Sahjhan (Buffyverse)

personaggio immaginario della serie televisiva Angel
Sahjhan
UniversoBuffyverse
Lingua orig.Inglese
Soprannometimeshifter
AutoreJoss Whedon
1ª app. inProgenie
Ultima app. inOrigine
Interpretato daJack Conley
Voce italianaMassimo Bitossi
Sessomaschile
Data di nascitasconosciuta
Poteri
  • viaggi temporali (solo in forma incorporea)
  • evocazione di portali dimensionali (solo in forma incorporea)
  • intangibilità (solo in forma incorporea)
  • volo (solo in forma incorporea)

«Dovranno passare più di duecento anni prima che tu possa trovarti di nuovo faccia a faccia con Angelus e Darla, e voglio la tua parola che non avrai nessuna pietà.»

(Sahjhan a Daniel Holtz)

Sahjhan è un personaggio della Terza stagione della serie televisiva Angel. È un demone della specie dei Granok e rappresenta il nemico principale della stagione. È interpretato da Jack Conley.

È un potente demone che cerca di eliminare prima Angel e poi Connor nel tentativo di non far avverare la profezia sulla sua morte che sarebbe avvenuta per mano del figlio del vampiro con l'anima.

StoriaModifica

Insieme agli altri demoni Granok, Sahjhan aveva prosperato in un'epoca di caos e violenzia, finché i Soci anziani e Mesektet non li bandirono rendendoli incorporei. Al contrario degli altri esponenti della sua razza Sahjhan ha sviluppato la capacità di viaggiare nel tempo e nello spazio per sopperire alla sua intangibilità. Dopo aver scoperto che la sua morte sarebbe avvenuta per mano del figlio del vampiro con l'anima (Connor), Sahjhan ha cercato in tutti i modi di non far avverare la profezia, arrivando a reclutare il cacciatore di vampiri settecentesco Daniel Holtz per eliminare Angel, prima che suo figlio venisse alla luce.

Terza stagioneModifica

Come piano b nel caso Holtz avesse fallito, Sahjhan si era preoccupato di modificare alcune parti della profezia aggiungendone una in particolare (il vampiro divorerà suo figlio) che ha portato Wesley a rapire il figlio del suo amico pur di salvarlo. Wesley verrà poi sorpreso a tradimento da Justine che gli taglierà la gola e gli toglierà il bambino affidandolo ad Holtz. Dopo aver rintracciato Holtz, il demone lo minaccia dicendogli che se non avesse ucciso il bambino lo avrebbe spedito a Quor'Toth, una dimensione infernale in cui nessun umano sarebbe potuto sopravvivere; con grande stupore del demone e dei presenti (Angel e la Wolfram & Hart) Holtz si lancia nel portale dimensionale di Quor'Toth con il bambino in braccio. Infuriato per la perdita del figlio Angel ha utilizzato un incantesimo per far tornare corporeo Sahjhan con l'intenzione di ucciderlo. Nel confronto che ne segue Angel ha la peggio e Sahjahn rivela al nemico che è stato lui in realtà a modificare la profezia e ad aver messo, con la complicità di Lilah Morgan dei campioni del sangue di Connor in quello di maiale abitualmente bevuto dal vampiro, in modo da farlo diventare più violento. Ma proprio nel momento in cui sta per dargli il colpo di grazia interviene Justine che lo imprigiona con un incantesimo per vendicare la scomparsa di Holtz.

Quinta stagioneModifica

Due anni dopo Sahjhan viene liberato da Angel affinché Cyvus Vail possa vedere compiuta la profezia della sua eliminazione per mano di Connor. All'inizio il ragazzo è in difficoltà poiché avendo perso la memoria ha smarrito anche la conoscenza del combattimento e la coscienza dei suoi poteri da dampiro. Dopo averle riacquistate grazie all'intervento semi-involontario di Wesley, il ragazzo elimina il demone decapitandolo con un'ascia.

Poteri ed abilitàModifica

Sahjhan è uno dei demoni più potenti affrontati da Angel: è in possesso di una forza fisica spaventosa che gli ha permesso di ribaltare senza sforzo un pick-up di due tonnellate, nonché di una resistenza altrettanto strepitosa che gli ha permesso di resistere e rimanere in piedi (seppur con difficoltà) dopo essere stato colpito da Angel ripetute volte e di sconfiggerlo. Durante il combattimento con Connor ha dato dimostrazione di essere esperto anche nell'uso delle armi bianche. L'unica sua debolezza è rappresentata dalla sua lentezza di riflessi, che ha permesso a Connor di sconfiggerlo decapitandolo; rimane comunque più veloce dei normali esseri umani e della maggior parte dei vampiri.

È inoltre in possesso, quando è incorporeo, di capacità mistiche che lo rendono in grado di viaggiare nel tempo e di creare squarci e portali dimensionali, aveva la capacità di volare e la sua forma spettrale lo rendeva intangibile per chiunque.