Sayako Kuroda

principessa giapponese

Sayako Kuroda (黒田清子 Kuroda Sayako?), già Principessa Nori (紀宮清子内親王 Nori-no-miya Sayako Naishinnō?) (Tokyo, 18 aprile 1969) è un'ex appartenente alla stirpe imperiale del Giappone, la minore (e l'unica di sesso femminile) tra i figli dell'imperatore del Giappone Akihito e dell'imperatrice Michiko.

Sayako Kuroda
La principessa Sayako all'Expo 2005
Principessa Nori
Stemma
Stemma
In carica18 aprile 1969 –
15 novembre 2005
Nome completoNome alla nascita:
giapponese: 紀宮清子内親王
italiano: Sayako di Nori
Nome dopo il matrimonio:
giapponese: 黒田清子
italiano: Sayako Kuroda
TrattamentoSua Altezza Imperiale
(19692005)
Altri titoliPrincipessa del Giappone
(19692005)
NascitaPalazzo imperiale di Tokyo, Tokyo, Impero del Giappone, 18 aprile 1969 (54 anni)
DinastiaDinastia Imperiale del Giappone
PadreImperatore Akihito
MadreImperatrice Michiko
ConsorteYoshiki Kuroda
ReligioneShintoismo

È Gran sacerdotessa del Santuario di Ise.

Biografia modifica

È la terza e ultima figlia, unica femmina, dell'imperatore Akihito e dell'imperatrice Michiko. Sposò il 15 novembre 2005 Yoshiki Kuroda, perdendo il titolo imperiale e abbandonando, di conseguenza, la dinastia imperiale, come richiesto dalla legge, in quanto sposata a un marito non di stirpe nobile.

La Principessa Nori ha studiato e si è laureata al dipartimento di lingua e letteratura giapponese della facoltà di Lettere dell'università Gakushūin nel 1992. In seguito fu ammessa come ricercatrice associata come ornitologa all'istituto Yamashina dell'Università Tamagawa. Nel 1998 è stata confermata come ricercatrice nello stesso istituto. Ha scritto vari articoli e lavori accademici. Oltre che per motivi di studio, ha viaggiato molto, dentro e fuori dal Giappone, in veste ufficiale di rappresentante della famiglia imperiale.[1]

Fidanzamento e matrimonio modifica

Il 30 dicembre 2004 fu annunciato il suo fidanzamento con Yoshiki Kuroda, un designer di famiglia borghese, amico da lunga data del Principe Akishino.[2] Dopo il matrimonio, avvenuto all'Imperial Hotel di Tokyo il 15 novembre 2005, la Principessa dovette lasciare la dinastia imperiale, prendendo il cognome del marito, il primo non nobile a sposare una principessa imperiale.[3][4] Questo cambiamento di status si rendeva obbligatorio in forza di una legge del 1947, che impone alle donne della famiglia imperiale di rinunciare al loro rango in caso di matrimonio con un uomo non nobile.[5][6][7][8] Kuroda ha poi lasciato il suo lavoro di ornitologa per dedicarsi alla vita familiare e alla potenziale maternità.

Titoli e trattamento modifica

  • 18 aprile 1969 - 15 novembre 2005: Sua altezza imperiale la principessa Nori
  • dal 15 novembre 2005: Mrs. Yoshiki Kuroda[9]

Onorificenze modifica

Onorificenze giapponesi modifica

Ascendenza modifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Taishō Meiji  
 
Nobile Yanagihara Naruko  
Hirohito  
Imperatrice Teimei Principe Kujō Michitaka  
 
Nobile Ikuko Noma  
Akihito del Giappone  
Principe Kuniyoshi Kuni Principe Kuni Asahiko  
 
Nobile Makiko Izumi  
Imperatrice Kōjun  
Principessa Chikako Shimazu Principe Shimazu Tadayoshi  
 
Nobile Sumako Yamazaki  
Sayako Kuroda  
Teiichirō Shōda  
 
 
Hidesaburō Shōda  
Kinu Shōda  
 
 
Michiko Shōda  
Tsunatake Soejima  
 
 
Fumiko Soejima  
Aya  
 
 
 

Note modifica

  1. ^ (EN) Her Imperial Highness Princess Sayako (Princess Nori), su kunaicho.go.jp. URL consultato il 17 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 23 giugno 2008).
  2. ^ (EN) Press Conference on the Occasion of Her Imperial Highness Princess Sayako's Birthday (2005), su kunaicho.go.jp, 20 aprile 2008. URL consultato il 17 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2008).
  3. ^ (EN) Japanese princess weds commoner, in Mail Online, 15 novembre 2005. URL consultato il 17 agosto 2018.
  4. ^ (EN) Francie Grace, Japan Loses A Princess, in CBS News, 15 novembre 2005. URL consultato il 17 agosto 2018.
  5. ^ Giappone, si è sposata Sayako la principessa diventa Cenerentola, su Repubblica.it, 15 novembre 2005. URL consultato il 17 agosto 2018.
  6. ^ Giappone, si sposa la principessa Sayako, in LaStampa.it, 15 novembre 2005. URL consultato il 17 agosto 2018.
  7. ^ (EN) Japanese princess weds commoner, in BBC News, 15 novembre 2005. URL consultato il 17 agosto 2018.
  8. ^ (EN) Sayako becomes Mrs Kuroda by wedding commoner, su Hello Magazine. URL consultato il 17 agosto 2018.
  9. ^ (EN) Their Majesties the Emperor and Empress, su The Imperial Household Agency. URL consultato il 17 agosto 2018.

Altri progetti modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN61511040 · ISNI (EN0000 0000 4973 2131 · LCCN (ENnr2006033246 · NDL (ENJA01022330 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2006033246
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie