Sci di fondo ai XX Giochi olimpici invernali - Sprint maschile

Nello sci di fondo ai XX Giochi olimpici invernali la gara sprint maschile sulla distanza di 1,4 km si disputò in tecnica libera il 22 febbraio 2006, dalle ore 10:30 sul percorso che si snodava a Pragelato Plan con un dislivello massimo di 26 m; presero parte alla competizione 80 atleti. Il favorito, il norvegese Tor-Arne Hetland, cadde nei quarti di finale e non poté più competere per la vittoria; l'argento andò a sorpresa al francese Roddy Darragon[1].

RisultatiModifica

 
Björn Lind

Finale AModifica

Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Björn Lind   Svezia 2:26,5
2 Roddy Darragon   Francia 2:27,1
3 Thobias Fredriksson   Svezia 2:27,8
4 Cristian Zorzi   Italia 2:31,7

Finale BModifica

Posizione Atleta Nazione Tempo
5 Freddy Schwienbacher   Italia 2:23,9
6 Loris Frasnelli   Italia 2:25,2
7 Johan Kjølstad   Norvegia 2:25,6
8 Anti Saarepuu   Estonia 2:27,9

NoteModifica

  1. ^ Risultati ufficiali, Cross-Country Skiing/Ski de fond.
    Scheda Sports-reference sulla gara, su sports-reference.com. URL consultato il 12 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2010).

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Schede FIS:
    • (DEENFR) Qualificazioni, su data.fis-ski.com. URL consultato il 12 agosto 2011.
    • (DEENFR) Referto finale, su data.fis-ski.com. URL consultato il 12 agosto 2011.
  • Schede Sports-reference:
    • (EN) Scheda riassuntiva, su sports-reference.com. URL consultato il 12 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2010).
    • (EN) Qualificazioni, su sports-reference.com. URL consultato il 12 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2012).
    • (EN) Quarti di finale, su sports-reference.com. URL consultato il 12 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2010).
    • (EN) Semifinali, su sports-reference.com. URL consultato il 12 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2010).
    • (EN) Finali, su sports-reference.com. URL consultato il 12 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2012).