Salinguerra II Torelli

nobile e politico italiano

Salinguerra II Torelli (1164Venezia, 1244) è stato un nobile e politico italiano.

Stemma Torelli

BiografiaModifica

Era figlio di Torello di Salinguerra Torelli, della nobile famiglia ghibellina di origine bolognese trapiantatasi a Ferrara, in perenne conflitto con la famiglia guelfa degli Adelardi.

Fu podestà di Ferrara nel 1195.

Il continuo conflitto con gli Estensi sul governo della città portò ad un accordo, nel 1213 dopo la morte di Azzo VI: Salinguerra e Aldobrandino I d'Este decisero di governare congiuntamente, fino al 1224. Il co-governo durò sino al 1237, anno in cui Azzo si alleò con Venezia. Nel 1240 Ferrara fu cinta d'assedio e Salinguerra, invitato fuori città per firmare la pace, fu catturato con l'inganno. Fu trasportato con la forza su una nave diretta a Venezia dove morì nel 1244 e venne sepolto nella Chiesa di San Nicolò (Lido).

DiscendenzaModifica

Salinguerra sposò in prime nozze una certa Retrude; in seconde nozze Sibilla di Uguccione da Montefiore; in terze nozze Sofia da Romano, figlia di Ezzelino II "il Monaco". Ebbe otto figli:[1]

  • 1^ Bartolomea (... - ante 1252) sposò nel 1215 Jacopino Rangoni.
  • 1^ Arriverio (...-post 1212)
  • 1^ Paolo, sposò una nobile ferrarese, vissero a Poppi e loro figlio fu il beato Torello.
  • 2^ Giacomo, detto "Torello" (?-1245)
  • 2^ Tommaso (?-1228) capitano delle Milizie Bolognesi nel 1228.
  • 2^ Fraisenda, monaca clarissa in un monastero di Bologna.
  • 3^ Salinguerra, detto "Giustinello" (1240-ante 1339)
  • 3^ Rizzardo (1240-post 1260)

NoteModifica

  1. ^ Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Rossi di Parma, Torino, 1835.

BibliografiaModifica

  • Luciano Chiappini, Torelli di Ferrara, Varese, 1988. ISBN non esistente
  • Carlo D'Arco, Studi intorno al municipio di Mantova, Mantova, 1871.
  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Rossi di Parma, Torino, 1835. ISBN non esistente.

Collegamenti esterniModifica