I Centurioni Rugby
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Colori 600px Blu e Rosso (Strisce Orizzontali)2.png BluRosso
Dati societari
Città Lumezzane
Paese Italia Italia
Sede I Centurioni Rugby ssdrl
Via Brescia, 41/C
25065 Lumezzane (BS)
Federazione Flag of Italy.svg  F.I.R.
Campionato Serie A
Fondazione 1964
Presidente Italia Ottorino Bugatti
Allenatore Italia Alessandro Geddo
Palmarès
Stadio
MAW Stadium
Via Bernocchi, 69
25069 Villa Carcina (BS)
( posti)

I Centurioni Rugby è una squadra italiana di rugby a 15 con sede a Lumezzane, in provincia di Brescia. Nella stagione 2019/2020 disputa il campionato di serie A per la seconda volta nella sua storia ed è inserita nel girone 1.

StoriaModifica

Il rugby arrivò a Lumezzane nel 1964 quando un amante della palla ovale, il professor Bruno Menta, chiamato ad intervenire in una serie di incontri culturali e sportivi voluti dal curato della parrocchia di S. Apollonio (frazione di Lumezzane), don Giacomo Mognetti, lanciò l'idea di formare una squadra di rugby. Da un dibattito sportivo nacque la convinzione che era arrivato il tempo di "tentare" quello sport che, correttamente praticato, poteva essere motivo di crescita umana della gioventù locale. Una gioventù che ad oggi è una delle realtà storiche della palla ovale bresciana e lombarda, seconda per anzianità solo al Brescia Rugby. Figura emblematica del club rosso-blu è l'attuale presidente Ottorino Bugatti, che tra i fondatori del sodalizio si cimentò per svariati anni come giocatore e capitano, per poi passare alla dirigenza dove ancora oggi è presente, divenendo il presidente più longevo del rugby nazionale.

Le prime stagioni sportive furono dure perché in quel periodo, data l'impossibilità di essere inseriti nei campionati organizzati dal comitato lombardo, il Lumezzane fu affiliato al comitato veneto, questa esperienza contribuì a dare la scossa alla società che si dovette subito confrontare con realtà più strutturate. In seguito a questa provante iniziazione sui campi di gioco prese corpo il mito dei guerrieri della squadra rossoblu che, pur acerbi nella parte tecnica, sopperivano a queste carenze con grande grinta ed agonismo sul campo. Queste qualità sono ricordate nel film Asini di Claudio Bisio del 1999, dove il più grande timore per un rugbista era di venire al "Rossaghe" a giocare.

In questi anni di attività, il Rugby Lumezzane vanta la promozione e la permanenza nel campionato di Serie B dal 1981 al 1985. Il 2003 fu l'anno di ritorno in Serie B dei rosso-blu fino al campionato 2011-12, nove anni in cui la squadra ha sfiorato anche la promozione in Serie A, confermandosi come una realtà degna di puntare all'alto livello nazionale. Dalle fila del Lumezzane sono infatti usciti atleti che hanno giocato nei campionati di categoria superiore e nelle formazioni nazionali, su tutti Salvatore Bonetti capitano della Nazionale Italiana negli anni '70 e campione d'Italia con il Brescia Rugby. L'ASD Rugby Lumezzane, in questi anni ha ampliato il suo bacino d'utenza comprendendo anche i comuni limitrofi della Valtrompia.[1]

Il 30 aprile del 2016 la società ha comunicato l'intenzione di non iscriversi al campionato di Serie A per la mancanza di un impianto sportivo adeguato alla categoria, annunciando che la squadra sarebbe ripartita dalla Serie C1 2016-2017.[2]

La primavera 2016 e il piano di rilancioModifica

Nella primavera del 2016 il club dà vita ad un piano di consolidamento e sviluppo che prevede l'ampliamento dello staff societario, che cresce di quattro unità, infatti, i consiglieri sono: Amedeo Bonomi e Fabio Rizzinelli (che ricoprono anche il ruolo di vicepresidenti), Armando Cometti, Giordano Consolini, Nevio Pasotti, Luca Raza (General Manager del club) e Ugo Pini. Successivamente si sono uniti altri due soci: Giancarlo Ghidini e Luca Ghidini.

Tra gli obiettivi fondamentali stabiliti nel piano di rilancio compare l'identificazione di una soluzione definitiva al tema delle strutture. I frutti sono giunti circa due anni dopo. Il club rossoblù del presidente Ottorino Bugatti si è aggiudicato definitivamente l'affidamento mediante finanza di progetto della concessione dei lavori per il rifacimento e la riqualificazione del Centro Sportivo "Dei Pini" di Cogozzo di Villa Carcina, con contestuale gestione dell'impianto della durata trentennale. Il progetto prevede inoltre la posa di manto sintetico e riqualificazione del campo da calcio "Esso", sito nel medesimo comune, e la realizzazione di una nuova zona dedicata all'atletica.

Il progetto approvato, da oltre 2 milioni di euro, prevede che il campo "Dei Pini" venga adeguato agli standard del campionato d'Eccellenza (massima serie del rugby in Italia) e sia il primo esempio di campo in sintetico con intaso ecologico ed ecocompatibile in Italia. Verrà interamente ristrutturato lo stabile sito nel centro sportivo, con la creazione della Club House destinata ai membri della società e di un bar e ristorante aperto al pubblico.

L'adeguamento dell'edificio porterà, inoltre, alla realizzazione delle seguenti strutture propedeutiche ad un'attività sportiva di vertice:

  • Club House de I Centurioni Rugby
  • nº 2 spogliatoi arbitri
  • nº 1 locale infermeria
  • nº 1 locale antidoping
  • nº 1 deposito attrezzature
  • nº 4 nuovi spogliatoi
  • nº 1 palestra
  • nº 4 uffici
  • nº 1 sala riunioni/conferenze Inoltre, l'edificio offrirà alla comunità valtrumplina un ristorante/bar con circa 90 posti a sedere, il cui layout è curato da uno degli studi di architettura più prestigiosi della città di Brescia.

Il ritorno in serie B e il cambio di nomeModifica

Il campionato di Serie C culmina con la promozione in serie B, al termine di un campionato dominato. La stagione successiva in Serie B si dimostra subito molto positiva: il 15 guidato dal tecnico Francesco Filippini ha chiuso la stagione in sesta piazza con 60 punti conquistati.

Al termine dello stesso campionato si registra un ulteriore, fondamentale, tassello previsto dal "piano 2016": con l'iscrizione alla stagione 2018/2019 il club cambia il nome in I Centurioni Rugby[3], denominazione che rimanda alla tradizione romana, già presente nell'immagine e nella comunicazione recente del Rugby Lumezzane, e che rispecchia le origini della Valtrompia, colonia in grado di ritagliarsi un ruolo di rilievo grazie alla produzione di armi e armature derivante dalla tradizione secolare di lavorazione dei metalli, della quale sono tuttora presenti testimonianze. Il Centurione era un sottoufficiale dell'esercito romano per farlo necessitava di qualità specifiche, riconducibili a tenacia e intelligenza, caratteristiche che sono fondamentali anche nella disciplina del rugby. Inoltre, l'etimologia di centurione vede proprio nel termine centuria la propria origine. Un nome, quindi, che nasce da quello del suo gruppo, della sua truppa. Questo è il messaggio al quale il club rossoblu crede fortemente: il valore del collettivo e lo spirito di appartenenza devono essere il fondamento della vita della squadra, di tutti i suoi componenti.

Nel logo de I Centurioni, infatti, permangono i colori sociali, rosso e blu, e il 1964 anno di nascita del club valgobbino.

«Il cambiamento che stiamo affrontando lo considero una rifondazione su una base solida, impregnata di 54 anni di storia e dell'impegno generoso dei tantissimi volontari che hanno fornito il loro insostituibile contributo. La maggiore soddisfazione è che in tutti questi anni, e anche nel futuro che ci attende, continueremo a rispettare i valori che ci ha trasmesso il nostro fondatore, il professore Bruno Menta. Un sistema di principi che è stato cristallizzato in un Codice etico al quale tutti i tesserati saranno sempre chiamati ad attenersi. Approfitto di questo momento di cambiamento per ringraziare tutti coloro che, sin dal lontano 1954, hanno lavorato con straordinario impegno per la crescita e lo sviluppo della nostra società e del rugby in questa zona della provincia di Brescia»

(Ottorino Bugatti, presidente de I Centurioni Rugby)

CronistoriaModifica

Cronistoria de I Centurioni Rugby Lumezzane
  • 1980-81 Serie C
    Promozione in Serie B
  • 1981-82 • Serie B
  • 1982-83 • Serie B
  • 1983-84 • Serie B
  • 1984-85 • Serie B
    Retrocessione in Serie C
  • 1985-86 • Serie C
  • 1986-87 • Serie C
  • 1987-88 • Serie C
  • 1988-89 • Serie C
  • 1989-90 •
  • 1990-91 • Serie C
  • 1991-92 • Serie C
  • 1992-93 • Serie C
  • 1993-94 • Serie C
  • 1994-95 • Serie C
  • 1995-96 • Serie C
  • 1996-97 • Serie C
  • 1997-98 • Serie C
  • 1998-99 • Serie C
  • 1999-2000 • Serie C
  • 2000-01 • Serie C
  • 2001-02 • Serie C
  • 2002-03 • Serie C
    Promozione in Serie B
  • 2003-04 • Serie B
  • 2004-05 • Serie B
  • 2005-06 • Serie B
  • 2006-07 • Serie B
  • 2007-08 • Serie B
  • 2008-09 • Serie B
  • 2009-10 • Serie B
  • 2010-11 • Serie B
  • 2011-12 • Serie B
    Retrocessione in Serie C
  • 2012-13 • Serie C
    Promozione in Serie B
  • 2013-14 • Serie B
    Promozione in Serie A
  • 2014-15 • Serie A
  • 2015-16 • Serie A
    Rinuncia all'iscrizione, riparte dalla Serie C1[2]
  • 2016-17 • Serie C1
    Promozione in Serie B
  • 2017-18 • Serie B
  • 2018-19 • Serie B
    Promozione in serie A
  • 2019-20 • Serie A

Rosa attualeModifica

Rosa della stagione 2019-20.[4]

Avanti
PL   Nicola Piovani
PL   Mattia Franzoni
PL   Paolo Trevisani
PL   Martin Seye
PL   Alessandro Florio
PL   Loris Gennari
TL   Manuel Armanasco
TL   Achraf Hliwa
SL   Tommaso Nicoli
SL    Matteo Daniel
FL   Gabriele Berardi
FL   Matteo Bertussi
FL   Giovanni Gandolfi
FL   Emanuele Bellandi
FL   Alberto Boschetti
FL   Federico Pasotti
N8   Stefano Scanferla (C)
N8   Alberto Mariani
Tre quarti
MM   Andrea Gazzoli
MA   Mattia Aru
MA   Andrea Cosio
MA   Christian Gelmini
CE   Gabriele Azzini
CE   Giacomo Savardi
CE   Andrea Franceschini
CE   Francesco Casini
TQ   Enrico Morandi
TQ   Alessandro Zaboni
TQ   Gianluca Lepre
TQ   Peter Mokom
TQ   Michele Zaffino
TQ   Giovanbattista Secchi Villa
TQ   Gabriel Tononi
ES   Lorenzo Bandera
ES   Andrea Lupatini
ES   Gabriel Tononi
Staff tecnico
Allenatore:   Alessandro Geddo
Ass. allenatore:   Alessandro Pinna
All. tre quarti:   Alessandro Pinna
Team manager:   Enrico Scotuzzi
Prep. atl.:   Alessandro Saleri


NoteModifica

  1. ^ La storia, rugbylumezzane.it. URL consultato l'11 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  2. ^ a b Shock Lumezzane. «Niente campo, ripartiamo dalla Serie C» Archiviato il 6 ottobre 2016 in Internet Archive. - rugbymercato.it
  3. ^ rugbylumezzane.it, http://rugbylumezzane.it/notizie/2018/06/3336/Nuova-pagina-della-nostra-storia-nascono-I-Centurioni-Rugby.html.
  4. ^ La prima squadra, rugbylumezzane.it. URL consultato l'11 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2015).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Sito ufficiale del Rugby Lumezzane

  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby