Santa Lucia (Fonte Nuova)

frazione di Fonte Nuova
Santa Lucia
frazione
Santa Lucia – Veduta
Veduta della Chiesa di San Giuseppe
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
Città metropolitanaProvincia di Roma-Stemma.svg Roma
ComuneFonte Nuova-Stemma.png Fonte Nuova
Territorio
Coordinate41°50′06.48″N 12°39′31.25″E / 41.835133°N 12.658681°E41.835133; 12.658681 (Santa Lucia)Coordinate: 41°50′06.48″N 12°39′31.25″E / 41.835133°N 12.658681°E41.835133; 12.658681 (Santa Lucia)
Altitudine35 m s.l.m.
Abitanti4 505[1] (2001 (dato ISTAT))
Altre informazioni
Cod. postale00013
Prefisso06
Fuso orarioUTC+1
PatronoSan Giuseppe
Giorno festivo19 marzo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Santa Lucia
Santa Lucia

Santa Lucia (Santa Lucia di Mentana fino al 2001) è una frazione di circa 12.178 abitanti (al 2020) del comune di Fonte Nuova, in provincia di Roma.

Geografia fisicaModifica

La frazione di Santa Lucia assume la tipica connotazione dell'agro romano: per ampi tratti collinare (raggiungendo i 35 metri d'altezza dal livello del mare) e scarsamente pianeggiante (solamente per quel che riguarda il tratto della via Palombarese). Ha confini naturali sia per quanto riguarda Guidonia (fosso di Santa Lucia) che per quanto concerne la frazione di Tor Lupara (una macchia).

StoriaModifica

In età arcaica la zona subiva l'influenza dei limitrofi abitati di Nomentum e Ficulea e fu teatro, in un periodo compreso tra la fine del VI e l'inizio del V secolo a.C., di numerose battaglie tra Romani e Sabini (come diversi rinvenimenti archeologici dimostrano). Ricordiamo inoltre, nel 1867, la famosa mancata presa di Roma da parte dei Garibaldini (battaglia di Mentana). La storia della borgata Santa Lucia (di Mentana, fino al 2001) è molto recente. Fino agli anni '40 la zona era completamente disabitata e costituiva un fondo del comune di Mentana; l'unica costruzione presente era una torretta d'età moderna poi adibita a casale con osteria (al secolo Atos, di proprietà di una famiglia mentanese) situata sulla via Palombarese al bivio delle Molette e recentemente demolita.

La zona in cui attualmente si è sviluppato il centro abitato di Santa Lucia era paludosa e inospitale, soprattutto per quel che riguarda i terreni situati tra la Palombarese e la marana. I primi insediamenti urbani risalgono ai primi anni '50, quando una discreta immigrazione (soprattutto dalle Marche, dall'Abruzzo, dall'Umbria, dal Basso Lazio e dalla Calabria) attratta dall'esiguo costo dei terreni, dalla poca distanza dalla capitale e dal lavoro offerto dalla fabbrica di laterizi, ha fatto in modo che sorgessero le prime abitazioni sparse lungo la via Palombarese e, soprattutto, in zona Borgo Santa Lucia (l'attuale via Santa Lucia), ovvero il primo nucleo significativo della frazione, sviluppatosi grazie alla vicinanza della fabbrica e alla presenza della seconda attività commerciale della borgata: l'osteria-alimentari della famiglia Raponi.

Da allora lungo la Palombarese sono sorte sempre più abitazioni, dapprima di modesta fattura ed in seguito (soprattutto dagli anni '70), grazie ad un massiccio intervento delle imprese di costruzioni locali, anche palazzine, ville ed attività commerciali, che hanno arrecato, soprattutto dagli anni 2000 ed in termini di viabilità, non pochi disagi alla popolazione locale: l'urbanizzazione massiccia dovuta alla fuga dalla Capitale ha infatti causato la cementificazione di gran parte della porzione collinare (in gran parte rurale, ma anche boschiva) che divide la frazione da quella di Tor Lupara. Il 15 ottobre 2001 Santa Lucia si distacca dal comune di Mentana a seguito di un referendum per costituire, insieme all'altra ex frazione di Tor Lupara, il comune sparso di Fonte Nuova.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Tradizioni e folcloreModifica

Tra la fine di maggio e l'inizio di giugno si svolge la Sagra delle Rose, nata alla fine degli anni '60 [3]

Geografia antropicaModifica

RioniModifica

 
Mappa dei Rioni di Santa Lucia.

Il paese è suddiviso in sei Rioni, che rappresentano e tracciano la nascita dei primi nuclei abitativi del paese coi relativi bar/osterie di riferimento. Nell'ordine, da Roma verso Palombara, abbiamo: Santa Lucia (giallo-rosso, il primo nucleo abitativo significativo del paese, altresì noto come "borgata"), San Giuseppe (bianco-rosso, dove è ubicata la Chiesa di San Giuseppe), Lo Sport (giallo-nero, dove è presente il campo sportivo), La Brocca (bianco-azzurro, dove sono presenti diversi fontanili), Le Molette (giallo-blu, prende il nome della via che segna il confine del paese con Mentana) e Monte Bianco (bianco-verde, prende il nome della via che segna il confine con Tor Lupara). I rioni prendono vita soprattutto in relazione alla pluridecennale Sagra delle Rose, nella quale si addobbano a festa e si sfidano in diverse gare, tra le quali la storica Sfilata dei Carri Allegorici e il Torneo di Calcio.

EconomiaModifica

  • Viticoltura e olivicoltura;
  • Pastorizia.

SportModifica

Nella frazione ha sede la società di calcio A.S.D. Santa Lucia Calcio, fondata nel 2003. La società S.S. Santa Lucia, fondata nel 1965, ha cessato l'attività nel 2010. Entrambe hanno disputato campionati dilettantistici regionalie.

La società di pallavolo I.C.S. Volley Santa Lucia milita in Serie D femminile (Lazio). Il massimo traguardo raggiunto dalla società è la Serie C femminile (Lazio).[4]

NoteModifica

  1. ^ I dati non sono comprensivi della località Le Molette, sita nell'omonima via, e conurbata con Santa Lucia e Casali di Mentana, questa località è sita a 152 m s.l.m. ed ha una popolazione di 18 abitanti, difatti nel sito dell'ISTAT i dati delle 2 zone vengono dati separatamente.
  2. ^ Cenno dal sito della pro loco di Fonte Nuova Archiviato il 3 dicembre 2008 in Internet Archive..
  3. ^ Sagra delle Rose, su sagradellerose.it. URL consultato il 22 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2018).
  4. ^ ICS Volley Santa Lucia: entusiasmo e grande partecipazione all'evento di Volley S3, su www.fipavroma.org. URL consultato il 4 aprile 2020.
  Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Lazio