Apri il menu principale

Ruslan Pidhornyj

ciclista su strada e pistard ucraino
Ruslan Pidhornyj
Ruslan Pidgornyy 4JDD2011.JPG
Ruslan Pidhornyj alla Quatre Jours de Dunkerque 2011
Nazionalità Ucraina Ucraina
Altezza 179 cm
Peso 66 kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, pista
Ritirato 2011
Carriera
Squadre di club
2000 Zoccorinese
2001 Site-Frezza
2002 De Nardi
2003 Marchiol
2004 Team LPR
2004 Centro Conv. Esse
2005-2007 Tenax
2008 LPR Brakes
2009-2010 ISD
2011 Vacansoleil
Nazionale
2000-2009 Ucraina Ucraina (strada)
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Oro Bordeaux 1998 Inseg. squadre
Statistiche aggiornate al febbraio 2013

Ruslan Vitalijovyč Pidhornyj (in ucraino: Руслан Віталійович Підгорний?; trasl. angl. Ruslan Pidgornyy; Vinnycja, 25 luglio 1977) è un ex ciclista su strada e pistard ucraino. Professionista dal 2002 al 2011, è stato campione del mondo dell'inseguimento a squadre nel 1998.

Indice

CarrieraModifica

Arrivò a correre in Italia nelle categorie giovanili e svolse molta attività su pista, vincendo anche, nel 1998 a Bordeaux, un titolo mondiale élite nell'inseguimento a squadre con la sua nazionale. Dopo i buoni risultati in campo dilettantistico, passò professionista nel 2002 con la De Nardi-Pasta Montegrappa ma, a parte il secondo posto nel campionato nazionale su strada, non colse risultati di rilievo. L'anno successivo non riuscì a trovare un ingaggio e decise pertanto di tornare a correre tra i dilettanti con la trevigiana Marchiol-Famila-Site.

Nel 2004 lo ingaggiò una nuova squadra professionistica, il Team LPR-Piacenza, ma la sua esperienza non durò molto e si ritrovò a correre nuovamente tra i dilettanti, tra le file della Centro Convenienza Esse-Olmo di Imperia, continuando comunque a mostrare le sue buone qualità. Nel 2005 trovò l'ingaggio stabile nel mondo professionistico con la Tenax-Salmilano; nel finale di stagione colse buoni piazzamenti, su tutti il secondo posto al Gran Premio Nobili Rubinetterie dove venne superato da Damiano Cunego.

Il 2006 fu l'anno della svolta: soprattutto nei mesi estivi trovò costanza di rendimento e, dopo aver ottenuto buoni piazzamenti – tra cui spiccano i secondi posto al Gran Premio Città di Camaiore e nella classifica finale del Giro d'Austria – riuscì a centrare la prima vittoria da professionista nel Trofeo Matteotti, classica del calendario italiano che si svolge ogni anno sulle strade di Pescara. Le buone prestazioni gli valsero la convocazione in nazionale per i mondiali di Salisburgo ma, su un percorso non troppo adatto alle sue caratteristiche, disputò una prova anonima.

Nel 2007 fu vicecampione nazionale su strada; conquistò inoltre una tappa al Brixia Tour, breve corsa a tappe che si tiene in provincia di Brescia. Nella stagione 2008 la Tenax si fuse con il team LPR Brakes-Ballan, con il quale aveva già corso, dando così vita a un'unica squadra capitanata da Danilo Di Luca: con la nuova formazione Pidhornyj si classificò secondo al Giro d'Austria (vincendo anche una tappa) e vinse il titolo nazionale ucraino su strada.

Nel 2009 si trasferì al neonato team italo-ucraino ISD, con il quale partecipa al Giro d'Italia, ritirandosi però all'ottava tappa. Concluse poi al secondo posto il Giro d'Austria e nel 2010 fu di nuovo vicecampione ucraino in linea. Per la stagione 2011 si accasò alla Vacansoleil-DCM, formazione olandese del circuito UCI World Tour.

PalmarèsModifica

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

Competizioni mondialiModifica

NoteModifica


Collegamenti esterniModifica