Apri il menu principale
Salvo Pogliese

Sindaco di Catania
In carica
Inizio mandato 18 giugno 2018
Predecessore Enzo Bianco

Sindaco metropolitano di Catania
In carica
Inizio mandato 18 giugno 2018
Predecessore Enzo Bianco

Eurodeputato
Legislature VIII (fino al 14/07/2018)
Gruppo
parlamentare
PPE
Circoscrizione Italia insulare
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Fratelli d'Italia (dal 2019)
In precedenza:
MSI (fino al 1995)
AN (1995-2009)
PdL (2009-2013)
FI (2013-2019)
Titolo di studio Laurea in economia e commercio
Università Università degli studi di Catania
Professione Dottore commercialista

Salvatore Domenico Antonio Pogliese, detto Salvo (Catania, 3 marzo 1972), è un politico italiano, sindaco di Catania e della città metropolitana a partire dal 18 giugno 2018.

BiografiaModifica

Laureato in economia e commercio, inizia giovanissimo a fare politica nel Fronte della Gioventù, l'organizzazione giovanile del Movimento Sociale Italiano, di cui è stato segretario provinciale di Catania.

Consigliere d'Amministrazione dell'Università di Catania per gli studenti di destra dal 1993 al 1997. Nel 1996 è Segretario regionale di Azione Giovani. Primo eletto nel novembre 1997 al consiglio comunale di Catania in Alleanza Nazionale. È stato dal 2003 al 2005 assessore provinciale[1].

Nel 2006 è eletto deputato all'Assemblea regionale siciliana per Alleanza Nazionale nel collegio provinciale di Catania. Riconfermato nel 2008 nella lista del Popolo della Libertà, di cui diviene vice-capogruppo[2].

Nell'ottobre 2012 è rieletto all'Ars nel PdL e viene eletto vice presidente dell'Assemblea[3].

Nel 2013, con la sospensione del PdL, aderisce a Forza Italia[4].

Candidato alle elezioni europee del maggio 2014 è primo degli eletti di FI nella circoscrizione Italia insulare con 61.186 preferenze[5]. Il 30 giugno 2014, Salvo Pogliese ha presentato le proprie dimissioni da deputato regionale e da Vice Presidente dell'Assemblea, optando per lo scranno di europarlamentare[6].

Nel febbraio 2018 ha ufficializzato e resa pubblica la sua candidatura come sindaco di Catania per le elezioni amministrative[7] con il sostegno di Forza Italia, Fratelli d'Italia, Unione di Centro, Noi con Salvini, #DiventeràBellissima del Governatore Nello Musumeci e 4 liste civiche. Vince al primo turno con il 52,29% dei voti, battendo il sindaco uscente Enzo Bianco, che si ferma al 26,41%[8]. Il 9 luglio successivo, presso Palazzo degli Elefanti, presenta la nuova giunta comunale, mantenendo al personale le deleghe della Polizia Municipale ed all'Urbanistica. Il 14 luglio si dimette da eurodeputato.

Il 17 aprile 2019 decide di lasciare Forza Italia in contrasto con la linea politica del coordinatore regionale Gianfranco Micciché e quasi tre mesi dopo aderisce a Fratelli d'Italia.[9][10]

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica