S Andromedae
Scoperta 20 agosto 1885
Galassia ospite Galassia di Andromeda
Tipo di supernova supernova di tipo Ia
Stella progenitrice  ?
Tipo progenitrice nana bianca
Costellazione Andromeda
Distanza dal Sole 2,6 milioni di anni luce
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 00h 42m 43,11s
Declinazione -41° 16′ 04,2″
Lat. galattica 184,6
Long. galattica −5,8
Dati fisici
Indice di colore (B-V) 1,31
Dati osservativi
Magnitudine di picco 6,0

Coordinate: Carta celeste 00h 42m 43.11s, -41° 16′ 04.2″

S Andromedae (nota anche come SN 1885a) fu una supernova che esplose nella Galassia di Andromeda, l'unica osservata finora in quella galassia dagli astronomi, nonché la prima osservata in una galassia diversa dalla Via Lattea; è anche nota come "Supernova 1885".

Fu scoperta il 20 agosto 1885 da Ernst Hartwig che lavorava al Dorpat Observatory in Estonia. Raggiunse al suo massimo una magnitudine apparente uguale a 6, al limite estremo della visibilità ad occhio nudo, per poi scendere al di sotto della magnitudine 16 già dal febbraio 1890.

La stella fu segnalata come di colore tendente al rosso, e scese molto velocemente in luminosità, cosa atipica per una supernova; sfortunatamente non sono state effettuate rilevazioni spettroscopiche.

Nel 1988 un team di astronomi capeggiati da R. A. Fesen, usando il telescopio di 4 metri Mayall a Kitt Peak, scoprirono il suo resto, ricco in ferro; Ulteriori osservazioni furono compiute nel 1995 dal Telescopio Spaziale Hubble.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni