Apri il menu principale
Ducato di Sassonia-Altenburg
Ducato di Sassonia-Altenburg – BandieraDucato di Sassonia-Altenburg - Stemma
German Empire - Saxe Altenburg (1871).svg
Dati amministrativi
Nome ufficialeHerzogtum Sachsen-Altenburg
Lingue parlatetedesco
InnoHeil unserm Herzog, heil
(Lode al nostro Duca, lode!)
CapitaleAltenburg
Dipendente daSacro Romano Impero, Sassonia
Politica
Forma di governoducato
duchiSassonia-Altenburg
Nascita1602 con Giovanni Filippo di Sassonia-Altenburg
Causadivisione dal Sassonia-Weimar
Fine1918 con Ernesto II di Sassonia-Altenburg
Territorio e popolazione
Massima estensione1.323 km² nel
Popolazione206.508 nel
Economia
Valutatallero di Sassonia-Altenburg
Commerci conImpero tedesco, Sassonia
Religione e società
Religioni preminentichiesa evangelica
Religione di Statoevangelismo
Religioni minoritariecattolicesimo, cristianesimo ortodosso, ebraismo
Classi socialipatrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto da20px Sassonia-Weimar
Succeduto daFlag of Thuringia (state).svg Stato di Turingia

Sassonia-Altenburg fu uno dei ducati di Sassonia della linea ernestina, governato da un ramo della dinastia sassone dei Wettin. Altenburg fu uno stato parte del ducato sino al 1672,quando venne ereditato dal Duca di Sassonia-Gotha, che ne sposò l'erede. Rimase parte del patrimonio dei Sassonia-Gotha-Altenburg sino all'estinzione della casata nel 1825, quando Gotha e Altenburg vennero divisi, con Gotha affidato al Duca di Sassonia-Coburgo-Saalfeld e Altenburg al Duca di Sassonia-Hildburghausen, che offrì in cambio Hildburghausen al Duca di Sassonia-Meiningen. Questa famiglia resse il ducato sino alla caduta della monarchia nel 1918. Sassonia-Altenburg venne accorpato alla Turingia nel 1920.

La linea di Sassonia-Altenburg venne dichiarata estinta alla morte del Principe Giorgio Maurizio di Sassonia-Altenburg nel 1991.

Indice

Duchi di Sassonia-Altenburg (primo periodo, 1603–1672)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tavole genealogiche della Casa di Wettin.

Duchi di Sassonia-Altenburg (secondo periodo, 1826 - 1918)Modifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica