017   Leganés PD 30 0 CR 2 0 - - - - - - 32 0
2017-2018 PD 31 0 CR 5 0 - - - - - - 36 0
2018-2019 PD 31 0 CR 1 0 - - - - - - 32 0
2019-2020 PD 3 0 CR 0 0 - - - - - - 3 0
Totale Leganés 95 0 8 0 - - - - 103 0
Totale carriera 244 1 21 0 2 0 - - 267 1

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Rubén Pérez, transfermarkt.it, 15 maggio 2010. URL consultato il 26 febbraio 2014.
  2. ^ Atlético Madrid - Getafe 0-3, worldfootball.net, 15 maggio 2010. URL consultato il 26 febbraio 2011.
  3. ^ (ES) Lendoiro apunta las claves del traspaso de Filipe al Atlético de Madrid, canaldeportivo.com, 25 luglio 2010. URL consultato il 26 febbraio 2011.
  4. ^ Sevilla-Deportivo La Coruna 0-0, transfermarkt.it, 12 settembre 2010. URL consultato il 14 luglio 2014.
  5. ^ (ES) Rubén Pérez llega al Getafe cedido por el Atlético, marca.com, 31 agosto 2011. URL consultato il 14 luglio 2014.
  6. ^ Athletic Club-Real Betis Balompié 3-5, transfermarkt.it, 19 agosto 2012. URL consultato il 14 luglio 2014.
  7. ^ Barcellona-Real Betis Balompié 4-2, transfermarkt.it, 5 maggio 2013. URL consultato il 14 luglio 2014.
  8. ^ Ruben Perez al Toro, torinofc.it, 3 luglio 2014.
  9. ^ UFFICIALE: Granada, arriva l'ex Torino Ruben Perez, tuttomercatoweb.com, 8 agosto 2015.
  10. ^ Spagna U21 2 - 1 Olanda U21, transfermarkt.it, 2 settembre 2010. URL consultato il 26 febbraio 2011.
  11. ^ Nei turni preliminari

Collegamenti esterniModifica