Apri il menu principale
Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama scortato attraverso la Sala Clementina dopo il suo incontro con papa Benedetto XVI

La Sala Clementina è una delle sale del palazzo Apostolico accanto alla basilica di San Pietro nella Città del Vaticano. Fu costruita nel XVI secolo per volere di papa Clemente VIII in onore di papa Clemente I, il terzo successore di san Pietro.

La Sala Clementina è ricoperta da affreschi rinascimentali e varie opere d'arte di notevole importanza. La sala è usata dal papa come sala per le udienze a delegazioni di particolare importanza, come il corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede, il collegio dei cardinali, le varie conferenze episcopali. Nella Sala Clementina viene inoltre esposto, dopo la morte, il corpo del papa affinché i membri della curia e le delegazioni straniere possano rendergli omaggio prima della traslazione nella Basilica di San Pietro.

AffreschiModifica

Sopra le porte principali che consentono l'accesso alla sala è collocato l'affresco intitolato il Martirio di san Clemente del pittore fiammingo Paul Bril. Nella parete opposta vi sono gli affreschi del Battesimo di san Clemente, dei pittori italiani Cherubino Alberti e Baldassare Croce, e un'Allegoria dell'Arte e della Scienza di Giovanni e Cherubino Alberti. I fregi sulle pareti laterali raffigurano le allegorie delle virtù cardinali di Alberti e Croce e, sulla parete opposta, delle virtù teologali da parte degli stessi artisti. Sul soffitto è dipinta l'Apoteosi di san Clemente di Giovanni Alberti.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica