Ryō Akiyama
Ryo Akiyama.png
Ryō Akiyama
UniversoDigimon
Nome orig.リョウ 秋山 (Ryō Akiyama)
Lingua orig.Giapponese
SoprannomeIl Domatore leggendario
1ª app. in"L'avversario" (Digimon Adventure 02, episodio 43)
Ultima app. inRunaway Digimon Express
Voce orig.Jun'ichi Kanemaru
Voce italianaAlessio De Filippis
SessoMaschio
EtniaGiapponese
ProfessioneAdventure: Studente di scuola elementare
Adventure 02: Studente di scuola media
AbilitàBiodigievoluzione in Justimon
AffiliazioneDigiprescelti/Domatori

Ryō Akiyama (秋山 リョウ Akiyama Ryō?) è un personaggio immaginario della terza stagione dell'anime dedicato all'universo di Digimon, Digimon Tamers, ma allo stesso tempo è anche il personaggio principale di molti videogiochi dedicati al media franchise. Fa anche una breve apparizione in Digimon Adventure 02, all'interno di un flashback di Ken Ichijouji.

Ryō è l'unico personaggio umano ad essere presente in due continuity diverse. Il suo Digimon partner è Cyberdramon. Il personaggio di Ryō proviene da una serie di giochi per il sistema di gioco WonderSwan, dopodiché appare in una serie di cameo per poi fare la sua ultima apparizione in Tamers e nel secondo film dedicato alla serie.

Ryō è doppiato da Jun'ichi Kanemaru nell'originale giapponese e da Steve Staley nel doppiaggio inglese. In Italia è doppiato da Alessio De Filippis.

Apparizioni nelle serie animeModifica

Digimon Adventure: Our War Game!Modifica

Ryō è uno dei bambini che assistono alla battaglia tra Diaboromon ed Omnimon. Lo si vede infatti usare un laptop da un paesaggio di montagna.

Digimon Adventure 02Modifica

Quando Ken viene risucchiato per la prima volta a Digiworld, incontra Wormmon e Ryō. La storia racchiusa in questo flashback riflette quella dei videogiochi, finché, in qualche modo, Ken e Ryō non riescono a sconfiggere Millenniummon. In ogni caso, Ryō si occupa della ferita di Ken dovuta all'inserimento del Seme delle Tenebre nel suo corpo prima di rimandarlo a casa.

Digimon TamersModifica

Unica persona a riuscire a sconfiggere Rika al gioco di carte di Digimon in un torneo, Ryō svanisce misteriosamente nel nulla l'anno successivo alla sua vittoria nel torneo. La verità è che Ryō viene in qualche modo risucchiato a Digiworld e decide di rimanervi per tenere Cyberdramon sotto controllo.

Fa la sua prima apparizione nella serie quando Kazu, Kenta, Rika e Renamon vengono separati dagli altri a causa di un Flusso di Dati. Successivamente, Ryō aiuta gli altri a tornare nel mondo reale, ma decide di seguirli. Tornando nel mondo reale, Cyberdramon regredisce in Monodramon e viene apparentemente liberato dal virus violento che lo tormenta. Successivamente Ryō sarà in grado di biodigievolvere con Cyberdramon per diventare Justimon e, grazie a questo, riesce ad aiutare gli altri nella tremenda battaglia contro il D-Reaper.

Ryō è il solo personaggio che appare sia nelle serie di Adventure che in quella di Tamers. Fu deciso che Ryō sarebbe stato incluso in Tamers grazie alla sua immensa popolarità a quel tempo come personaggio principale di diversi videogiochi dedicati ai Digimon. L'ultimo gioco per WonderSwan in cui Ryō è il protagonista, Brave Tamer, serve da collegamento nella catena che lo collega sia alla serie di Adventure che a quella di Tamers.[1][2]

Digimon Tamers: Runaway Digimon ExpressModifica

In questo film Ryō appare sotto forma di Justimon durante il combattimento contro Parasimon, dopo che Takato, Henry e Rika biodigievolvono con i loro Digimon. Tuttavia, ci sono troppi Parasimon da combattere ed i quattro stanno per avere la peggio, finché Gallantmon Crimson Mode non riesce a distruggere il varco dal quale fuoriescono i Parasimon grazie alla sua Spada Supersonica. Dopo la battaglia, Ryō e Cyberdramon partecipano alla festa a sorpresa organizzata per il compleanno di Rika.

Digimon Adventure V-Tamer 01Modifica

Nel manga Digimon Adventure V-Tamer 01, Ryō e Monodramon fanno squadra per un breve periodo di tempo con Taichi, Zero e Gabo, quando Zero crea accidentalmente un varco interdimensionale con uno dei suoi starnuti. Un Demone assassino, Vikemon, fa la sua apparizione e sfida Taichi, ma Ryō vuole combatterlo lui stesso. Taichi glielo impedisce ed i due iniziano a litigare. Vikemon, il cui punto debole sono le persone con molta passione per il "fuoco" che sviluppano, viene sconfitto facilmente e Ryo e Monodramon sono in grado di tornare al loro mondo di provenienza.

Apparizioni nei videogiochiModifica

I videogiochi di Digimon in cui Ryō è protagonista seguono la storyline della infinita battaglia tra il ragazzo ed il Digimon malvagio Millenniummon.

Digimon Adventure: Anode/Cathode TamerModifica

Ryō è un ragazzo più o meno della stessa età dei Digiprescelti originali, ossia ha circa undici anni. Vive con i suoi genitori in una confortevole casa di due piani fuori terra (suggerendo che la famiglia di Ryō sia piuttosto ricca a causa dei prezzi delle case di questo tipo in Giappone e del fatto che Ryō riceve un computer portatile per Natale). Il 31 dicembre 1999, mentre sta chattando su internet, va via la luce e la madre di Ryō gli chiede di andare a controllare il contatore. Prima che il ragazzo possa farlo, tuttavia, una voce lo chiama dal suo computer, mostrandogli un dispositivo mai visto prima. La voce lo prega di toccare il dispositivo e Ryō, piuttosto ingenuamente, lo fa.

Ryō si ritrova improvvisamente nel bel mezzo della foresta ed incontra Agumon, il Digimon partner di Tai Kamiya. Agumon spiega a Ryō che il ragazzo è stato convocato a Digiworld perché un potente Digimon malvagio chiamato Millenniummon è riuscito a catturare i Digiprescelti originali, per poi modificare l'essenza stessa del tempo, riportando in vita Digimon malvagi precedentemente sconfitti come Devimon e Myotismon. Ryō, abbastanza comprensibilmente, trova tutto ciò molto difficile da credere e pensa di essere nel bel mezzo di un incubo causato dalle troppe partite ai videogiochi.

Ryō, in ogni caso, capisce velocemente di non avere altra scelta se non di aiutare Agumon e così comincia la sua missione di liberare i Digiprescelti e di sconfiggere Millenniummon. Durante la sua missione, Ryō fa amicizia con un gran numero di Digimon alleati dei Digiprescelti, inclusi Leomon, Andromon, Piximon e molti altri. Tuttavia, si imbatte anche nei nemici precedentemente eliminati dagli stessi bambini prescelti, a cominciare da Devimon, proseguendo poi con Etemon e Myotismon e finendo poi con il Padrone delle Tenebre Piedmon prima di poter confrontarsi con Millenniummon.[3] Dopo una feroce battaglia, Ryō ed i suoi amici Digimon riescono a sconfiggere il nemico e a liberare Tai, l'ultimo dei Digiprescelti ad essere tenuti prigionieri. Finito il suo compito, Ryō saluta i suoi nuovi amici con un commovente addio e torna a casa nello stesso momento in cui era partito inizialmente, anche se i suoi genitori notano che il ragazzo sembra un po' cresciuto.

Alcuni degli eventi che avvengono nel gioco contribuiscono all'apparente esaurimento nervoso di Ryō in un gioco successivo. Ad esempio, ognuno dei Digimon malvagi affrontati dal ragazzo è molto chiaro riguardo a ciò che vuole fare al ragazzo (ad esempio, Etemon minaccia di ridurlo a brandelli, mentre Myotismon gli dice che gli taglierà la testa e la offrirà a Millenniummon). Inoltre, contrariamente agli altri Digiprescelti che erano in grado di prendere forza dagli altri, Ryō è solo per la maggior parte del tempo (non contando i Digimon che lui assolda). Quando, durante D-1 Tamers, Ryō si rende conto che i Digiprescelti e i Digimon Supremi lo stanno trattando come un oggetto, mentendogli solo per poterlo allenare allo scontro che il ragazzo dovrà affrontare contro Moon=Millenniummon per sconfiggerlo una volta per tutte, Ryō si rinchiude emotivamente in se stesso e rifiuta di parlare ancora con chiunque dopo quello che ha subito. Questa cosa viene notata immediatamente da Tai dopo che il tradimento viene scoperto e successivamente anche da Monodramon, il quale nota che Ryō è molto freddo nei suoi confronti da un po' di tempo.

Digimon Adventure 02: Tag TamersModifica

Il gioco inizia con Ryō che fa visita a Ken nella sua stanza. I due sono testimoni della sconfitta di Diaboromon per mano di Omnimon tramite Internet, ma successivamente Veemon (che successivamente diventerà il Digimon partner di Davis) appare dal computer e consegna un Digivice D-3 a Ryō. Veemon spiega che c'è un altro Diaboromon che vaga per Digiworld ed il compito di Ryō è di sconfiggerlo. Ken decide di seguire il suo amico, ma viene lasciato alla Città della Rinascita con Tai e Agumon ad aspettare il ritorno di Ryō. Intanto, il Diaboromon fuggitivo, che si era nascosto dove una volta sorgeva il castello di Devimon, viene sconfitto grazie alla sola forza di Veemon. Tuttavia, Millenniummon appare al ragazzo e gli rivela che lo stava aspettando e che Diaboromon era solamente un'esca per attirare nuovamente Ryō a Digiworld. Millenniummon fa esplodere il Monte Infinito e, nel fare ciò, spacca Digiworld in due parti. Da questo punto in poi, la prospettiva della storia cambia alternativamente tra Ryō e Ken.

Ken si sveglia in una foresta ed incontra il suo Digimon partner, Wormmon. Ken cerca inizialmente Ryō, ma Wormmon lo porta da Gennai, che gli spiega che Ryō si trova sull'altra metà del mondo. Durante il loro dialogo, Gennai dice che Ken e Wormmon devono creare un sito specchio e rivela che Ken è uno dei Digiprescelti. Ken, però, sembra non voler essere un Digiprescelto. Solo dopo che Wormmon lo fa sentire in colpa Ken decide di accettare. Gennai dice quindi a Ken di risistemare le cose nel lato della spiaggia del continente, dove il ragazzo raccoglie pezzi delle Digiuova, risolve con successo alcuni enigmi rappresentati da castelli simili ad uno Ziggurat, ad una Piramide egizia, ad una Piramide Maya e ad una Nave Nera. Una volta terminata la missione, Gennai e Piximon mettono a punto una Macchina di Ricarica che permette a Ryō e Ken di mettersi in contatto l'uno con l'altro e di scambiarsi oggetti. La scena si sposta su Ryō, che deve seguire il percorso di Ken e passare a risolvere l'ennesimo enigma. Da qui il nome del gioco, "Tag Tamers", ovvero "Domatori in coppia".

Dopo diverse battaglie, DNAdigievoluzioni e scavi archeologici per trovare altri pezzi di Digiuovo, Ryō alla fine arriva al continente fluttuante di Millenniummon. Il Digimon ride, dicendo che non può essere sconfitto da un solo potere. La chiave al suo potere non ha rivali e la porta non sarà mai aperta. Quindi scompare, lasciando dietro di sé una singola porta chiusa che compare al di fuori della Città della Rinascita. Tornati alla base, Piximon dice che Millenniummon ha ancora diverse trappole posizionate nel lato del mondo in cui si trova Ken, così la scena torna dal punto di vista del giovane Ichijouji.

Sulla strada per il castello di Myotismon, un Elecmon svela a Ken che la porta chiusa porta al cuore di Millenniummon, quindi si chiede se Millenniummon possegga un cuore. In un evidente contrasto con la sua quasi cortese interazione con Ryō, Millenniummon è oltremodo rude con Ken e lo insulta in malo modo prima di sparire.

La chiave alla porta chiusa si rivela essere il Digiuovo del Desiderio, che sembra però reagire solo a Ryō. Una volta aperta la porta, Ryō, Ken ed i loro Digimon vengono assorbiti dall'oscurità e portati nel mondo di Millenniummon: un'area abbandonata completamente arida con una gigantesca sfera metallica che fluttua su di essa. La sfera è in realtà il castello di Millenniummon. Il Digimon malvagio accoglie Ryō caldamente nel mondo creato dalla sua stessa mente. Quando impegnato a parlare con Ken, invece, la sua voce diventa fredda quando dice che tutto ciò che stava accadendo lì in quel momento stava accadendo anche all'interno del suo corpo. Il potere di Ken sembra limitato in quel luogo. Quindi si rivolge nuovamente a Ryō, ridendo, ed invita i due a sfidarlo, anche se i ragazzi tremano per la disperazione.

La battaglia che segue termina con la distruzione del corpo di Millenniummon e la segregazione del suo spirito all'interno di un cristallo, anche se il Digimon ride dopo essere stato sconfitto. Con la sconfitta di Millenniummon, Digiworld, Tai e Agumon (che erano stati trasformati in statue di pietra) tornano al loro stato normale. Quindi Millenniummon ritorna un'ultima volta per disperdere i suoi Semi delle Tenebre. Ken toglie Ryō dalla traiettoria di uno di essi, ma viene colpito al posto dell'amico. Lo spirito di Millenniummon ride ancora una volta. Il Digimon dice di non poter morire e che, poiché il potere di Ryō è eterno, anche il suo lo è, per poi sparire.

Nelle scene seguenti, Wormmon dice che Ken si è ammalato ed è sempre più freddo nei suoi riguardi. L'epilogo intende mostrare i primi segnali della successiva caduta di Ken nel suo alter ego dell'Imperatore Digimon un anno dopo, in cui Ken afferma di essere diverso da Millenniummon: lui è l'Imperatore Digimon.

Digimon Adventure 02: D-1 TamersModifica

Pochi giorni dopo la fine degli eventi di Tag Tamers, Ken si trova ancora a letto, assistito da Ryō. Ken indica a Ryō il suo computer, dicendo che c'è qualcosa che Ryō vi dovrebbe vedere. Ryō va a controllare e trova una pagina che conduce ad un test per potenziali partecipanti ad un evento chiamato "Torneo D-1". Curioso, Ryō inizia a fare il test. Rispondendo ad ogni domanda, diviene sempre più chiaro che il test era stato truccato in un modo per cui lui sarebbe stato l'unico a poter rispondere a tutte le domande. Chiede quindi a Ken di cosa si tratti, ma Ken ne è all'oscuro. Senza possibilità di trovare una risposta, Ryō finisce il test. Una volta scelto uno dei quattro Digimon Supremi, l'ombra di quel Digimon rapisce Ryō dalla camera di Ken nel mondo reale.

Ryō viene quindi trasportato a Digiworld e Piximon gli spiega che il mondo digitale ha nuovamente bisogno del potere di Ryō. Comprensibilmente scettico, poiché era stato chiamato a Digiworld solo quando Millenniummon stava per distruggerlo, ne chiede il motivo. Piximon spiega che i Digimon Supremi che governano Digiworld hanno indetto un torneo. Gennai gli dice che gli altri Digiprescelti sono stati convocati anch'essi e prega Ryō di andare all'arena.

Una volta lì, un gruppo di Domatori (nessuno dei quali è mai apparso in uno show televisivo) inizia a prendere in giro Ryō. Uno di questi dice che si aspettava di meglio da colui che ha sconfitto Millenniummon. Un altro si chiede se Ryō riuscirà a rimanere imbattuto. Poco propenso ad attaccare briga con i bulli, Ryo non dice nulla quando i Domatori iniziano ad avvicinarsi a lui. Prima che ciò possa degenerare in rissa, Piximon interrompe il gruppo, dicendo che il torneo sarebbe servito per trovare il più grande Domatore e che tutti sarebbero dovuti andare d'accordo molto più di così, mandando poi Ryō da Gennai. Arrivato a casa di Gennai, Ken accoglie Ryō dal monitor di Gennai. Gennai lo aveva messo a punto affinché Ken potesse ancora comunicare con Ryō tramite il computer ed il D-Terminal, poiché Ken era ancora malato e bloccato nel mondo reale. ToyAgumon arriva ad avvertire tutti che il Digimon Supremo sta per dare indicazioni riguardo al torneo.

Il Digimon Supremo (quello scelto dal giocatore) si presenta e spiega che gli altri tre Digimon Supremi sono diventati malvagi e si stanno preparando a sconfiggere l'unico rimasto dalla parte del bene, prima di dedicarsi ai loro interessi individuali ed eliminarsi a vicenda così che uno solo possa infine governare il mondo digitale. Il ragazzo che avrebbe vinto il torneo sarebbe stato dichiarato il più forte e sarebbe stato scelto per avere come Digimon partner il Digimon Supremo in modo da cercare di riportare i suoi compagni alla ragione. Piximon quindi spiega che il torneo si svolgerà in cinque livelli. I contendenti devono allenarsi prima di affrontare ciascun livello. Dopo le offerte di aiuto ricevute da Wormmon, Agumon e Veemon, Ryō si allena e riesce a passare ogni livello ed ogni enigma che gli si presenta. I livelli, che vengono affrontati dal numero cinque al numero uno, lo vedono affrontare in successione Izzy Izumi, Willis, Mimi Tachikawa (che alla fine del torneo chiederà anche a Ryō di uscire con lei), Matt Ishida e Tai Kamiya. Durante tutto il torneo, Ken provvede a fornire consigli e suggerimenti a Ryō tramite il D-Terminal.

Nei primi tre livelli non accade niente di rilevante. Successivamente, però, le cose iniziano a prendere una brutta piega: nel Cimitero dei Digimon, Ryō è costretto a sacrificare un Digimon per poter scappare. Dopo la vittoria del torneo da parte di Ryō, Tai gli rivela che, nonostante nessuno di loro lo sapesse originariamente, il Torneo D-1 e tutta la storia dietro di esso erano un imbroglio. Ryō era già stato selezionato per vincere in ogni caso, il torneo consisteva semplicemente in un allenamento necessario a Ryō per diventare più forte ed affrontare Moon=Millenniummon, lo spirito intrappolato nel cristallo di Millenniummon, e che nessun altro all'infuori di lui sarebbe stato in grado di sconfiggerlo. Anche se tutti i Digiprescelti si scusano per essere stati costretti ad ingannarlo, Ryō rimane in silenzio, chiudendosi in sé stesso. Sarebbe rimasto con questo stato d'animo per il resto di D-1 Tamers ed anche in Brave Tamer. Nonostante questo, Ryō decide di affrontare l'ultimo enigma di allenamento prima di essere spedito all'isola volante di Moon=Millenniummon.

Questa volta, il covo di Millenniummon si trova in una torre di cristallo sull'isola fluttuante. Moon=Millenniummon dice che stava aspettando Ryō, che era tornato in vita per sfidarlo nuovamente e che nessun Digimon rappresenta una minaccia per lui. Nemmeno i Digimon Supremi sono in grado di sconfiggerlo. Ma Ryō è diverso, dice il Digimon, perché Ryō è l'unico elemento casuale che rende possibile l'impossibile. Dopo la sua sconfitta, Moon=Millenniummon rivela che lui e Ryō sono come lo Yin e lo Yang e che nessuno dei due può morire finché l'altro è in vita. Se lui viene sconfitto, anche Ryō viene sconfitto. Moon=Millenniummon invita il ragazzo a volare con lui oltre i mondi del tempo, mentre l'isola fluttuante esplode.

Da quel punto in poi, Ryō è considerato morto nell'universo di Adventure. Nonostante continue ricerche, Ryō non viene mai trovato e tutti tranne Ken perdono la speranza. Tuttavia, la sparizione di Ryō getta Ken nella disperazione e segna la nascita definitiva dell'Imperatore Digimon.

Digimon Tamers: Brave TamerModifica

In seguito agli eventi di D-1 Tamers, Ryō e Millenniummon viaggiano nel tempo e finiscono presumibilmente nel futuro. Tuttavia, qualcosa va storto e Ryō viene catapultato nel passato, dove incontra Monodramon, il suo Digimon partner. Viene rivelato che tutti i Digiworld furono creati dal computer Atanasoff, il primo computer digitale del mondo, dopo la sua attivazione negli anni quaranta tramite il supporto di ENIAC, il secondo computer ad essere attivato, e che essi, in seguito ad alcune divergenze, si erano trasfortmati in realtà alternative.

Ryō va in cerca dell'aiuto dei suoi compagni Domatori e Digiprescelti per sconfiggere ZeedMillenniummon. Ci riesce con l'aiuto di ENIAC, anche se non è chiaro come faccia ENIAC ad essere in grado di attraversare lo spazio e le diverse realtà. Ryō deve salvare i Domatori e i Digiprescelti dalla minaccia che stanno affrontando in quel momento, prima che questi, come ringraziamento, gli diano i loro Digimon, esattamente come in Anode Tamer. Ryō salva alternativamente i Domatori e i Digiprescelti mentre respinge i Digimon che ZeedMillenniummon ha inviato per impadronirsi del mondo di ENIAC. Millenniummon ha inoltre creato dei cloni dell'Imperatore Digimon e dei rispettivi leader di Adventure, Adventure 02 e Tamers. Si crede che Ken, nel futuro di Millenniummon, abbia tradito i suoi amici a causa dei Semi delle Tenebre che Millenniummon stesso ha impiantato in lui in Tag Tamers. Durante il gioco si intuisce che alcuni dei Boss Digimon che Ryō deve affrontare sono Armordigievoluzioni di Wormmon. In uno dei dialoghi tra Ryō, Monodramon ed ENIAC, viene rivelato che lo scopo delle azioni di Millenniummon è quello di guadagnare il controllo di tutte le realtà e di liberare il futuro dalla resistenza che sta affrontando al momento.

Ryō alla fine affronta Millenniummon nel futuro come ultimo disperato tentativo di ENIAC di salvare il mondo prima che Millenniummon possa impossessarsene. Ryō viene a conoscenza che Millenniummon è di fatto il suo vero Digimon partner. Monodramon e Millenniummon discutono su chi debba essere il partner di Ryō, finché il piccolo Digidrago non forza una DNAdigievoluzione tra lui e Millenniummon, dopo aver indebolito gravemente quest'ultimo, generando un Digiuovo che successivamente darà vita a Cyberdramon.

Alla fine a Ryō viene data la possibilità di ritornare al suo mondo (quello di Adventure) oppure di andare in un altro (quello di Tamers). Il ragazzo decide di recarsi in quest'ultimo per ragioni sconosciute. Come abbia fatto a trasferire anche i suoi genitori nel mondo di Tamers rimane ignoto. Tuttavia, è possibile che quelli fossero solo parenti adottivi o che essi facessero già parte di quel mondo. In tal caso, ciò che è stato del Ryō di quel mondo rimane un mistero.

Character songModifica

Ryō ha come image song personale la canzone dell'album Best Tamers 5 "Digital Survivor" ("Sopravvissuto digitale"). Inoltre, sempre in Best Tamer 5, Ryō duetta con Cyberdramon nella canzone "Fighting Soul" ("Anima combattiva"). Canta infine nell'interpretazione dei personaggi maschili di "The Biggest Dreamer" (la versione giapponese della sigla iniziale di Tamers) presente nel CD memorial "WE LOVE DIGIMON MUSIC" ("AMIAMO LA MUSICA DI DIGIMON").

NoteModifica

  1. ^ Note sul personaggio di Ryo, su konaka.com. URL consultato il 15 settembre 2006.
  2. ^ Note sulla pianificazione del concetto di Digimon Tamers, su konaka.com. URL consultato il 15 settembre 2006.
  3. ^ A seconda di quale gioco si sceglie, Anode Tamer o Cathode Tamer, Millenniummon assume la forma di uno dei due Digimon che lo formano, ovvero Machinedramon e Kimeramon.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga