Apri il menu principale
Salvatore Garritano
Salvatore Garritano.jpg
Garritano nel 2008.
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1989
Carriera
Squadre di club1
1973-1975 Ternana 40 (10)
1975-1978 Torino 20 (2)
1978-1980 Atalanta 35 (8)
1980-1981 Bologna 27 (6)
1981-1982 Sampdoria 31 (4)
1982-1985 Pistoiese 86 (19)
1985-1986 Omegna 23 (4)
1986-1987 Sorrento 14 (4)
1987-1988 Latina 26 (7)
1988-1989 Ternana 29 (9)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Salvatore Garritano (Cosenza, 23 dicembre 1955) è un ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

CarrieraModifica

ClubModifica

Cresciuto nella Emilio Morrone (la seconda squadra di Cosenza), Garritano fece il suo ingresso nel calcio professionistico militando nella Ternana, società con la quale esordì in serie A nel 1974 come riserva di Carlo Petrini e Nicola Traini. In quello stesso anno entrò anche nel giro della Nazionale Under 23 dimostrandosi un giovane con buone prospettive e appetibile dai grandi club. Nel 1975 lo acquistò il Torino con l'intento di disporre di un valido rincalzo per il duo d'attacco Graziani-Pulici.

 
Garritano in azione alla Ternana nel 1974; sullo sfondo il cesenate Danova.

Garritano si adattò al ruolo di terzo attaccante all'ombra della coppia-gol granata, riuscendo comunque a contribuire con 5 presenze e 1 gol contro il Milan allo storico scudetto granata del 1976 ma con la speranza di poter ambire in prospettiva al ruolo di titolare, auspicio ben presto rivelatosi un'illusione. Nelle due successive stagioni all'ombra della Mole infatti accumulò in campionato solo 15 presenze ed una sola rete all'attivo. Nel 1978 passò all'Atalanta per ritrovare continuità di utilizzo ma un grave infortunio alla caviglia lo costrinse a restare fermo per un anno. Guarito dall'infortunio riprese a giocare con maggiore assiduità, senza comunque raggiungere i livelli di rendimento che lo avevano portato ad indossare la maglia azzurra, come confermarono le successive esperienze con Bologna (dove, nell'anno del - 5, l'allenatore Radice lo utilizzò prevalentemente in staffetta con Giuliano Fiorini), Sampdoria e Pistoiese.

Abbandonati gradualmente i grandi palcoscenici, proseguì la sua carriera nelle serie minori (Omegna, Sorrento, Latina), per ritornare poi nel 1988 alla Ternana, squadra delle sue origini calcistiche, dove contribuì con ben 9 gol alla rinascita rossoverde: promozione in serie C1 dopo uno spareggio vinto ai rigori contro il Chieti, esattamente 15 anni dopo l'ultima promozione degli umbri (quella in serie A) di cui Garritano era stato tra i protagonisti. Nel 1989 lasciò definitivamente il calcio professionistico ma continuò a giocare per pura passione nei dilettanti militando, all'età di 41 anni, nelle file dell'Alcamo.

NazionaleModifica

Garritano disputò una sola gara nella Nazionale Under 23 nel 1974 in occasione dell'incontro valevole per la Coppa Europa disputatosi a Hertogenbosch contro la nazionale di calcio dei Paesi Bassi conclusosi 3-2 in favore degli olandesi. Fu lui l'autore del secondo goal azzurro. In seguito collezionò 10 presenze nella Rappresentativa Under 21 segnando 4 goal.

PalmarèsModifica

BibliografiaModifica

  • Elio Corbani, Pietro Serina, Cent'anni di Atalanta, vol. 2, Bergamo, Sesaab, 2007, ISBN 978-88-903088-0-2.
  • Dizionario del Calcio Italiano (Marco Sappino – Baldini & Castaldi – 2000)
  • Il ritorno degli dei granata (Paolo Ferrero – Bradipolibri – 2002)

Collegamenti esterniModifica