Sara D'Amario

attrice e scrittrice italiana

Sara D'Amario (Moncalieri, 4 febbraio 1972) è un'attrice e scrittrice italiana.

Biografia

modifica

Si diploma nel 1993 presso la Scuola per Attori del Teatro Stabile di Torino, diretta da Luca Ronconi. Successivamente consegue la laurea in Lettere moderne (specializzazione in Drammaturgia) presso l'Università degli Studi di Torino, con una tesi sul Woyzeck di Büchner. Nel 2004 si trasferisce a New York per alcuni mesi, per prendere lezioni private dalla coach Susan Batson.

Dopo anni di solo teatro, esordisce su Canale 5 nel 2000 interpretando un piccolo ruolo nel settimo episodio della prima stagione di Distretto di Polizia. Nel 2002 prende parte al film Casomai, diretto da Alessandro D'Alatri; nel 2004 recita nella fiction Le stagioni del cuore di Antonello Grimaldi.

Diventa nota al grande pubblico per la partecipazione alla soap opera Vivere, dove dal 2005 fino all'estate del 2007 interpreta il ruolo dell'affascinante ma alquanto instabile Claudia Pisani.

Nel 2008 ritorna sul grande schermo con i film Colpo d'occhio di Sergio Rubini, Caos calmo di Antonello Grimaldi e Il cosmo sul comò di Marcello Cesena, al fianco di Aldo, Giovanni e Giacomo, ed è anche presente sul piccolo schermo con Io ti assolvo, film tv per la regia di Monica Vullo, e Distretto di Polizia 8.

Nel 2009 ha pubblicato il romanzo Nitro, edito da Baldini+Castoldi.[1]

Dal 2010 torna sul piccolo schermo nella soap opera CentoVetrine, dove interpreterà il personaggio di Viviana Guerra. Nello stesso anno recita nel film La banda dei Babbi Natale, al fianco di Aldo, Giovanni e Giacomo, con i quali aveva già lavorato. Nel 2012 prende parte ad un episodio della serie televisiva Il commissario Nardone interpretando il ruolo dell'assassina Rina Fort.

Dal 2007 tiene anche laboratori di teatro e di tecniche per saper parlare in pubblico.

Ha una figlia, Venise, avuta dall'ex compagno, il regista e drammaturgo francese François-Xavier Frantz.

Filmografia

modifica

Televisione

modifica

Cortometraggi

modifica
  • Senza chiave, regia di Enrico Martini Mauri e Roberto Schinardi (1998)
  • La separazione, regia di Mariano Provenzano (2005)
  • Alba, regia di Giorgia Farina (2008)
  • Il mantello di carta, regia di Giulio De Vita, Omar Leone, Pasqualino Suppa (2015)

Doppiatrice

modifica
  • Nitro, Milano, Edizioni Baldini Castoldi Dalai, 2008
  • Un cuore XXL, Roma, Fanucci Editore, 2013 - Premio Sirmione per la Letteratura per Ragazzi
  • Kikka, Roma, Fanucci Editore, 2014
  • Magnetic, Fanucci Editore, 2018

Riconoscimenti

modifica
  • 2014: Premio Sirmione per la Letteratura per Ragazzi per Un Cuore XXL
  • 2018: Moncalierese dell'anno per la cultura, il teatro, il cinema, la tv
  • 2019: Premio Renzo Montagnani

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN232860971 · SBN SBNV025942 · WorldCat Identities (ENviaf-232860971