Apri il menu principale

Sauvage (film)

film francese del 2018 diretto da Camille Vidal-Naquet
Sauvage
Paese di produzioneFrancia
Anno2018
Durata99 min
Rapporto1.66:1
Generedrammatico
RegiaCamille Vidal-Naquet
SceneggiaturaCamille Vidal-Naquet
ProduttoreEmmanuel Giraud, Marie Sonne-Jensen
Casa di produzioneLes Films de la Croisade, La Voie Lactée
FotografiaJacques Girault
MontaggioElif Uluengin
MusicheRomain Trouillet
CostumiJulie Ancel
Interpreti e personaggi

Sauvage è un film francese del 2018 diretto da Camille Vidal-Naquet. È stato presentato il 10 maggio 2018 al Festival de Cannes 2018 e selezioneato nella sezione della Settimana della critica.[1] Ha ottenuto la nomination per la Caméra d'or e la Queer Palm. È stato distributio nelle sale cinematografiche francesi il 20 agosto 2018 da Pyramide Distribution. Nel 2019 ha ricevuto la nomination nella categoria miglior opera prima ai Premi César 2019 ed una menzione al 34° Lovers Film Festival di Torino.

Indice

TramaModifica

Un giovane omosessuale vive una situazione di degrado ai margini della società francese, trascurandosi anche fisicamente. Per tentare di guadagnare qualche soldo si prostituisce in strada, frequantando clienti di ogni età. Utilizza i suoi miseri guadagni per acquistare alcool e droghe, senza mai ricercare un riscatto sociale. Durante in un servizio per un cliente tetraplegico, si innamorerà perdutamente di Ahd, che tuttavia non lo corrisponde. A causa dello stile di vita dissennato è denutrito ed ammallato. I medici tentano senza successo di curarlo e di disintossicarlo. Nelle sue varie avventure sessuali incontra persone che si approfittano di lui e si imbatterà in persone violete e sadiche. Uno sugar daddy di mezza età proverà a salvarlo offrendosi di mantenerlo e portarlo con sé in Canada, ma non tutto andrà secondo le aspettative del giovane.

Curiosità e controversieModifica

  • Al Festival di Cannes, alla proiezione del film, alcune persone hanno lasciato la sala a causa di una particolare scena di sesso giudicata molto forte.[2]
  • Almeno due delle molteplici scene di sesso non sono simulate; in queste il protagonista Félix Maritaud pratica e riceve veramente sesso orale.

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica