S&P Mib

indice azionario della Borsa italiana

Lo S&P MIB è stato un indice azionario della Borsa italiana. Era il paniere che racchiudeva le azioni delle 40 maggiori società italiane, anche se hanno la sede legale all'estero, quotate sull'MTA.

Storia dell'indiceModifica

L'indice di riferimento italiano è iniziato il 31 dicembre 1992 con il nome COMIT 30 con un valore base di 100 punti.

Il 17 ottobre 1994, la Borsa Italiana ha rilevato i diritti su COMIT 30 della Banca Commerciale Italiana (ora Intesa Sanpaolo) ridenominandolo Mib30. Il valore base per l'anno 1992 è stato fissato a 10.000 punti. Nell'índice fino al 1º giugno 2003 sono stati inclusi i 30 titoli a maggior capitalizzazione di Piazza Affari.

Lo S&P Mib che è subentrato allo storico Mib30, è stato quotato dal 2 giugno 2003 al 29 maggio 2009 quando è stato sostituito dall'indice FTSE MIB in seguito alla fusione di Borsa italiana con il LSE.

L'indice nacque in seguito ad una partnership tra Borsa Italiana e la società di rating Standard & Poor's da cui entrambi i partner hanno trovato reciproco vantaggio:

  • Borsa Italiana si liberava dall'incombenza di seguire, aggiornare e gestire (tecnicamente e metodologicamente) qualcosa che esulava dalla sua attività principale e ha garantito al suo indice una maggiore visibilità (data la notorietà di Standard&Poor's);
  • Standard & Poor's poteva aggiungere al suo paniere di indici anche quello della borsa italiana, sopportando solamente un costo marginale data la struttura apposita della quale è dotata, al fine di garantire maggiore notorietà.

L'indice di borsa S&P Mib costituì il benchmark del mercato borsistico italiano e l'unico indice sottostante di prodotti derivati. Esso rappresentava all'incirca l'80% della capitalizzazione del mercato azionario italiano.

Calcolo e criteri di selezioneModifica

L'indice veniva calcolato con modalità value weighted (valore ponderato alla capitalizzazione del titolo) tenendo conto quindi dei diversi pesi delle società selezionate.

L'indice comprendeva 40 tra i principali titoli quotati sui mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana. Tale numero arbitrario era soggetto a variazioni una volta l'anno in funzione delle valutazioni dell'Index Committee (una commissione congiunta composta da rappresentanti di S&P e di Borsa Italiana)

I criteri di selezione si basavano sulla classificazione settoriale, sulla capitalizzazione del flottante e sulla liquidità.

La revisione ordinaria dei componenti veniva effettuata a marzo e settembre, mentre la revisione dei pesi a marzo, giugno, settembre e dicembre.

C'erano comunque ribilanciamenti straordinari a seguito di operazioni sul capitale (incremento del numero di azioni superiore al 5%), a variazioni rilevanti del flottante (superiore al 5%) e a seguito di spin off (cioè scorpori di rami d'azienda), fusioni, delisting (cioè cancellazione dalle contrattazioni), o nuove quotazioni se la capitalizzazione del nuovo titolo è uguale o superiore al 3% di quella corrente dell'intero mercato.

Sviluppo annualeModifica

La tabella mostra lo sviluppo del COMIT 30 (1992-1993), del Mib30 (1994-2002) e dello S&P Mib (2003-2008).

Il record storico dell'índice fu raggiunto il 7 marzo 2000 quando raggiunse i 51.273 punti.

Per vedere l'índice negli anni successivi, da quando è diventato FTSE MIB clicca qui.

Anno Punti al 31/12 Variazione in punti Variazione %
1992 10.000
1993 14.560,00 +4.560,00 +45,60
1994 14.748,00 +188,00 +1,29
1995 14.132,00 -616,00 -4,18
1996 15.697,00 +1.565,00 +11,07
1997 24.942,00 +9.245,00 +58,90
1998 35.152,00 +10.210,00 +40,93
1999 42.991,00 +7.839,00 +22,30
2000 43.719,00 +728,00 +1,69
2001 32.263,00 -11.456,00 -26,20
2002 23.886,00 -8.377,00 -25,96
2003 26.887,00 +3.379,00 +12,56
2004 30.903,00 +4.016,00 +14,94
2005 35.704,00 +4.801,00 +15,54
2006 41.434,20 +5.730,20 +16,05
2007 38.553,67 -2.880,53 -6,95
2008 19.459,53 -19.094,14 -49,53

Elenco delle società che componevano il paniereModifica

Al 29 maggio 2009, ultimo giorno di esistenza del listino, le aziende che componevano lo S&P Mib, erano:

N. Società Codice Sede legale Presidente Super sector Capitalizzazione (€) all'8 settembre 2008 Peso (%)
1. A2A S.p.A. A2A Brescia Giuliano Zuccoli Servizi pubblici 6.400.525.481 1,47%
2 Alleanza Assicurazioni S.p.A. AL Milano Amato Luigi Molinari Assicurazioni 5.449.650.597 1,25%
3 * Ansaldo STS S.p.A. STS Genova Prodotti e servizi industriali
4 Atlantia S.p.A. ATL Roma Gian Maria Gros-Pietro Prodotti e servizi industriali 9.801.994.645 2,25%
5 Autogrill S.p.A. AGL Rozzano (MI) Gilberto Benetton Viaggi e tempo libero 2.204.121.600 0,507%
6 Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. BMPS Siena Giuseppe Mussari Banche 9.623.711.973 2,21%
7 Banca Popolare di Milano S.c.r.l. BMI Milano Roberto Mazzotta Banche 2.848.012.700 0,65%
8 Banco Popolare Società Cooperativa BP Verona Carlo Fratta Pasini Banche 7.883.046.462 1,81%
9 Bulgari S.p.A. BUL Roma Paolo Bulgari Moda, prodotti per la casa e per la persona 2.108.961.672 0,484%
10 Buzzi Unicem S.p.A. BZU Casale Monferrato (AL) Sandro Buzzi Edilizia e materiali 2.233.370.956 0,513%
11 * Campari - Milano S.p.A. CPR Sesto San Giovanni (MI) Alimentari
12 * CIR - Compagnie Industriali Riunite S.p.A. CIR Milano Prodotti e servizi industriali
13 Enel S.p.A. ENEL Roma Piero Gnudi Servizi pubblici 37.033.951.937 8,52%
14 Eni S.p.A. ENI Roma Roberto Poli Petrolio e gas naturale 82.470.339.257 18,96%
15 FIAT S.p.A. F Torino John Elkann Automobili e componentistica 11.410.709.476 2,62%
16 Finmeccanica S.p.A. FNC Roma Pier Francesco Guarguaglini Prodotti e servizi industriali 7.469.396.339 1,72%
17 Fondiaria-SAI S.p.A. FSA Firenze Salvatore Ligresti Assicurazioni 2.369.694.412 0,544%
18 Generali S.p.A. G Trieste Antoine Bernheim Assicurazioni 31.318.604.333 7,20%
19 Geox S.p.A. GEO Montebelluna (TV) Mario Moretti Polegato Moda, prodotti per la casa e per la persona 2.035.727.965 0,468%
20 Impregilo S.p.A. IPG Sesto San Giovanni (MI) Massimo Ponzellini Edilizia e materiali 1.450.860.863 0,334%
21 Intesa Sanpaolo S.p.A. ISP Torino Giovanni Bazoli Banche 44.387.599.047 10,21%
22 Italcementi S.p.A. IT Bergamo Giampiero Pesenti Edilizia e materiali 1.760.548.586 0,405%
23 Lottomatica S.p.A. LTO Roma Lorenzo Pellicioli Viaggi e tempo libero 3.212.039.273 0,74%
24 Luxottica S.p.A. LUX Belluno, Àgordo Leonardo Del Vecchio Moda, prodotti per la casa e per la persona 8.121.478.145 1,87%
25 Mediaset S.p.A. MS Cologno Monzese (MI) Fedele Confalonieri Media 5.599.018.653 1,29%
26 Mediobanca S.p.A. MB Milano Cesare Geronzi Banche 7.822.510.988 1,80%
27 Mediolanum S.p.A. MED Basiglio (MI) Roberto Ruozi Assicurazioni 2.234.594.615 0,514%
28 Mondadori Editore S.p.A. MN Segrate (MI) Marina Berlusconi Media 974.937.309 0,224%
29 Parmalat S.p.A. PLT Collecchio (PR) Enrico Bondi Alimentari 3.111.868.369 0,72%
30 Pirelli & C. S.p.A. PIRC Milano Marco Tronchetti Provera Automobili e componentistica 2.352.297.330 0,541%
31 Prysmian S.p.A. PRY Milano Paolo Zannoni Prodotti e servizi industriali 3.012.301.783 0,69%
32 Saipem S.p.A. SPM San Donato Milanese (MI) Marco Mangiagalli Petrolio e gas naturale 10.268.154.384 2,36%
33 Snam Rete Gas S.p.A. SRG San Donato Milanese (MI) Alberto Meomartini Servizi pubblici 7.997.949.613 1,84%
34 STMicroelectronics N.V. STM Schiphol, Amsterdam (Paesi Bassi) Carlo Bozotti Tecnologia 7.526.420.798 1,73%
35 Telecom Italia S.p.A. TIT Milano Gabriele Galateri di Genola Telecomunicazioni 14.049.834.693 3,23%
36 Tenaris S.A. TEN Lussemburgo (Lussemburgo) Paolo Rocca Materie prime 19.090.461.078 4,39%
37 Terna - Rete Elettrica Nazionale S.p.A. TRN Roma Luigi Roth Servizi pubblici 5.220.371.059 1,20%
38 UniCredit S.p.A. UC Roma Alessandro Profumo Banche 48.936.251.310 11,25%
39 UBI Banca S.p.A. UBI Bergamo Emilio Zanetti Banche 9.402.475.364 2,16%
40 Unipol Gruppo Finanziario S.p.A. UNI Bologna Pierluigi Stefanini Assicurazioni 2.483.679.950 0,571%
SOCIETÀ CHE ERANO PRESENTI ALL'8/9/2008, DATA ALLA QUALE SONO AGGIORNATI LE INFORMAZIONI E I DATI INSERITI, ESCLUSE DALL'ULTIMA REVISIONE DELL'INDICE DEL 23 MARZO 2009 E SOSTITUITE DA QUELLE CON *
EX Fastweb S.p.A. FWB Milano Carsten Schloter Telecomunicazioni 1.584.834.858 0,364%
Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. ES Roma Carlo De Benedetti Media 746.438.781 0,172%
Seat Pagine Gialle S.p.A. PG Milano Enrico Giliberti Media 864.405.667 0,199%

I derivati dall'indiceModifica

I prodotti derivati, futures, minifutures e opzioni sull'indice S&P/MIB negoziati sul mercato IDEM dal 22 marzo 2004 erano:

  • futures su S&P/MIB
  • minifutures su S&P/MIB
  • opzioni su S&P/MIB

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica