San Benedetto Belbo

comune italiano
San Benedetto Belbo
comune
San Benedetto Belbo – Stemma
San Benedetto Belbo – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Cuneo-Stemma.svg Cuneo
Amministrazione
SindacoEmilio Porro (lista civica) dall'8-6-2009 (3º mandato dal 27-5-2019)
Territorio
Coordinate44°30′N 8°03′E / 44.5°N 8.05°E44.5; 8.05 (San Benedetto Belbo)
Altitudine637 m s.l.m.
Superficie4,85 km²
Abitanti162[1] (31-8-2020)
Densità33,4 ab./km²
Comuni confinantiBossolasco, Mombarcaro, Murazzano, Niella Belbo
Altre informazioni
Cod. postale12050
Prefisso0173
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT004206
Cod. catastaleH770
TargaCN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona F, 3 105 GG[3]
Nome abitantisanbenedettesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Benedetto Belbo
San Benedetto Belbo
San Benedetto Belbo – Mappa
Posizione del comune di San Benedetto Belbo nella provincia di Cuneo
Sito istituzionale

San Benedetto Belbo (San Benedet in piemontese) è un comune italiano di 162 abitanti della provincia di Cuneo in Piemonte. Paese molto amato e frequentato in tutta la sua vita dallo scrittore Beppe Fenoglio.

StoriaModifica

Il paese prende nome dal monastero benedettino di San Benedetto al Belbo fondato sul colle nei pressi del Belbo attorno al 1000 dai monaci giunti nelle Langhe dall'abbazia di Santa Maria di Castiglione (oggi Castione Marchesi) (Fidenza, Parma), ne nacque un ricco feudo monastico, un priorato, con anche i territori di Niella, Feisoglio, Saliceto, Priero e Gottasecca.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
14 giugno 1985 7 giugno 1990 Renato Fresia lista civica Sindaco [5]
7 giugno 1990 24 aprile 1995 Renato Fresia lista civica Sindaco [5]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Renato Fresia - Sindaco [5]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Renato Fresia lista civica Sindaco [5]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Giuseppe Corsini lista civica Sindaco [5]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Emilio Porro lista civica Sindaco [5]
26 maggio 2014 27 maggio 2019 Emilio Porro lista civica Due campanili Sindaco [5]
27 maggio 2019 in carica Emilio Porro lista civica Due campanili Sindaco [5]

Altre informazioni amministrativeModifica

Il comune faceva parte della comunità montana Alta Langa e Langa delle Valli Bormida e Uzzone[6].

CuriositàModifica

  • Nelle strade e nei dintorni del paese è stato girato il fim "Il caso Martello" (1991) di Guido Chiesa, presentato nello stesso anno al Festival del Cinema di Venezia.
  • Il Comune di San Benedetto Belbo ha attrezzato un itinerario letterario attraverso i luoghi che conservano la testimonianza dei capolavori ambientati nel paese dallo scrittore Beppe Fenoglio. Il percorso si snoda "ad anello" all'interno del piccolo centro storico, con dieci tabelloni esplicativi del rapporto tra il paese e lo scrittore ed altrettante targhe con le citazioni dedicate ai luoghi più significativi legati alle sue opere.[7]

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/
  6. ^ Statuto della Comunità Montana Alta Langa, su altalanga.cn.it. URL consultato il 22 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2012).
  7. ^ Comune di San Benedetto Belbo - CAMMINANDO CON FENOGLIO

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàSBN TO0L004415
  Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo