Apri il menu principale
Saslong
Saslong downhill race track in Val Gardena.jpg
La pista Saslong sulla sinistra del Sassolungo
StatoItalia Italia
LocalitàSanta Cristina Valgardena
MontagnaSassolungo
Discesa libera[1]
Partenza2.249 m s.l.m.
Arrivo1.410 m s.l.m.
Dislivello839 m
Lunghezza3.446 m
Pendenza max56,9 %
Pendenza media24,5 %
Pendenza min11,2 %
Supergigante[1]
Partenza2.000 m s.l.m.
Arrivo1.410 m s.l.m.
Dislivello590 m
Lunghezza2.365 m
Pendenza max56,9 %
Pendenza media24,9 %
Pendenza min11,4 %

Coordinate: 46°33′24″N 11°43′48″E / 46.556667°N 11.73°E46.556667; 11.73

La Saslong (dal ladino Saslonch) è una pista da sci che scende dai piedi del Sassolungo in Val Gardena del comprensorio sciistico del Dolomiti Superski. La pista parte dalla località Ciampinoi e scende fino al paese di Santa Cristina Valgardena.

La pista è collegata al carosello sciistico del Gardena Ronda, anche grazie al collegamento funicolare del Gardena Ronda Express.

StoriaModifica

La pista Saslong è stata realizzata nel 1968 in occasione dei campionati mondiali di sci alpino 1970, ospitati in Val Gardena[2], ed è oggi tra le più classiche del circuito di Coppa del Mondo di sci alpino. Dal 2002, oltre alle gare di discesa libera, la pista ospita anche quelle di SuperG.

Negli anni, su questa pista, hanno vinto tutti i più grandi discesisti, inclusi Bernhard Russi, Peter Müller, Franz Klammer, Pirmin Zurbriggen e Kristian Ghedina. Come spesso succede per le piste sede di gare di discesa libera, anche la Saslong è stata teatro di un elevato numero di infortuni.

TracciatoModifica

La pista parte dai 2.249 metri del Ciampinoi e arriva, dopo 3.446 metri, a Santa Cristina Valgardena, nella zona Cësa Ruacia a 1.410 metri con un dislivello totale di 839 metri. La pista ha una pendenza media del 24% e massima del 56,9%[1].

Dal cancelletto di partenza ci si lancia subito con una pendenza del 50% verso il salto dello Spinel, il punto più ripido della Saslong (56,9%), quindi una compressione e un tratto in leggera salita conducono al Saut dl Moro e al salto del Looping, quest'ultimo ridimensionato rispetto al passato a causa delle numerose cadute; segue un lungo tratto di scorrimento di circa 500 metri a bassa pendenza, spesso decisivo per le sorti della gara, che porta al salto del Sochers. Atterrati dal salto una combinazione sinistra-destra-sinistra porta ai Muri di Sochers (55,95%), che immettono in un ulteriore tratto di scorrimento, dove si tocca la punta di velocità della pista (130 km/h). Di qui si arriva al punto più famoso e spettacolare della Saslong: le "Gobbe di Cammello" (Kamelbuckel), una serie di tre dossi in cui si può arrivare a saltare anche 60 metri. Il tracciato porta, dopo la fondamentale "Curva del Lago", all'entrata dei "Prati di Ciaslat" (Ciaslat-Wiese), quattro curve molto impegnative in rapida successione, su un fondo con diverse ondulazioni; si giunge infine al salto di Nucia e al tratto finale di puro scorrimento, caratterizzato dal "salto del Tunnel" e dallo schuss finale[2].

Il tracciato termina con l'arrivo a Santa Cristina, passando prima accanto al Castel Gardena.

PodiModifica

 
Partenza delle discesa libera
 
Partenza delle discesa libera
 
Partenza discesa libera
 
Tratto intermedio della pista
 
Sciatore in discesa libera
 
Sciatore in curva in discesa libera
 
Parte finale della pista
 
Arrivo della discesa

Si riportano i podi relativi alle massime competizioni internazionali disputati sulla Saslong.

UominiModifica

Discesa liberaModifica

Data Competizione Primo Secondo Terzo
14 febbraio 1969 Coppa del Mondo 1969   Jean-Daniel Dätwyler   Henri Duvillard   Rudi Sailer
15 febbraio 1970 Campionati mondiali 1970   Bernhard Russi   Karl Cordin   Malcolm Milne
15 marzo 1972 Coppa del Mondo 1972   Bernhard Russi   René Berthod   Mike Lafferty
15 febbraio 1973 Coppa del Mondo 1973   Roland Collombin   Karl Cordin   David Zwilling
21 marzo 1975 Coppa del Mondo 1975   Franz Klammer   Erik Håker   Bernhard Russi
17 dicembre 1976 Coppa del Mondo 1977   Franz Klammer   Herbert Plank   Erik Håker
18 dicembre 1976 Coppa del Mondo 1977   Franz Klammer   Josef Walcher   Bernhard Russi
18 dicembre 1977 Coppa del Mondo 1978   Herbert Plank   Peter Wirnsberger I   Franz Klammer
16 dicembre 1978 Coppa del Mondo 1979   Josef Walcher   Peter Müller   Walter Vesti
17 dicembre 1978 Coppa del Mondo 1979   Erik Håker   Peter Müller   Ken Read
17 dicembre 1979 Coppa del Mondo 1980   Peter Müller   Erik Håker   Werner Grissmann
14 dicembre 1980 Coppa del Mondo 1981   Peter Müller   Harti Weirather   Steve Podborski
15 dicembre 1980 Coppa del Mondo 1981   Harti Weirather   Uli Spieß   Peter Müller
13 dicembre 1981 Coppa del Mondo 1982   Erwin Resch   Konrad Bartelski   Leonhard Stock
19 dicembre 1982 Coppa del Mondo 1983   Conradin Cathomen   Erwin Resch   Franz Klammer
20 dicembre 1982 Coppa del Mondo 1983   Franz Klammer   Peter Müller   Urs Räber
18 dicembre 1983 Coppa del Mondo 1984   Urs Räber   Todd Brooker   Steve Podborski
15 dicembre 1984 Coppa del Mondo 1985   Helmut Höflehner   Conradin Cathomen   Peter Wirnsberger I
14 dicembre 1985 Coppa del Mondo 1986   Peter Wirnsberger I   Peter Müller   Sepp Wildgruber
13 dicembre 1986 Coppa del Mondo 1987   Rob Boyd   Michael Mair   Markus Wasmeier
12 dicembre 1987 Coppa del Mondo 1988   Rob Boyd   Pirmin Zurbriggen   Brian Stemmle
9 dicembre 1988 Coppa del Mondo 1989   Peter Müller   Armin Assinger   Rob Boyd
10 dicembre 1988 Coppa del Mondo 1989   Helmut Höflehner   Patrick Ortlieb   Peter Müller
16 dicembre 1989 Coppa del Mondo 1990   Pirmin Zurbriggen   Franz Heinzer   Kristian Ghedina
14 dicembre 1990 Coppa del Mondo 1991   Franz Heinzer   Berni Huber   Atle Skårdal
15 dicembre 1990 Coppa del Mondo 1991   Atle Skårdal   Rob Boyd   Luc Alphand
14 dicembre 1991 Coppa del Mondo 1992   Franz Heinzer   Leonhard Stock   Atle Skårdal
11 dicembre 1992 Coppa del Mondo 1993   William Besse   Jan Einar Thorsen   Patrick Ortlieb
12 dicembre 1992 Coppa del Mondo 1993   Leonhard Stock   William Besse   A.J. Kitt
17 dicembre 1993 Coppa del Mondo 1994   Markus Foser   Werner Franz   Marc Girardelli
18 dicembre 1993 Coppa del Mondo 1994   Patrick Ortlieb   Daniel Mahrer   Jean-Luc Crétier
16 dicembre 1995 Coppa del Mondo 1996   Patrick Ortlieb   Xavier Gigandet   Luc Alphand
20 dicembre 1996 Coppa del Mondo 1997   Luc Alphand   Atle Skårdal   Kristian Ghedina
21 dicembre 1996 Coppa del Mondo 1997   Kristian Ghedina   Luc Alphand   Josef Strobl
18 dicembre 1998 Coppa del Mondo 1999   Lasse Kjus   Werner Franz   Hermann Maier
19 dicembre 1998 Coppa del Mondo 1999   Kristian Ghedina   Lasse Kjus   Werner Franz
17 dicembre 1999 Coppa del Mondo 2000   Kristian Ghedina   Josef Strobl   Ed Podivinsky
18 dicembre 1999 Coppa del Mondo 2000   Andreas Schifferer   Kristian Ghedina   Hermann Maier
14 dicembre 2001 Coppa del Mondo 2002   Kristian Ghedina   Lasse Kjus   Kurt Sulzenbacher
15 dicembre 2001 Coppa del Mondo 2002   Stephan Eberharter   Michael Walchhofer   Kjetil André Aamodt
21 dicembre 2002 Coppa del Mondo 2003   Antoine Dénériaz   Michael Walchhofer   Josef Strobl
20 dicembre 2003 Coppa del Mondo 2004   Antoine Dénériaz   Michael Walchhofer   Hans Knauß
18 dicembre 2004 Coppa del Mondo 2005   Max Rauffer   Jürg Grünenfelder   Hans Grugger
17 dicembre 2005 Coppa del Mondo 2006   Marco Buechel   Michael Walchhofer   Erik Guay
16 dicembre 2006 Coppa del Mondo 2007   Steven Nyman   Didier Cuche   Fritz Strobl
15 dicembre 2007 Coppa del Mondo 2008   Michael Walchhofer   Didier Cuche   Scott Macartney
20 dicembre 2008 Coppa del Mondo 2009   Michael Walchhofer   Bode Miller   Manuel Osborne-Paradis
19 dicembre 2009 Coppa del Mondo 2010   Manuel Osborne-Paradis   Mario Scheiber   Ambrosi Hoffmann
  Johan Clarey
18 dicembre 2010 Coppa del Mondo 2011   Silvan Zurbriggen   Romed Baumann   Didier Cuche
15 dicembre 2012 Coppa del Mondo 2013   Steven Nyman   Rok Perko   Erik Guay
21 dicembre 2013 Coppa del Mondo 2014   Erik Guay   Kjetil Jansrud   Johan Clarey
19 dicembre 2014 Coppa del Mondo 2015   Steven Nyman   Kjetil Jansrud   Dominik Paris
19 dicembre 2015 Coppa del Mondo 2016   Aksel Lund Svindal   Guillermo Fayed   Kjetil Jansrud
17 dicembre 2016 Coppa del Mondo 2017   Max Franz   Aksel Lund Svindal   Steven Nyman
16 dicembre 2017 Coppa del Mondo 2018   Aksel Lund Svindal   Kjetil Jansrud   Max Franz
15 dicembre 2018 Coppa del Mondo 2019   Aleksander Aamodt Kilde   Max Franz   Beat Feuz

SupergiganteModifica

Data Competizione Primo Secondo Terzo
14 dicembre 2007 Coppa del Mondo 2008   Didier Cuche   Bode Miller   Marco Büchel
19 dicembre 2008 Coppa del Mondo 2009   Werner Heel   Didier Défago   Patrik Järbyn
18 dicembre 2009 Coppa del Mondo 2010   Aksel Lund Svindal   Carlo Janka   Patrick Staudacher
17 dicembre 2010 Coppa del Mondo 2011   Michael Walchhofer   Stephan Keppler   Erik Guay
16 dicembre 2011 Coppa del Mondo 2012   Beat Feuz   Bode Miller   Kjetil Jansrud
14 dicembre 2012 Coppa del Mondo 2013   Aksel Lund Svindal   Matteo Marsaglia   Werner Heel
20 dicembre 2013 Coppa del Mondo 2014   Aksel Lund Svindal   Jan Hudec   Adrien Théaux
20 dicembre 2014 Coppa del Mondo 2015   Kjetil Jansrud   Dominik Paris   Hannes Reichelt
18 dicembre 2015 Coppa del Mondo 2016   Aksel Lund Svindal   Kjetil Jansrud   Aleksander Aamodt Kilde
16 dicembre 2016 Coppa del Mondo 2017   Kjetil Jansrud   Aleksander Aamodt Kilde   Erik Guay
15 dicembre 2017 Coppa del Mondo 2018   Josef Ferstl   Max Franz   Matthias Mayer
14 dicembre 2018 Coppa del Mondo 2019   Aksel Lund Svindal   Christof Innerhofer   Kjetil Jansrud

Slalom giganteModifica

Data Competizione Primo Secondo Terzo
16 dicembre 1972 n.d.[3]   Edmund Bruggmann   Reinhard Tritscher   Roland Thöni

Slalom paralleloModifica

Data Competizione Primo Secondo Terzo
23 marzo 1975 Coppa del Mondo 1975   Gustav Thöni   Ingemar Stenmark   Walter Tresch

DonneModifica

Discesa liberaModifica

Data Competizione Prima Seconda Terza
18 dicembre 2018 Coppa del Mondo 2019   Ilka Štuhec   Nicol Delago   Ramona Siebenhofer

SupergiganteModifica

Data Competizione Prima Seconda Terza
19 dicembre 2018 Coppa del Mondo 2019   Ilka Štuhec   Tina Weirather
  Nicole Schmidhofer
-

NoteModifica

  1. ^ a b c (DEENIT) Scheda sul sito ufficiale, su saslong.org. URL consultato l'8 aprile 2010.
  2. ^ a b (DEENIT) Storia sul sito ufficiale, su saslong.org. URL consultato l'8 aprile 2010.
  3. ^ Nel calendario della Coppa del Mondo 1973 compare solo la discesa libera del giorno precedente.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica