Apri il menu principale

Scrivilo sui muri

film del 2007 diretto da Giancarlo Scarchilli
Scrivilo sui muri
Titolo originaleScrivilo sui muri
Paese di produzioneItalia
Anno2007
Durata89 min
Generecommedia, drammatico, sentimentale
RegiaGiancarlo Scarchilli
SceneggiaturaGiancarlo Scarchilli
ProduttoreCiro Dammico, Stefano Dammico, Francesco Pamphili
Distribuzione in italianoEagle Pictures
FotografiaBlasco Giurato
MontaggioUgo De Rossi, Roberto Slivi
MusicheFrancesco Cerasi
ScenografiaAlfonso Rastrelli
CostumiSusanna Montecolli
Interpreti e personaggi

Scrivilo sui muri è un film di Giancarlo Scarchilli, uscito nelle sale il 21 settembre 2007.

È interpretato da Cristiana Capotondi, Primo Reggiani e Ludovico Fremont.

TramaModifica

Roma. Sole è una studentessa universitaria affogata nella sua routine giornaliera e in profondo conflitto con la madre. Un giorno incontra Pierpaolo, che subito si innamora di lei e la inserisce nel gruppo di writers notturni di cui fa parte, i Civil Disobedience. Sole, affascinata da quel mondo libero e ribelle, fuori dai quartieri alti della Roma bene, timidamente partecipa ai loro raid riprendendo il tutto con una telecamera. Presto però si innamora di Alex, ragazzo chiuso ed introverso che ricambia i sentimenti della ragazza, ma poiché l'amico Pierpaolo sta facendo di tutto per conquistarla, preferisce rinunciare a lei al fine di salvare una forte amicizia. Un giorno però gli ZTK (che sta per "Zozzamo Tutto Kuanto"), gruppo di taggers rivale ai Civil Disobedience, riescono a graffitare con la loro sigla il cofano di una macchina della polizia senza che gli agenti al suo interno se ne accorgano; a quel punto, per tenere alto il nome della loro comitiva, i Civil Disobedience decidono di cimentarsi in un'impresa ancora più ardua: imbrattare il treno personale di un noto politico. Non solo non riescono nella loro impresa, ma Pierpaolo scopre anche Alex e Sole baciarsi accucciati all'interno del vagone di un treno. Mentre il gruppo tenta di scappare dalla polizia che li insegue, il pulmino sul quale si trovano rimane incastrato tra i binari e non ne vuole sapere di ripartire. I ragazzi scendono dal pulmino e si allontanano dai binari, ma Pierpaolo, sentendosi tradito dal migliore amico e avendo perduto la ragazza che ama, rimane immobile, seduto sul sedile posteriore. Gli si avvicina allora Alex che, come prova di grande amicizia, decide di rimanergli accanto sino alla morte. I due alla fine, riconciliatisi, se la cavano con qualche osso rotto, e Pierpaolo riesce finalmente ad accettare l'amore tra Sole ed Alex.

CuriositàModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema