Apri il menu principale

BiografiaModifica

Fratello minore di Marcello Mastroianni[1], nacque a Torino dove la famiglia si era trasferita da Fontana Liri quando il padre vi aveva trovato lavoro come chimico[2]. Uno dei più grandi montatori cinematografici italiani[3], ha lavorato con i più grandi registi italiani, da Fellini in Giulietta degli spiriti e Amarcord, a Visconti in Morte a Venezia e Ludwig.

Ha lavorato come attore insieme al fratello Marcello e a Vittorio Gassmann (nella parte di Catone il Censore) nel film Scipione detto anche l'Africano di Luigi Magni nella parte di Scipione l'Asiatico.[4]

Morì di un improvviso attacco di cuore all'interno della sua abitazione di Torvaianica[5] mentre stava ultimando il montaggio del film La tregua di Francesco Rosi; il film è dedicato a lui e a Pasqualino De Santis, morto durante le riprese. È sepolto nel Cimitero del Verano di Roma[6].

Filmografia parzialeModifica

MontatoreModifica

AttoreModifica

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN51896486 · ISNI (EN0000 0001 0901 1927 · SBN IT\ICCU\TO0V\282651 · LCCN (ENno00090136 · GND (DE1062462270 · BNF (FRcb14119759v (data) · WorldCat Identities (ENno00-090136