Apri il menu principale

Sara Serraiocco

attrice italiana
Sara Serraiocco al Festival del film di Berlino nel 2016

Sara Serraiocco (Pescara, 13 agosto 1990) è un'attrice italiana.

BiografiaModifica

Nata a Pescara e cresciuta nella vicina Francavilla al Mare (in provincia di Chieti)[1], fin da piccola appassionata per la danza e per il cinema, trasferendosi pertanto a Roma per frequentare il Centro sperimentale di cinematografia. Dopo aver partecipato a una puntata della serie televisiva R.I.S. Roma - Delitti imperfetti 3[2], ottiene il ruolo di protagonista in Salvo, film vincitore del Grand Prix de la Semaine de la Critique-Festival del film di Cannes 2013 dove interpreta il ruolo Rita, ragazza non vedente, che le ha fatto guadagnare diversi e importanti riconoscimenti tra cui il Globo d'oro alla miglior attrice e il Premio Guglielmo Biraghi come attrice esordiente.

Nel 2014 è stata scelta dalla regista Liliana Cavani per interpretare il ruolo di Chiara d'Assisi nella miniserie Francesco[3].

Nel 2015 partecipa al film Cloro, diretto da Lamberto Sanfelice, presentato in concorso al Sundance Film Festival e alla 65ª Berlinale, nella sezione Generation. Per questo ruolo viene candidata come migliore attrice protagonista al premio Globo d'oro 2015. Inoltre è co-protagonista femminile al fianco di Donatella Finocchiaro e Barry Ward nel film L'Accabadora, diretto da Enrico Pau.

Sempre nello stesso anno gira il film La ragazza del mondo, opera prima di Marco Danieli presentato alla Mostra d'arte cinematografica di Venezia nella sezione "Giornata degli autori", dove le viene assegnato dal sindacato nazionale giornalisti cinematografici il "Premio Pasinetti" come migliore attrice. Sempre per questo ruolo ottiene la candidatura come migliore attrice per il premio Globo d'oro 2017 e la candidatura come migliore attrice ai Nastri d'argento 2017, oltre a vincere il Ciak d'oro con Michele Riondino come miglior coppia dell'anno.

Nello stesso anno le viene assegnato il prestigioso premio “Shooting Star” come Best European talent al Festival del Film di Berlino. Sempre nel 2016 è componente della giuria della Festa del Cinema di Roma.

Nel 2017 è protagonista del film Non è un paese per giovani diretto da Giovanni Veronesi. Per questo ruolo ottiene la candidatura ai Nastri d'argento 2017 come migliore attrice protagonista. Sempre nel 2017 ottiene il ruolo da protagonista nel film Brutti e cattivi, opera prima del regista Cosimo Gomez, presentato alla Mostra d'arte cinematografica di Venezia 2017 nella sezione "Orizzonti", per il quale ottiene la candidatura ai Nastri d'argento 2018 come miglior attrice di commedia.

Viene poi scritturata per interpretare il ruolo di Baldwin nella serie TV statunitense Counterpart, diretta dal regista Morten Tyldum.Per il ruolo di Baldwin/Nadia ruolo viene candidata come miglior attrice non protagonista agli Autostraddle tv awards.

Durante lo stesso anno viene scelta da Giorgio Armani come testimonial del suo cortometraggio “La giacca”, diretto da Michele Placido.

Sempre nello stesso anno è protagonista del film In viaggio con Adele,scritto da Nicola Guaglianone e diretto da Alessandro Capitani.Il film è stato presentato al festival del film di Roma ottenendo ottime critiche e riconoscimenti da parte del pubblico e della stampa.

Nel 2018 è sul set della seconda stagione di Counterpart tra Los Angeles e Berlino. Sempre nello stesso anno viene scritturata dal regista Renato De Maria ad interpretare il ruolo di Mariangela, protagonista femminile del film “Lo spietato”, visibile sulla piattaforma mondiale Netflix.

Nel 2019 è membro della giuria internazionale del Kiev Film Festival. A settembre 2019 comincia le riprese del film "Non Odiare", diretto da Mauro Mancini, di cui è protagonista femminile. Il film è attualmente in fase di post-produzione. Successivamente viene scelta per il ruolo di protagonista femminile nel film "Io sto bene", regia di Donato Rotunno.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

AwardsModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN311838880 · ISNI (EN0000 0004 4395 4701 · LCCN (ENno2015001871 · GND (DE1078746737 · BNF (FRcb16923063k (data) · WorldCat Identities (ENno2015-001871