Scacchiera

tavolo da gioco per gli scacchi
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Scacchiera (disambigua).

Il tavoliere usato nel gioco degli scacchi è chiamato scacchiera e consiste di otto righe e otto colonne di quadrati (caselle) sistemati in modo tale che i colori si alternino. La denominazione corretta dei quadrati è case.

Tavoliere usato per il gioco

Le otto file verticali di case si chiamano colonne, le otto file orizzontali traverse. Le file di case dello stesso colore, coincidenti agli angoli, si chiamano diagonali.

I colori distintivi sono il bianco e il nero, anche se spesso i colori reali usati sono differenti (a seconda del materiale di costruzione usato per fabbricare la tavola). Per esempio, una scacchiera in legno usa legno chiaro per il bianco e legno scuro per il nero. Alcune scacchiere usano anche il bianco e il rosso (anche usato per la dama).

In Europa, fra le prime raffigurazioni artistiche di scacchiere sono notevoli quelle a mosaico nella Basilica di San Savino a Piacenza (XI secolo) e nella Cattedrale di Otranto (XII secolo), e quella dipinta sul soffitto della Cappella Palatina a Palermo (1143).

CaratteristicheModifica

 
Tipica scacchiera.

La scacchiera è sempre posizionata in modo tale che ognuno dei due giocatori abbia l'ultima casa a destra della prima traversa di colore bianco.

Le colonne sono denominate con una lettera che va da a a h cominciando dalla sinistra del giocatore bianco, mentre le traverse sono denominate con i numeri da 1 a 8 sempre cominciando dalla posizione del giocatore bianco. Questa denominazione permette di descrivere in modo univoco ogni casa presente sulla scacchiera e fa parte della notazione algebrica.

All'inizio della partita, i pezzi del giocatore bianco e del giocatore nero vengono sistemati sulla scacchiera nelle prime due traverse (traversa 1 e 2 per il bianco e traversa 8 e 7 per il nero) nel modo seguente:

  • La traversa 1 contiene (da sinistra a destra) torre, cavallo, alfiere, donna, re, alfiere, cavallo e torre. La traversa 2 contiene gli otto pedoni. I pezzi neri sulle righe 8 e 7 si dispongono in modo simmetrico a quelli bianchi. In particolare, i due re condividono la stessa colonna (e), così come le due donne (colonna d). Lo stesso concetto si esprime dicendo che ogni donna occupa una casa del suo colore.

I tre pezzi a sinistra della donna sono anche chiamati "torre di donna", "cavallo di donna" e "alfiere di donna". Lo stesso vale per i tre pezzi a destra del re, "torre di re" ecc.

Una scacchiera regolamentare (quella utilizzata nei tornei) deve avere le caselle con lato compreso tra 5 cm e 6,5 cm.

La scacchiera (o damiera) fissa più grande d'Europa si trova a Poggio Imperiale, nel nord Gargano, dove ogni anno è inscenato il Palio di Dama Vivente.

BibliografiaModifica

  • Giancarlo Maria Longhi, Il segreto della scacchiera. Storia di un simbolo antichissimo, Cerchio della Luna, 2018. ISBN 88-6937-290-1.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 44138 · LCCN (ENsh85023134 · GND (DE4701948-7 · BNF (FRcb13182853p (data)