Apri il menu principale
Rudimental
Kylie Speer interviewing Rudimental in 2013.JPG
I Rudimental durante un'intervista del 2013. Da sinistra: DJ Locksmith, Amir Amor, Piers Aggett e Kesi Dryden
Paese d'origineRegno Unito Regno Unito
GenereDrum and bass[1]
Liquid funk[1]
Jungle[1]
Periodo di attività musicale2010 – in attività
EtichettaAsylum, Atlantic, Warner
Black Butter Records
Album pubblicati3
Studio3
Logo ufficiale
Sito ufficiale

I Rudimental sono un gruppo musicale drum and bass britannico, formatosi nel 2010 a Hackney, quartiere di Londra. Il gruppo è composto dai compositori e produttori Piers Agget, Amir Amor, Kesi Dryden e Leon "DJ Locksmith" Rolle e ha raggiunto la notorietà grazie al singolo del 2012 Feel the Love, realizzato insieme al cantautore John Newman e che ha raggiunto la prima posizione della Official Singles Chart e della Official Dance Chart.[2]

Attualmente il gruppo ha all'attivo tre album in studio, il cui primo, intitolato Home, ha debuttato al primo posto nella Official Albums Chart ed è stato certificato doppio disco di platino dalla BPI per le oltre 1.200.000 copie vendute.[3][4]

Indice

Storia del gruppoModifica

Primi anni (2010-2012)Modifica

Aggett, Dryden e Rolle si conobbero già durante la loro adolescenza, crescendo nello stesso quartiere e frequentando le medesima scuola. Attorno al 2010 i tre diedero vita ai Rudimental, il cui nome deriva da un libro per pianoforte usato da Dryden durante la sua infanzia,[5] e firmarono un contratto discografico con la Black Butter Records, pubblicando tra marzo e giugno 2011 i singoli Deep in the Valley e Speeding, i quali hanno visto rispettivamente la partecipazione vocale di MC Shantie e di Adiyam.[6][7]

Durante la metà del 2011 il trio fece la conoscenza di Amir Amor, proprietario dello studio di registrazione Major Toms e con il quale collaborarono alla realizzazione di nuovo materiale, culminato con i brani Spoons, Feel the Love e Not Giving In.[8] Ad Amor fu successivamente proposto di entrare nella formazione, portando così il gruppo a un quartetto[9] mentre il 20 febbraio 2012 Spoons, che ha visto la partecipazione vocale di MNEK e di Syron, fu pubblicato come singolo dalla Black Butter.[10]

Home (2012-2014)Modifica

Nel 2012 il gruppo ha firmato un contratto con la Asylum Records, di proprietà della Warner Music Group, con la quale hanno pubblicato il singolo Feel the Love, uscito il 12 giugno.[11] Il singolo ha visto la partecipazione del cantautore John Newman e ha debuttato alla prima posizione della Official Singles Chart,[2] oltre anche ad essere stato certificato triplo disco di platino in Australia e disco di platino in Nuova Zelanda.[12][13] La collaborazione con Newman è proseguita anche nel singolo successivo del gruppo, Not Giving In, che ha visto anche la partecipazione di Alex Clare. Pubblicato il 12 ottobre,[14] anche Not Giving In ha ottenuto un buon successo, classificandosi al primo posto nella Official Dance Chart[15] e divenendo doppio disco di platino in Australia.[16]

Nel mese di marzo 2013 è stato annunciato il titolo dell'album di debutto del gruppo, Home, e la relativa data di uscita, fissata al 29 aprile.[17] Il disco ha debuttato al primo posto nella Official Albums Chart e, a distanza di appena dieci giorni, ha ottenuto la certificazione come disco d'oro dalla BPI per le oltre 100.000 copie vendute.[3][4][18] Poco prima della sua pubblicazione, i Rudimental avevano pubblicato un ulteriore singolo, intitolato Waiting All Night e uscito il 12 aprile 2013.[19]

In seguito alla pubblicazione di Home, i Rudimental hanno proseguito la promozione dell'album rendendo disponibili altri tre singoli: Right Here, anticipato a inizio luglio dal videoclip[20] e successivamente pubblicato digitalmente il 18 agosto 2013,[21] Free, pubblicato digitalmente il 19 novembre[22] e fisicamente il 17 gennaio 2014,[23] e Powerless,[24] il quale ha ricevuto un videoclip 29 gennaio 2014.[25]

We the Generation (2014-2016)Modifica

Nel corso del 2014 i Rudimental hanno contribuito alla composizione del brano Bloodstream del cantautore britannico Ed Sheeran, successivamente inserito nel suo secondo album X. Nel mese di dicembre dello stesso anno è stato rivelato che i Rudimental e Sheeran hanno realizzato una seconda versione del brano,[26] pubblicata come singolo il 27 febbraio 2015.[27]

Il 27 aprile 2015 è stato presentato il singolo Never Let You Go, che ha anticipato il secondo album in studio del gruppo.[28] Intitolato We the Generation, quest'ultimo era inizialmente previsto per il 18 settembre 2015 (data successivamente spostata al 2 ottobre) e contiene collaborazioni con vari artisti, tra cui una con Bobby Womack, scomparso nel giugno 2014.[29] Ad anticipare l'album sono stati anche il videoclip di Rumour Mill, uscito il 22 giugno,[30] il brano Love Ain't Just a Word e i singoli I Will for Love e Lay It All on Me.[31][32][33]

Singoli inediti, Toast to Our Differences (2016-presente)Modifica

 
Il cantante Thomas Jules e DJ Locksmith in concerto nel 2016

Il 26 agosto 2016 i Rudimental hanno pubblicato per il download digitale il singolo inedito Healing, registrato in collaborazione con J Angel e precedentemente suonato durante i DJ set di vari artisti, tra cui anche Calvin Harris.[34]

Il 30 giugno 2017 è stata la volta di Sun Comes Up, che ha visto la partecipazione vocale di James Arthur;[35] in seguito alla sua uscita sono stati pubblicati svariati remix del brano, oltre al videoclip ufficiale, reso disponibile a partire dal 12 settembre attraverso il loro canale YouTube.[36] Intorno allo stesso periodo hanno collaborato con il DJ britannico Sub Focus alla realizzazione del brano Trouble, pubblicato come singolo il 18 agosto;[37] al termine dell'anno è uscito un ulteriore singolo inedito, No Fear, realizzato con il duo statunitense The Martinez Brothers.[38]

Il 19 gennaio 2018 il quartetto ha pubblicato il singolo These Days, realizzato con la partecipazione di Jess Glynne, Macklemore e Dan Caplen.[39] Dopo aver mantenuto per sette settimane consecutive la seconda posizione nella Official Singles Chart, il singolo ha conquistato la vetta della classifica, divenendo il terzo nella carriera dei Rudimental a raggiungere tale obiettivo.[40]

Il 21 aprile Healing e No Fear sono stati ripubblicati come doppio singolo 12" in occasione dell'annuale Record Store Day.[41]

Il 25 maggio il gruppo ha annunciato il terzo album in studio Toast to Our Differences, originariamente previsto per il 7 settembre, e presentato il videoclip del singolo omonimo, realizzato insieme a Shungudzo, Protoje e Hak Baker,[42] mentre il 15 giugno è stata la volta del quarto singolo Let Me Live in collaborazione con i Major Lazer.[43]

Successivamente i Rudimental hanno posticipato la pubblicazione dell'album al 25 gennaio 2019 per poi annunciare le collaborazioni definitive in esso presenti, tra cui Tom Walker (nel quinto singolo Walk Alone), Rita Ora (nel sesto singolo Summer Love) e i Ladysmith Black Mambazo.[44]

FormazioneModifica

Attuale
Turnisti
  • Thomas Jules – voce, cori (2012-presente)
  • Anne-Marie – voce, cori (2012-presente)
  • Will Heard – voce, cori, sassofono (2015-presente)
  • Bridgette Amofah – voce, cori (2015-presente)
  • Beanie – batteria (2012-presente)
  • Mark Crown – tromba (2012-presente)
  • Taurean Antoine-Chagar – sassofono (2012-presente)
Ex-turnisti
  • Becky Hill – voce, cori (2012-2014)
  • Ella Eyre – voce, cori (2012-2014)
  • Sinead Harnett – voce, cori (2012-2014)

DiscografiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Rudimental.

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Rudimental, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 21 settembre 2013.
  2. ^ a b (EN) Official Singles Chart Top 100: 03 June 2012 - 09 June 2012, Official Charts Company. URL consultato il 15 agosto 2013.
  3. ^ a b (EN) Official Albums Chart Top 100: 05 May 2013 - 11 May 2013, Official Charts Company. URL consultato il 14 agosto 2013.
  4. ^ a b (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 30 giugno 2018.
  5. ^ (EN) Bernadette McNulty, Mercury Prize 2013: Rudimental bring the love, The Daily Telegraph, 30 ottobre 2013. URL consultato il 26 settembre 2015.
  6. ^ Deep in the Valley (feat. MC Shantie) - EP, iTunes, 14 marzo 2011. URL consultato il 15 agosto 2013.
  7. ^ Speeding (Remixes) [feat. Adiyam] - EP, iTunes, 13 giugno 2011. URL consultato il 15 agosto 2013.
  8. ^ (EN) Carly Wilford, INTERVIEW ::: Rudimental, IAmMusic.TV, 16 settembre 2013. URL consultato il 26 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2015).
  9. ^ (EN) interview: rudimental, MTV, 30 settembre 2013. URL consultato il 26 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2015).
  10. ^ Spoons (feat. MNEK & Syron) - Single, iTunes, 23 febbraio 2012. URL consultato il 15 agosto 2013.
  11. ^ Feel the Love (Remixes) [feat. John Newman] - EP, iTunes, 12 giugno 2012. URL consultato il 15 agosto 2013.
  12. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2012 Singles, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 15 agosto 2013.
  13. ^ (EN) NZ Top 40 Singles Chart: Week 12 November 2012, The Official New Zealand Music Chart, 12 novembre 2012. URL consultato il 15 agosto 2013.
  14. ^ Not Giving In (feat. John Newman & Alex Clare) - Single, iTunes, 12 ottobre 2012. URL consultato il 15 agosto 2013.
  15. ^ (EN) Official Dance Singles Chart Top 40: 25 November 2012 - 01 December 2012, Official Charts Company. URL consultato il 15 agosto 2013.
  16. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2013 Singles, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 15 agosto 2013.
  17. ^ (EN) rudimental reveal debut album details, MTV UK, 6 marzo 2013. URL consultato il 26 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2015).
  18. ^ (EN) Rudimental, Our debut album HOME has gone Gold in the UK, Tumblr, 16 maggio 2013. URL consultato il 14 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2015).
  19. ^ Waiting All Night - EP, iTunes, 12 aprile 2012. URL consultato il 15 agosto 2013.
  20. ^   Rudimental - Right Here feat. Foxes (Official Video), su YouTube, 5 luglio 2013. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  21. ^ Right Here (Remixes) [feat. Foxes] - EP, iTunes. URL consultato il 23 ottobre 2013.
  22. ^ Free (feat. Emeli Sandé) [Remixed] EP, iTunes. URL consultato il 21 febbraio 2014.
  23. ^ (DE) FREE(2TRACK), Warner Music Group. URL consultato il 21 febbraio 2014.
  24. ^ (EN) Our next and final single from our album Home will be Powerless ft Becky Hill, Rudimental, 16 gennaio 2014. URL consultato il 21 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 26 february 2014).
  25. ^   Rudimental - Powerless feat. Becky Hill (Official Video), su YouTube, 29 gennaio 2014. URL consultato il 21 febbraio 2014.
  26. ^ (EN) Want To Know Who Ed Sheeran's Teamed Up With For His Next Single?, MTV, 12 dicembre 2014. URL consultato il 5 aprile 2015.
  27. ^ Bloodstream - Single, iTunes. URL consultato l'11 maggio 2015.
  28. ^ (EN) Leonie Cooper, Rudimental unveil brand new song 'Never Let You Go' - listen, New Musical Express, 27 aprile 2015. URL consultato il 4 maggio 2015.
  29. ^ Nicola Lucchetta, Rudimental, il nuovo album "We The Generation" uscirà il 18 settembre, Outune, 19 maggio 2015. URL consultato il 21 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2015).
  30. ^ (EN) Ben Lee, Rudimental premiere new song 'Rumour Mill' with music video, Digital Spy, 22 giugno 2015. URL consultato il 29 giugno 2015.
  31. ^   Rudimental, Rudimental - Love Ain't Just A Word feat. Anne-Marie & Dizzee Rascal (Official Audio), su YouTube, 16 luglio 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  32. ^ (EN) Amy Davidson, Rudimental get together with Will Heard for their new single 'I Will For Love', Digital Spy, 30 luglio 2015. URL consultato il 5 agosto 2015.
  33. ^ (EN) Colin Stutz, Rudimental & Ed Sheeran Release Brotherhood Anthem 'Lay It All On Me': Listen, Billboard, 24 settembre 2015. URL consultato il 25 settembre 2015.
  34. ^ (EN) John Earls, Rudimental revealed as secret artists behind clubland smash 'Healing', New Musical Express, 26 agosto 2016. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  35. ^ (EN) James Cabooter, Rudimental new single Sun Comes Up feat James Arthur is out today, Daily Star, 30 giugno 2017. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  36. ^ (EN) Rudimental Release Stunning Video For James Arthur Collab 'Sun Comes Up', MTV, 12 settembre 2017. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  37. ^ (EN) Sub Focus & Rudimental ft Chronixx & Maverick Sabre - 'Trouble', BWW Music World, 18 agosto 2017. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  38. ^ (EN) Steph Evans, Rudimental and The Martinez Brothers link up on "No Fear", su earmilk.com, 8 dicembre 2017. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  39. ^ (EN) Rudimental Reveal New Single 'These Days' ft. Jess Glynne & More, BWW Music World, 19 gennaio 2018. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  40. ^ (EN) Rob Copsey, Rudimental claim third Number 1 on Official Singles Chart with These Days: "Yes yes yes!", Official Charts Company, 30 marzo 2018. URL consultato il 31 marzo 2018.
  41. ^ (EN) Rudimental - Healing / No Fear, Record Store Day. URL consultato il 10 giugno 2018.
  42. ^ (EN) Rudimental Detail New Album, Toast To Our Differences, Release Video, Hot Press, 25 maggio 2018. URL consultato il 20 giugno 2018.
  43. ^ (EN) Kat Bein, Major Lazer & Rudimental Dose Anne-Marie With Dub on 'Let Me Live', Billboard, 15 giugno 2018. URL consultato il 20 giugno 2018.
  44. ^ (EN) Will Lavin, Rudimental reveal tracklisting and features for new album Toast To Our Differences, su joe.co.uk, 16 ottobre 2018. URL consultato il 17 novembre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn2014055508 · WorldCat Identities (ENn2014-055508
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica