Apri il menu principale
Saibai Island
Saibai (Landsat).png
Geografia fisica
LocalizzazioneStretto di Torres
Coordinate9°24′S 142°41′E / 9.4°S 142.683333°E-9.4; 142.683333Coordinate: 9°24′S 142°41′E / 9.4°S 142.683333°E-9.4; 142.683333
ArcipelagoTorres Strait Islands
Superficie107,9[1] km²
Dimensioni21,8 × 5,2 km
Sviluppo costiero53,9[1] km
Altitudine massima1,7[1] m s.l.m.
Geografia politica
StatoAustralia Australia
Stato federatoQueensland Queensland
Local government areaRegione di Torres Strait Island
Demografia
Abitanti465[2] (2016)
Cartografia
TorresStraitIslandsMap.png
Mappa di localizzazione: Australia
Saibai Island
Saibai Island
voci di isole dell'Australia presenti su Wikipedia

Saibai Island è un'isola dell'arcipelago delle Torres Strait Islands situata nello stretto di Torres. Si trova a soli 5 km dalla costa della Nuova Guinea. Appartiene alla regione di Torres Strait Island, nel Queensland (Australia). La popolazione dell'isola, al censimento del 2016, era di 465 abitanti[2].

GeografiaModifica

Saibai Island è un'isola formata da depositi alluvionali dei fiumi della Nuova Guinea, è pianeggiante, ricoperta prevalentemente da paludi di mangrovie, il punto più alto è di 1,7 m sul livello del mare ed è soggetta a inondazioni durante la stagione delle piogge. Saibai ha una superficie di 107,9 km² e uno sviluppo costiero di 53,9 km.[1] Il villaggio principale (Saibai) si trova a nord-ovest ed è dotato di un aeroporto (cod. IATA: SBR[3]); un secondo villaggio, Churum, si trova a sud-ovest.

A nord di Saibai si trova l'isola disabitata di Kauamag, separata da uno stretto canale lungo 7 chilometri. A ovest, alla distanza di 5 km, si trova l'isola Dauan (chiamata anche Cornwallis).

StoriaModifica

I proprietari tradizionali di Saibai erano i clan Buwai, di origine melanesiana, che vivevano in comunità di villaggi seguendo i modelli tradizionali di caccia, pesca, agricoltura e commercio per molte migliaia di anni prima che venissero contattati dai primi visitatori europei. Esistono ancora forti affinità e legami commerciali tra le popolazioni di Saibai, Dauan e Boigu e le comunità costiere della Papua Nuova Guinea.

Nel 1871 sull'isola sbarcarono i primi missionari cristiani della London Missionary Society[4].

In seguito al grave maremoto del 1947, una parte significativa degli isolani fu trasferita sulla terraferma, nella penisola di Capo York, dove nel 1954 fu fondato dal popolo Saibai l'insediamento di Bamaga.[5]

NoteModifica

  1. ^ a b c d Saibai, su islands.unep.ch. URL consultato il 1º marzo 2018.
  2. ^ a b (EN) Australian Bureau of Statistics - 2016 Census - Saibai Island, su censusdata.abs.gov.au. URL consultato il 28 febbraio 2018.
  3. ^ Saibai Island Airport code, su air-port-codes.com. URL consultato il 1º marzo 2018.
  4. ^ (EN) London Missionary Society, su britannica.com. URL consultato il 1º marzo 2018.
  5. ^ (EN) Saibai, su qld.gov.au. URL consultato il 2 marzo 2018.