Apri il menu principale
SKGLB Z
BBÖ Z
ÖBB 999.1
SKGB 999.1
SchBB/EWA Z
BBÖ Zz
ÖBB 999
NÖSchBB 999
Locomotiva a vapore
Anni di progettazione 1893
Anni di costruzione 1896 - 1900
Anni di esercizio 1896 - presente
Quantità prodotta 33
Costruttore Krauss & Comp
Dimensioni 4,545 m (distanza tra respingenti) x 3,3 m (altezza)
Capacità Acqua 1,2/1 m³. Carbone 600 kg
Interperno 3.170 mm (tra assi estremi accoppiati)
Massa in servizio 18.000 kg
Rodiggio 2zz1' n2t
Diametro ruote motrici 573 mm
Distribuzione Walschaert
Sforzo trazione massimo 14.700 kg
Velocità massima omologata 12 km/h
Alimentazione Carbone

Le SKGLB Z erano una serie di locomotive a vapore a scartamento ridotto costruite dalla Krauss per la Schafbergbahn. Una simile serie di locomotive sono state vendute al Schneebergbahn / Aspangbahn (SchBB / EWA) per il collegamento allo Schneeberg.

Indice

SKGLB Z 1–6Modifica

Le SKGLB vennero inviate sia alla ferrovia a scartamento ridotto tra Salisburgo e Bad Ischl che alla Schafbergbahn, una ferrovia che congiunge St. Wolfgang allo Schafbergspitze. La ferrovia a cremagliera venne inauguarata nel 1893, utilizzando il sistema Abt. Per il funzionamento la Krauss costruì a Linz sei locomotive a cremagliera. Le macchine hanno un telaio esterno, che viene attenuato nella regione del terzo asse con una cornice interna. Hanno una unità che agisce esclusivamente sulla cremagliera, le ruote hanno solo una struttura portante. Erano inizialmente, alimentate con il petrolio, ma poi vennero convertite a carbone. Nel 1932 era passata l'operazione sul Schafbergbahn al BBO, a causa di problemi finanziari con il SKGLB. Solo nel 1943 il Reichsbahn tedesco ha classificato le sei macchine come 99 7.306-7.311. Con la restaurazione della Repubblica d'Austria le locomotive sono tornate in possesso della ÖBB che nel 1953 le ha classificate come 999 101-106. Tutte le sei macchine della Schafbergbahn e le cinque della Schneebergbahn ricevute nel 1952 (1 pezzo) e nel 1954 (10 pezzi) hanno un estrattore Giesl, il quale ha rappresentato esternamente un notevole cambiamento per le locomotive. La 999.101 nel 1974 è stata trasferita alla Schneebergbahn, a causa di un aumento della domanda, dalla Schafbergbahn. Nel 2006 la Schafbergbahn è stata venduta al Salzburg AG e ora opera sotto il nome di Salzkammergutbahn. I restanti motori a vapore originali vengono utilizzati solo in funzione "nostalgica" dal 1996, le nuove locomotive a vapore sono stati acquistate con la designazione della serie 999 2. La 999.105 è di esclusiva proprietà del Museo della Tecnica di Vienna.

Alla fine del 2007 la 999 101 è stata venduta alla Schafbergbahn, a causa del 115º anniversario della Schafbergbahn nel 2008, tornando al suo stato originale.

SchBB / EWA Z 1-5Modifica

Tra il 1896-1897 e il 1900 sono state acquistate da SchBB / EWA per la Schneebergbahn cinque locomotive simili: differivano solo nella pendenza massima per l'inclinazione data della caldaia (200‰ nella Schaftbergbahn e 225‰ nella Schneebergbahn). Dal 1899 l'Aspangbahn (EWA) ha portato a compimento l'operazione sulla Schneebergbahn. Nel 1937, l'EWA è stata adottata dalla BBO e le cinque locomotive sono state classificate come Riga ZZ. Nel 1938, la Reichsbahn tedesca ordinò la numerazione 99 7301-7305 come nelle loro flotte di veicoli. L'ÖBB le ha catalogate nel 1953 come 999 01-05. Nel 1996 la Schneebergbahn è diventata Niederösterreichische Schneebergbahn GmBH (NÖSBB). Dal 1998 i motori a vapore sono usati anche nella Schneebergbahn in modalità treno storico, poiché vennero acquistate le automotrici "Salamandra" con motore diesel, che riescono a portare un traffico di passeggeri maggiore.

Galleria d'immaginiModifica

Altri progettiModifica

  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti