Satigny

comune svizzero
Satigny
comune
Satigny – Stemma
Satigny – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Genf matt.svg Ginevra
DistrettoNon presente
Amministrazione
Lingue ufficialifrancese
Data di istituzione1798
Territorio
Coordinate46°12′54″N 6°02′00″E / 46.215°N 6.033333°E46.215; 6.033333 (Satigny)Coordinate: 46°12′54″N 6°02′00″E / 46.215°N 6.033333°E46.215; 6.033333 (Satigny)
Altitudine431 m s.l.m.
Superficie19,08 km²
Abitanti4 109 (2017)
Densità215,36 ab./km²
Frazionivedi elenco
Comuni confinantiAire-la-Ville, Bernex, Dardagny, Meyrin, Prévessin-Moëns (FR-01), Russin, Saint-Genis-Pouilly (FR-01), Thoiry (FR-01), Vernier
Altre informazioni
Cod. postale1242
Prefisso022
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS6638
TargaGE
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Satigny
Satigny
Satigny – Mappa
Sito istituzionale

Satigny (toponimo francese) è un comune svizzero di 4 109 abitanti del Canton Ginevra.

Geografia fisicaModifica

StoriaModifica

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

 
La chiesa riformata di Peney
  • Chiesa riformata (già di San Pietro in Vincoli), eretta nel XII secolo e ricostruita nel XIII e nel XVIII secolo[1];
  • Chiesa riformata di Peney, eretta nel 1749[2];
  • Chiesa cattolica dei Santi Pietro e Paolo, eretta nel 1903[1].

Architetture civiliModifica

 
La tenuta di Château des Bois

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti

Geografia antropicaModifica

Le frazioni di Satigny sono[1]:

  • Bourdigny[4]
    • Bourdigny-Dessous
    • Bourdigny-Dessus
  • Choully
  • Peissy[5]
  • Peney[2]
    • Peney-Dessous
    • Peney-Dessus

Infrastrutture e trasportiModifica

Satigny è servito dall'omonima stazione e da quella di Bourdigny sulla ferrovia Lione-Ginevra.

NoteModifica

  1. ^ a b c d Isabelle Brunier, Satigny, in Dizionario storico della Svizzera, 4 aprile 2013. URL consultato il 10 luglio 2019.
  2. ^ a b Martine Piguet, Peney, in Dizionario storico della Svizzera, 27 novembre 2009. URL consultato il 10 luglio 2019.
  3. ^ Isabelle Brunier, Château des Bois, in Dizionario storico della Svizzera, 23 luglio 2014. URL consultato il 10 luglio 2019.
  4. ^ Isabelle Brunier, Bourdigny, in Dizionario storico della Svizzera, 16 dicembre 2002. URL consultato il 10 luglio 2019.
  5. ^ Isabelle Brunier, Choully, in Dizionario storico della Svizzera, 6 gennaio 2011. URL consultato il 10 luglio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN242747169 · GND (DE4669018-9 · WorldCat Identities (ENviaf-242747169
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera