Apri il menu principale
Sarah Edwards, al centro con gli occhiali, in It's a Joke, Son!, 1947.

Sarah Edwards (Glyn Ceiriog, 11 ottobre 1881Los Angeles, 7 gennaio 1965) è stata un'attrice britannica, naturalizzata statunitense.

Tra gli anni '30 e '40 partecipa a numerosi film di Hollywood, per lo più in ruoli minori di nobili vedove o zitelle.

BiografiaModifica

Ha incominciato la sua carriera da attrice teatrale, descritta, nel 1916, in un articolo di giornale, come attrice protagonista "molto popolare tra i frequentatori del West End". Alla fine si stabilì negli Stati Uniti, protagonista in sei spettacoli di Broadway tra il 1919 e il 1931, principalmente in commedie, come The Merry Malones di George M. Cohan. Tra i suoi primi film annoveriamo il musical del 1929 girato a New York, Glorifying the American Girl, diretto da Millard Webb, dove ha interpretato la madre mercenaria della protagonista, Mary Eaton.

A metà degli anno '30 giunge a Hollywood, dove appare in circa 190 film fino al suo ritiro nel 1951, per la maggior parte in ruoli di personaggi non accreditati. Edwards appariva più anziana rispetto alla sua età anagrafica; spesso interpretava una "gentile nonna, imperiosa vedova, robusta moglie pioniera, irascibile insegnante e severa governante". Resta forse la più nota al pubblico moderno come l'imperiosa madre di Mary Hatch, Donna Reed, nel film classico di Frank Capra, La vita è meravigliosa del 1946, che cerca di tenere la figlia lontana da George Bailey. Edwards ha anche interpretato il ruolo di una cliente nel film Scrivimi fermo posta, del 1940, diretto da Ernst Lubitsch con James Stewart. È apparsa anche in un altro classico di Natale, La moglie del vescovo, del 1947, con Cary Grant, e come moglie di un medico sul treno nel thriller di Alfred Hitchcock, L'ombra del dubbio, del 1943. Edwards a volte ha anche interpretato ruoli più impegnativi, tra i quali nel film di Charlie Chan, Charlie Chan in the Secret Service (1944).

Muore a Hollywood nel 1965, all'età di 83 anni.

Filmografia parzialeModifica

Collegamenti esterniModifica