Apri il menu principale
San Pierio

Sacerdote e filosofo

 
NascitaAlessandria, III secolo d.C.
MorteRoma, 310
Venerato daTutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
Ricorrenza4 novembre

Pierio (Alessandria d'Egitto, III secoloRoma, 310) fu un sacerdote e filosofo egiziano che fu a capo della scuola di catechesi di Alessandria alla fine del III secolo; è venerato come santo da tutte le chiese che ammettono il culto dei santi.

AgiografiaModifica

Dotto collaboratore del vescovo di Alessandria san Theonas, fu il maestro di san Panfilo. Ebbe il carisma di essere molto chiaro e istruttivo per il popolo con le sue omelie, il suo pensiero fu molto vicino a Origene, tanto che gli venne dato l'appellativo di Origene minore.

Molto apprezzato da Eusebio di Cesarea e da San Girolamo, riuscì a scampare alla persecuzione dei cristiani sotto Diocleziano e visse gli ultimi anni della sua vita a Roma. Le sue più grandi virtù furono la povertà, la temperanza e la grande capacità divulgativa.

Scrisse vari trattati di teologia e filosofia, fra cui una raccolta di dodici sermoni, di cui uno sulla Madonna, uno sul Vangelo di Luca, uno sulla Pasqua; due brevi trattati sul profeta Osea e su Ester; un'elegia su San Panfilo che fu suo discepolo. In queste opere continuava a riportare le teorie di Origene, quali la preesistenza delle anime umane e la subordinazione dello Spirito Santo al Padre e al Figlio.

CultoModifica

Il Martirologio romano fissa la memoria liturgica il 4 novembre.

La Chiesa copta fissa la memoria liturgica il 29 novembre.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN309694635 · GND (DE102403376 · CERL cnp00285558