San Lorenzo in Damaso (titolo cardinalizio)

San Lorenzo in Damaso
Titolo presbiterale
Stemma di Antonio María Rouco Varela
Parione - san Lorenzo in Damaso 01448.JPG
Basilica di San Lorenzo in Damaso
Titolare Antonio María Rouco Varela
Istituzione 112
istituito da papa Evaristo
Dati dall'annuario pontificio

Il titolo cardinalizio di San Lorenzo nel Teatro Pompeio fu istituito da papa Evaristo intorno al 112 e fu confermato da papa Damaso I, che si suppone abbia occupato questo titolo da cardinale[senza fonte], nel 366.

Il titolo continuò a comparire nelle liste del VI, del VII e del XII secolo, quando fu definitivamente chiamato San Lorenzo in Damaso. Secondo il catalogo di Pietro Mallio, stilato sotto il pontificato di papa Alessandro III, il titolo era collegato alla Basilica di San Pietro ed i suoi preti vi celebravano messa a turno. Con la bolla pontificia Etsi ad singula del 5 luglio 1532, papa Clemente VII assegnò, in perpetuo, questo titolo al vice cancelliere di Santa Romana Chiesa, senza badare al suo ordine cardinalizio (diacono, presbitero o vescovo). Tale regola è rimasta in vigore fino al 1973, quando papa Paolo VI ha soppresso l'ufficio di vice cancelliere.

TitolariModifica

NoteModifica

  1. ^ Carlo Dolcini, v. Deusdedit nel Dizionario biografico degli italiani, volume 39 (1991).
  2. ^ a b Francesco Ronci e Nicolas de Nonancour furono creati cardinali da papa Celestino V durante il medesimo concistoro tenutosi il 18 settembre 1294, il Ronci con il titolo di San Lorenzo in Damaso e il Nonancour con il titolo di San Marcello, ma alla morte del cardinale Francesco Ronci, il Nonancour optò per quest'ultimo titolo. La data precisa in cui morì il Ronci non è nota, si sa che avvenne dopo il 13 ottobre 1294. Il tutto avvenne mentre era in corso il conclave che elesse al soglio pontificio Papa Bonifacio VIII. ((EN) The Cardinals of the Holy Roman Church - L'Aide, www2.fiu.edu. URL consultato il 5 giugno 2010. - The Cardinals of the Holy Roman Church - Ronci, www2.fiu.edu. URL consultato il 5 giugno 2010.)
Controllo di autorità VIAF: (EN158356025
  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo