Apri il menu principale
Rupprecht
Rupprecht von Bayern.jpg
Principe della Corona di Baviera
Stemma
Nascita Monaco di Baviera, Regno di Baviera, 18 maggio 1869
Morte Schloß Leutstetten, Starnberg, Baviera, Repubblica Federale di Germania, 2 agosto 1955
Luogo di sepoltura Chiesa dei Teatini, Baviera, Germania
Casa reale Casato di Wittelsbach
Padre Ludovico III di Baviera
Madre Maria Teresa Enrichetta d'Asburgo-Este
Coniugi Duchessa Maria Gabriella in Baviera
Principessa Antonia di Lussemburgo

Rupprecht di Wittelsbach, in tedesco Kronprinz Rupprecht von Bayern (Monaco di Baviera, 18 maggio 1869Starnberg, 2 agosto 1955), fu l'ultimo Principe della Corona di Baviera.

Il suo titolo completo era S.A.R. Rupprecht Maria Luitpold Ferdinand Principe della Corona di Baviera, Duca di Baviera, Franconia e Svevia, Conte Palatino del Reno.

Indice

BiografiaModifica

Rupprecht nacque a Monaco di Baviera, primogenito di Ludovico III, l'ultimo re di Baviera, e di Maria Teresa Enrichetta d'Asburgo-Este, nipote di Francesco V d'Este.
Comandò la 6ª Armata tedesca allo scoppio della Prima guerra mondiale in Lorena. Rupprecht riuscì a contenere l'offensiva francese dell'agosto 1914, lanciò quindi una controffensiva nello stesso mese; le sue truppe non riuscirono però a sfondare le linee francesi e si trovarono bloccate sul fronte occidentale in un'impasse che durò sino alla fine della guerra. Rupprecht raggiunse il grado di feldmaresciallo nel 1916 e assunse il comando del gruppo d'armate che da lui prese il nome. È stato considerato uno dei migliori comandanti dell'esercito imperiale tedesco della Prima guerra mondiale.

Rupprecht sposò nel 1900 la duchessa Maria Gabriella in Baviera, e in seconde nozze, nel 1921, la principessa Antonia del Lussemburgo figlia del granduca Guglielmo IV. Il matrimonio è stato celebrato da Eugenio Pacelli, futuro Pio XII.

Perse il diritto a regnare sulla Baviera quando questa divenne una repubblica nella rivoluzione seguita alla fine della guerra. Rupprecht si oppose al regime nazista e fu costretto all'esilio in Italia nel 1939, risiedendo a Roma e a Firenze.

Nell'ottobre 1944, quando la Germania occupò l'Italia, Rupprecht sfuggì all'arresto ma la moglie e i figli vennero catturati ed imprigionati, prima a Sachsenausen e quindi a Dachau, da cui furono liberati nell'aprile 1945 dall'esercito statunitense. La principessa Antonia non si riprese mai dall'esperienza della prigionia e morì pochi anni dopo.

Rupprecht morì nel 1955, nel suo castello presso Starnberg in Baviera, e volle essere sepolto a Monaco, nella Theatinerkirche , ma il suo cuore, come quello della moglie Antonia, è conservato in una teca argentata presso la Gnadenkapelle di Altötting.

Rupprecht era discendente della dinastia degli Stuart. I giacobiti lo riconobbero perciò come legittimo pretendente al trono britannico dopo la morte di sua madre nel 1919, e lo acclamarono come Roberto I, sovrano del Regno Unito di Gran Bretagna, d'Irlanda e di Francia. Ma Rupprecht non rivendicò mai il titolo e la sua posizione di erede degli Stuart fu trasmessa a suo figlio Alberto Leopoldo.

 
Rupprecht e Maria Gabriella di Baviera.

DiscendenzaModifica

Rupprecht ebbe cinque figli dalla duchessa Maria Gabriella in Baviera:

  • Luitpold Maximilian Ludwig Karl (1901-1914)
  • Irmingard Maria Therese José Cäcilia Adelheid Michaela Antonia Adelgunde (1902-1903)
  • Alberto Leopoldo (1905-1996)
  • Una figlia nata prematura e morta poco dopo (1906)
  • Rudolf Friedrich Rupprecht (1909-1912)
 
Rupprecht e Antonia di Baviera.

e sei dalla principessa Antonia di Lussemburgo:

  • principe Enrico Francesco Guglielmo di Baviera (1922-1958).
  • principessa Irmingarda Maria Giuseppa di Baviera (1923-2010).
  • principessa Editta Maria Gabriellea di Baviera (1924-2013).
  • principessa Ilda Ildegarda Maria Gabrielela di Baviera (1926-2002).
  • principessa Gabriella Adelgonda Maria Teresa Antonia di Baviera (1927-2019).
  • principessa Sofia Maria Teresa di Baviera (n. 1935).

AscendenzaModifica

OnorificenzeModifica

Regno di Baviera
Wittelsbach

Massimiliano I Giuseppe (1805 - 1825)
Ludovico I di Baviera (1825 - 1848)
Massimiliano II (1848 - 1864)
Ludovico II (1864 - 1886)
Otto I (1886 - 1913)
Ludovico III (1913 - 1918)
Figli
  • Rupprecht (1869-1955)
  • Adelgonda (1870-1958)
  • Maria Ludovica (1872-1954)
  • Carlo (1874-1927);
  • Francesco
  • Matilde
  • Wolfgang (1879-1895)
  • Ildegarda (1881-1948);
  • Notburga (1883)
  • Wiltrud (1884-1975)
  • Helmtrud (1886-1977)
  • Dietlinde (1888-1889)
  • Gundelinde (1891-1983)
Rupprecht (1921 - 1955)
Figli
  • Luitpold (1901-1914)
  • Irmingarda (1902-1903)
  • Alberto (1905-1996)
  • figlia (1906)
  • Rodolfo (1909-1912)
  • Enrico (1922-1958)
  • Irmingarda (n. 1923)
  • Editta (n. 1924)
  • Ilda (n. 1926)
  • Gabriella (n. 1927)
  • Sofia (n. 1935)

Onorificenze bavaresiModifica

  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Militare di Massimiliano Giuseppe
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito Militare di Baviera
  Cavaliere dell'Ordine di Sant'Uberto
  Cavaliere del Reale ordine di San Giorgio per la difesa dell'Immacolata Concezione

Onorificenze tedescheModifica

  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera
  Cavaliere dell'Ordine Pour le Mérite
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito Militare del Württemberg
  Croce di I Classe al merito militare del Granducato di Meclemburgo-Schwerin
  Croce di Federico
  Cavaliere dell'Ordine militare di Carlo Federico
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito militare del Württemberg
  Cavaliere dell'Ordine di Hohenzollern
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Alberto l'Orso
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Ernestina di Sassonia
  Cavaliere della Croce di Ferro
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine militare di Sant'Enrico
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito militare del Württemberg

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro
  Croce al merito militare (Austria)
  Medaglia al merito militare (Austria)
  Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata
— 1948
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 1948
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia
— 1948
  Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 18 settembre 1897
  Stella di Gallipoli
  Medaglia di Imtiaz

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN57410872 · ISNI (EN0000 0000 7148 1711 · LCCN (ENno00100870 · GND (DE118791605 · BNF (FRcb15029662n (data)
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie