Apri il menu principale

Sébastien Roch (romanzo)

romanzo scritto da Octave Mirbeau
Sébastien Roch
Titolo originaleSébastien Roch
Altri titoliSebastiano Roch
MirbeauSebastienRoch.jpg
Edizione principe
AutoreOctave Mirbeau
1ª ed. originale1890
Genereromanzo
Sottogenererealista, critica sociale
Lingua originalefrancese
AmbientazioneVannes e Normandia, anni 1860
ProtagonistiSébastien Roch
AntagonistiPadre de Kern

Sébastien Roch, pubblicato in Italia anche con il titolo Sebastiano Roch[1], è un romanzo dello scrittore francese Octave Mirbeau, pubblicato nel 1890.

Indice

TramaModifica

 
La morte di Sébastien Roch, vista da Henri-Gabriel Ibels, 1906

Libertario individualista e rivoltoso, Mirbeau viola un tabù durato per oltre un secolo: lo stupro degli adolescenti da parte dei preti. Sedotto e stuprato dal gesuita Padre de Kern, colpevole di un "assassinio di un'anima di bambino", il giovane Sébastien Roch è denunciato dallo stupratore, che accusa per non essere accusato, e espulso vergognosamente dal collegio. Traumatizzato e sformato definitivamente, porta "l'impronta" della sua "educastrazione" nel collegio dei Gesuiti di Vannes, dove Mirbeau ha passato quattro anni d'"inferno". Oramai Sébastien vive quasi come un morto, e la sua morte assurda, durante la guerra di 1870, è la conclusione logica del suo martirio: l'esercito finisce il lavoro di destruzione cominciato dalla Chiesa cattolica.

TraduzioniModifica

Ci sono due traduzioni italiane: quella d'E. Rossi (Sebastiano Roch, Sandron, 1910) e quella, ottima, di Ida Porfido (Sébastien Roch, Marsilio, 2005).

EdizioniModifica

NoteModifica

  1. ^ Catalogo SBN, su sbn.it. URL consultato il 18 ottobre 2011.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica