Apri il menu principale
Scipione I de' Rossi
Scipione I de' Rossi.jpg
Scipione I de' Rossi
1628 – 1715
Nato aSan Secondo Parmense
Morto aFarfengo
Dati militari
Paese servitoFlag of Cross of Burgundy.svg Spagna
voci di militari presenti su Wikipedia
Rocca dei Rossi di San Secondo

Scipione I de' Rossi, marchese di San Secondo (San Secondo Parmense, 1628Farfengo, 1715), è stato un nobile e condottiero italiano del XVI secolo, ottavo marchese e tredicesimo conte di San Secondo.

Indice

BiografiaModifica

Figlio di Federico I de' Rossi e di Orsina Piepoli, divenne marchese di San Secondo alla morte del fratello Pietro Maria IV, avvenuta nel 1653. Con grandi oneri finanziari riuscì a far annullare la confisca del feudo di San Secondo del quale rientrò in possesso. Nel corso di tale trattativa Scipione si recò a Madrid per avere il sostegno e aiuti finanziari da Filippo IV di Spagna e, nell'occasione, promise al monarca due opere d'arte della collezione di famiglia: il Ritratto di Pier Maria Rossi di San Secondo e il Ritratto di Camilla Gonzaga coi tre figli, entrambi del Parmigianino, che furono ceduti nel 1664.

Sempre a causa delle difficoltà finanziarie in cui versavano i Rossi nel XVII secolo, nel 1666 cedette alla camera ducale il feudo di Berceto, quello di Corniana e tutte le rocche dell'Appennino parmense, riducendo di fatto i possedimenti nel parmense della contea al solo San Secondo.

Nel 1657 con il permesso dei Farnese, servì la Spagna nella guerra di Lombardia. Nel 1680 rinunciò al titolo di marchese in favore del figlio Federico II de' Rossi e si ritirò a vita privata a Venezia.[1]

Anche se non dimorò a lungo a San Secondo, fece tuttavia costruire sul margine del parco della Rocca dei Rossi l'oratorio della Beata Vergine del Serraglio.[2]

Morì a Farfengo nel 1715.[3]

 
Blasone dei Rossi di San Secondo

DiscendenzaModifica

Dal matrimonio con Maria Rangoni Scipione ebbe otto figli:

  • Orsina Rossi (1663)
  • Ottavia Rossi (1664)
  • Maria Rossi (1666)
  • Caterina Rossi (1668)
  • Federico II de' Rossi (1670)
  • Eleonora Rossi (1672)
  • Antonio Rossi (1673)
  • Teresa Isabella Rossi (1674)

NoteModifica

  1. ^ Portale dedicato alla Storia di Parma e a Parma nella Storia, a cura dell'Istituzione delle Biblioteche di Parma ::: Dizionario biografico: Rondani-Ruzzi, su www.parmaelasuastoria.it. URL consultato il 20 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2015).
  2. ^ Oratorio della Beata Vergine del Serraglio, su www.cortedeirossi.it. URL consultato il 20 novembre 2015.
  3. ^ Scipione I. de' Rossi, marchese e Conte di San Secondo Conte di Berceto, * 1628 | Geneall.net, su geneall.net. URL consultato il 20 novembre 2015.

BibliografiaModifica

  • Pompeo Litta, I Rossi di Parma, in Famiglie celebri italiane, Milano, Giulio Ferrario, 1832, SBN IT\ICCU\LO1\1405356.
  • Marco Pellegri, Il castello e la terra di San Secondo nella storia e nell'arte, a cura dell'Amministrazione comunale, San Secondo Parmense, 1979, SBN IT\ICCU\RER\0006034.
  • Giuseppe Maria Cavalli Cenni storici della borgata di San Secondo, 1870

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN251029880
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie