Apri il menu principale

Sally Margaret Field (Pasadena, 6 novembre 1946) è un'attrice statunitense.

Esordisce nel 1962 con il film Un tipo lunatico, susseguendosi ruoli secondari non da protagonista. Il successo arriva con il film Norma Rae, per il quale vince il Prix d'interprétation féminine al Festival di Cannes, il Golden Globe e l'Oscar alla miglior attrice nel 1980. Nel 1985 vince il suo secondo Oscar e un secondo Golden Globe come miglior attrice per Le stagioni del cuore.

Altri suoi film di successo sono Fiori d'acciaio, Mrs. Doubtfire - Mammo per sempre, Forrest Gump e Lincoln, per il quale riceve la sua terza candidatura agli Oscar come miglior attrice non protagonista. In campo televisivo, è nota per il suo ruolo nella serie tv Brothers & Sisters - Segreti di famiglia dal 2006 al 2011, che le è valso un Emmy Award e uno Screen Actors Guild Award.

Indice

BiografiaModifica

Nata in California, figlia del commesso Richard Dryden Field e dell'attrice Margaret Morlan, i suoi genitori divorziarono quando aveva 3 anni. Studia recitazione con Lee Strasberg. Per il cinema lavora in film come: Fiori d'acciaio di Herbert Ross, Mrs. Doubtfire - Mammo per sempre al fianco di Robin Williams; in Forrest Gump interpreta la madre del protagonista, Tom Hanks.

Nel 1980 vince il premio Oscar alla miglior attrice protagonista per Norma Rae e nel 1985 per Le stagioni del cuore. Nel 1981 è protagonista con Paul Newman di Diritto di cronaca di Sydney Pollack.

Attiva anche nel campo televisivo, recita in alcuni episodi di E.R. - Medici in prima linea e fa parte del cast della serie tv Brothers & Sisters - Segreti di famiglia con il ruolo di Nora Walker.

Nel 2012, Sally Field interpreta il ruolo di Mary Todd Lincoln nel film Lincoln diretto da Steven Spielberg; per questo ruolo riceve molte candidature come miglior attrice non protagonista, inclusa la nomination al premio Oscar[1], la nomination ai Golden Globe,[2] quella ai BAFTA[3] e agli Screen Actors Guild Award.[4]

Nel maggio 2014 riceve una stella sulla Hollywood Walk of Fame di Los Angeles.[5]

È stata la compagna per molti anni dell'attore Burt Reynolds, si è sposata due volte, la prima dal 1968 al 1975 con Steven Craig, dal quale ha avuto due figli, Peter (1969) e Eli (1972), la seconda dal 1984 al 1993 con il produttore Alan Greisman, dal quale ha avuto un altro figlio nel 1987.

FilmografiaModifica

 
Sally Field ai Premi Oscar 1990

AttriceModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

RegistaModifica

ProduttriceModifica

DoppiaggioModifica

TeatroModifica

Premi e riconoscimentiModifica

Doppiatrici italianeModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi lavori, Sally Field è stata doppiata da:

  • Serena Verdirosi in La via del West, Un autentico campione, Diritto di cronaca, Una canaglia a tutto gas, Le stagioni del cuore, L'amore di Murphy, L'ultima battuta, Fiori d'acciaio, Bolle di sapone, Due settimane, Dalla Terra alla Luna, David Copperfield
  • Melina Martello in Mai senza mia figlia, Brothers & Sisters - Segreti di famiglia, The Amazing Spider-Man, The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro, Hello, My Name Is Doris, Little Evil
  • Rossella Izzo in La prossima vittima, Qui dove batte il cuore, Dimmi che non è vero
  • Chiara Salerno in Lincoln, Maniac
  • Paila Pavese in Norma Rae
  • Roberta Greganti in Mi arrendo... e i soldi?
  • Silvia Pepitoni in Mrs. Doubtfire - Mammo per sempre
  • Maria Pia Di Meo in Forrest Gump
  • Manuela Andrei in Una bionda in carriera
  • Liliana Sorrentino in E.R. - Medici in prima linea

Da doppiatrice è stata sostituita da:

NoteModifica

  1. ^ Oscar 2013: la lista dei candidati alla famosa statuetta, su it.ibtimes.com. URL consultato il 12 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2013).
  2. ^ Golden Globe 2013: Lincoln verso il trionfo
  3. ^ Bafta 2013: le candidature agli oscar inglesi, su it.ibtimes.com. URL consultato il 12 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 13 gennaio 2013).
  4. ^ 2013 SAG Award Nominees Archiviato il 15 gennaio 2013 in Internet Archive.
  5. ^ Sally Field ha finalmente la sua stella sulla Walk of Fame, su gossip.it. URL consultato il 7 maggio 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49407912 · ISNI (EN0000 0001 1472 2248 · LCCN (ENn86129571 · GND (DE118955721 · BNF (FRcb138939183 (data)