Apri il menu principale

Sangue e arena (film 1922)

film del 1922 diretto da Fred Niblo, Dorothy Arzner (non accreditata)
Sangue e arena
Blood and Sand 1922 poster.jpg
La locandina d'epoca
Titolo originaleBlood and Sand
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1922
Durata80 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33:1
film muto
Generedrammatico
RegiaFred Niblo
Dorothy Arzner (non accreditata)
Soggettodal romanzo Sangre y arena di Vicente Blasco Ibáñez e dal lavoro teatrale di Tom Cushing
SceneggiaturaJune Mathis
ProduttoreFred Niblo
Produttore esecutivoJesse L. Lasky
Casa di produzioneParamount Pictures, Famous Players-Lasky Corporation
FotografiaAlvin Wyckoff
MontaggioDorothy Arzner (non accreditata)
TruccoMonte Westmore (non accreditato)
Interpreti e personaggi

Sangue e arena (Blood and Sand) è un film muto del 1922 diretto da Fred Niblo e da (non accreditata) Dorothy Arzner, remake della pellicola spagnola del 1916

Dramma passionale basato sul romanzo del 1909 Sangue e arena (Sangre y Arena) di Vicente Blasco Ibáñez, ebbe un grandissimo successo al botteghino. Primeggia su tutte la figura di Rodolfo Valentino, con il suo magnetismo personale sorretto da una buona sensibilità recitativa.[1]

TramaModifica

È una storia d'amore e morte ambientata a Siviglia (Spagna). Juan Gallardo sogna di diventare un torero come già fu suo padre, morto proprio nell'arena, nonostante il parere contrario dei familiari. Riuscirà nel suo intento e raggiungerà la celebrità e la ricchezza oltreché la passione per due donne: Carmen Espinosa, una ragazza povera che sposerà, e Donna Sol, un'affascinante quanto volubile nobildonna. Ma il destino è crudele e Juan morirà durante l'ultima corrida chiedendo perdono alla sua fidanzata per averla tradita.

RemakeModifica

Da notare che lo stesso Blasco Ibáñez codiresse la prima versione cinematografica del suo romanzo nel 1916: Sangre y arena, opera restaurata nel 1998 dalla Filmoteca de la Generalitat Valenciana.[2]

NoteModifica

  1. ^ "Dizionario del cinema americano", di Fernaldo Di Giammatteo, Editori Riuniti, Roma, 1996, pag.62
  2. ^ Las versiones mudas de “Sangre y Arena”, su arteylibertad.org. URL consultato il 27 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2010).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2019093283 · WorldCat Identities (ENno2019-093283
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema