Apri il menu principale
Scoglio della Regina
Scoglio della Regina.jpg
Geografia fisica
LocalizzazioneMar Tirreno
Coordinate39°28′07.2″N 15°58′12.9″E / 39.468667°N 15.97025°E39.468667; 15.97025Coordinate: 39°28′07.2″N 15°58′12.9″E / 39.468667°N 15.97025°E39.468667; 15.97025
Geografia politica
StatoItalia Italia
RegioneCalabria Calabria
ProvinciaCosenza Cosenza
ComuneAcquappesa-Stemma.png Acquappesa
Cartografia
Mappa di localizzazione: Calabria
Scoglio della Regina
Scoglio della Regina
voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia

Lo scoglio della Regina (Petra Majura in cosentino) è uno scoglio dell'Italia sito nel Mar Tirreno, in Calabria[1].

Attualmente distaccato di circa 30 m dalla spiaggia, per effetto dell'erosione costiera, nello scorso secolo era invece adiacente al litorale della costa, e ora circondato da massi di pietra artificiali.[2]. Alto circa 20 m, è il faraglione più famoso della riviera dei Cedri.

Il tratto di spiaggia prospiciente, amministrativamente appartiene ad Acquappesa, un comune italiano della provincia di Cosenza nella Regione Calabria, e non al confinante Comune di Guardia Piemontese, come spesso si ritiene.

Il nome deriva da alcune leggende locali[3], la più nota delle quali è relativa alla regina Isabella di Francia - sposa di Edoardo II d'Inghilterra - che bagnandosi in prossimità della spiaggia alla foce del fiume Bagni, ove sgorgavano anche le acque solfuree calde, sorgenti dalle sovrastanti colline rocciose delle Terme Luigiane, sarebbe rimasta in attesa del figlio desiderato[4].

NoteModifica

  1. ^ Martinucci 2007, p. 63.
  2. ^ Istituto Geografico Militare, Carta Tecnica Regionale 1954 Foglio 229_3_NO_D.
  3. ^ Francesco Stuppello, Leggende dello Scoglio della Regina, su www.calabriaportal.com. URL consultato il 27 giugno 2017.
  4. ^ La leggenda dello Scoglio della Regina - Guardia Piemontese, su cosimali.com.

BibliografiaModifica

  • Mimmo Martinucci, Sognando le isole italiane. Guida per radioamatori. Vol. 4 - Tutte le isole del mar Tirreno e del mar Jonio, Albino, Sandit Libri, 2007, ISBN 978-88-89150-58-0.

Voci correlateModifica